Guerra in Centrafrica: anche l'Italia nella missione Ue

Lo si è appreso oggi da fonti della Commissione europea a Bruxelles. Il Genio italiano avrà il compito di preparare il terreno al contingente dei Paesi membri.

L'Italia parteciperà alla missione dell'Unione Europea per riportare la pace nella Repubblica Centrafricana. La conferma è arrivata da fonti della Commissione europea: "L'Italia si è impegnata". Oggi, intanto, un mini vertice sul Centrafrica - organizzato dalla Francia con Ue e Unione Africana - ha aperto il quarto summit Ue - Africa a Bruxelles. All'indomani del lancio della missione militare dell'Unione a Bangui.

A co-presiedere il vertice il presidente francese Francois Hollande e quello del Consiglio europeo Herman Van Rompuy. Con loro, anche il presidente della Mauritania, Abdel Aziz, in quanto Paese che presiede l'Ua. Il capo di Stato che guida la transizione in Centrafrica, Catherine Samba-Panza, ha parlato delle necessità più impellenti del suo Paese. A Bruxelles è presente anche Matteo Renzi.

A chi chiedeva al premier italiano se durante il summit si sarebbe parlato anche di flussi migratori, Renzi si è limitato a rispondere "Sì". Proprio questo argomento nel pomeriggio è stato al centro dei colloqui del presidente del Consiglio con i leader di Etiopia, Momzambico, Angola e Somalia. Renzi ha visto anche il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon.

Tornando alla missione nel Centrafrica, Van Rompuy ha focalizzato l'attenzione su quale sarà il compito nel Paese: "La priorità immediata resta la situazione della sicurezza e quella umanitaria, per cui sono necessari più sforzi e contributi" a sostegno del lavoro delle missioni e per assicurare la consegna degli aiuti umanitari. Il compito del Genio italiano, in particolare, sarà preparare il campo al contingente dei Paese membri, che interverrà a sostegno di quello francese e di quello africano.

Repubblica Centrafricana

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO