Elezioni 25 maggio, in campo la lista unitaria centrista di Alfano, Mauro, Cesa. Dentro anche Berlusconi?

Con la conquista del Partito Democratico e di Palazzo Chigi da parte di Matteo Renzi pareva delineato lo schema non bipolare ma triangolare della politica italiana: il Pd, Forza Italia e il M5S. Ma non è così.

alfano

A parte il fatto che il primo partito resta quello dell’astensionismo (addirittura oltre il 30-35%!), la novità è data dalla costituenda nuova lista unitaria per le elezioni europee che si richiama al Ppe. Domani Alfano, Mauro, Cesa &C dovrebbero annunciare urbi et orbi l’intesa fra Nuovo Centrodestra, Popolari per l’Italia, Udc, cioè il via alla lista comune per le Europee, primo passo per sviluppare il progetto politico più ambizioso approdando al nuovo partito: il Ppe italiano, alias Forza Centrodestra Popolare.

Di fatto, dopo tanti tentativi falliti o nati zoppi, gli ex diccì provano a rilanciare quella “Terra di mezzo” cara a Marco Follini (liquidata troppo frettolosamente poche settimane fa dallo stesso Casini pronto a rientrare nell’orbita dell’ex Cav) rifiutando quel bipolarismo coatto della seconda Repubblica che, con il patto del Nazareno fra Renzi e Berlusconi, rischia di sfociare nel bipartitismo assoluto, grazie all’Italicum, Porcellum bis o legge-truffa che dir si voglia.

Resta da capire se questa nuova aggregazione della lista unitaria per le Europee sia solo una furbata da quattro soldi, un espediente dal respiro corto, una scelta “obbligata” per cercare di superare in tal modo l’asticella del 4 per cento. A dire il vero, i sondaggi danno il Nuovo Centrodestra sopra il 4% e lo stesso Alfano al Corriere della Sera delinea la prospettiva di un’alleanza dei moderati che alle prossime elezioni politiche si contrapponga alla sinistra ed è fiducioso che anche Forza Italia, alla fine, possa far parte di questa alleanza.

“Siamo convinti – ha detto Alfano – che alla fine sarà Forza Italia a chiedere di allearsi con noi per costruire una nuova alleanza di centrodestra, capace di sfidare e battere la sinistra nelle urne: una coalizione popolare dotata di un programma comune e di regole condivise, dove la leadership e la selezione della classe dirigente avvengano attraverso lo strumento delle primarie”.

Fatto il primo passo forse ci sono le condizioni anche per spingersi oltre e aggregare pure Forza Italia. Si chiede Michele Arnese: “Perché non iniziare fin da subito? Perché non cogliere l’occasione delle Europee, senza attendere calende più o meno greche, per dare all’Italia quel partito unitario che sia la sezione italiana del Partito Popolare Europeo? Perché non perseguire disegni di altro profilo abbandonando tattiche di corto respiro? Perché non mettere in cantiere già alle Europee quella accogliente Casa per il popolo di Centrodestra?".

Arnese insiste: "Per questo è giunta l’ora di una genialata berlusconiana. Invece di affannarsi nel trovare la chiave per il futuro suo e di Forza Italia, per lenire travagli giudiziari, sondaggi elettorali non esaltanti e classe dirigente allo sbando, distrugga barriere, accantoni rivalse e rottami malmostosità per passare definitivamente alla storia da statista, sacrificando ambizioni personali e comprensibili spiriti di rivincite, portando in dote Forza Italia nel Centrodestra Popolare già alle Europee”.

Fantapolitica? Silvio Berlusconi è oggi un indispensabile valore aggiunto o una ingombrante zavorra? Non solo, c’è il nodo della coerenza: se la nuova lista unitaria di Alfano&C e il nuovo partito del Ppe italiano nascono quali portabandiera dell’antipopulismo e a difesa dell’Europa e dell’euro, come conciliare tutto ciò con l’antipolitica e l’antieuropeismo berlusconiano?

Ecco perchè, in attesa delle evoluzioni (possibili?) di Forza Italia, Alfano, Mauro, Cesa, invece di aspettare Godot (Berlusconi) farebbero bene a raccogliere nella nuova lista i partitini-movimenti di matrice Popolare, cespugli ritenuti anche scomodi, ma non secondari per il risultato elettorale delle Europee e delle amministrative, e importanti come collante della nuova Forza Centrodestra Popolare.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO