Elezioni Europee 2014: Lussemburgo, trionfo per il Partito Popolare Cristiano Sociale di Juncker

Il Partito Cristiano Sociale di Jean Claude Juncker si conferma la prima forza del piccolo paese e occuperà sei seggi dell'Europarlamento

Aggiornamento 26 maggio, ore 00.40 - I risultati ufficiali per il Lussemburgo confermano la vittoria schiacciante alle europee del Csv, il partito dei cristianodemocratici di Jean-Claude Juncker candidato per il Ppe alla presidenza della Commissione Ue, con il 37,65% e tre dei sei eurodeputati lussemburghesi. La prima degli eletti e' la commissaria Ue alla giustizia Viviane Reding. Il partito liberale al governo è secondo con il 14,77% dei voti e un deputato, a seguire i socialisti del Lsap con l'11,75% e un deputato, e infine i verdi (Dei Greng) ugualmente con un deputato, che si riconferma l'uscente Claude Thurmes.

Aggiornamento 5 aprile, ore 08:31 - Il piccolo Lussemburgo, nonostante una popolazione di appena mezzo milione di abitanti e una superficie di 2586 kmq, eleggerà a fine maggio 6 membri del Parlamento Europeo, una quota molto alta se si considera che l’Italia con 60 milioni di abitanti ne eleggerà 73. Il Lussemburgo è fra i sei paesi membri del primo Parlamento Europeo, insediatosi e con lo stesso gruppo, cinque anni dopo, ha dato vita alla Comunità Economica Europea, preludio dell’attuale Unione Europea. Va inoltre ricordato che la capitale Lussemburgo ospita una delle tre sedi del Parlamento Europeo.

I partiti in corsa per i sei posti nel Parlamento Europeo sono nove. Il faro è, naturalmente, il Partito Popolare Cristiano Sociale dell’ex presidente dell’Eurogruppo e (per ben 18 anni) presidente del Lussemburgo, Jean-Claude Juncker. Ovviamente si tratta del partito lussemburghese che fa riferimento al Partito Popolare Europeo. Alle scorse elezioni europee ottenne 3 dei 6 seggi disponibili. Proprio Juncker dopo le “primarie” di inizio marzo nelle quali ha battuto (grazie al sostegno dei “suoi” Cristiano Sociali, della tedesca Cdu e della greca Nea Demokratia) il francese Michel Barnier, sarà il candidato del Ppe alla presidenza della Commissione Europea.

Il Partito Operaio Socialista Lussemburghese (Posl) nell’ultima tornata ottenne un seggio ed è incluso nella “famiglia” nell’Alleanza dei Socialisti e dei Democratici del Parlamento Europeo, stesso risultato del Partito Democratico (che fa capo all’Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l’Europa) e dei Verdi (che fanno parte della “famiglia” del Partito Verde Europeo).

Accanto a questi quattro partiti che nel 2009 conquistarono almeno un seggio ci sono quelli che tenteranno di piazzare almeno uno dei loro candidati in Europa: il Partito dei Pirati (anche lui facente parte dell’Alleanza verde), il Partito Riformista di Alternativa democratica (membro dell’Alleanza Conservatrice e Riformista Europea), il Partito per la Democrazia integrale, La Sinistra (membro della Sinistra Europea) e il Partito Comunista del Lussemburgo.

IRELAND-EU-POLITICS-EPP-VOTE

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO