Turchia: sbloccati Twitter e Youtube

Erdogan durissimo contro la sentenza della Corte Costituzionale: "Non ha tenuto conto degli interessi della nazione e per quelli morali".

La Corte Costituzionale turca ha ordinato lo sblocco di Twitter e Youtube, chiusi con decisione arbitraria dal primo ministro Recep Tayyip Erdogan. Quest'ultimo ha fortemente criticato la sentenza: "Dobbiamo darle attuazione, ma non la rispettiamo. Mentre si protegge un'azienda americana, non si ha rispetto per i nostri interessi nazionali e morali".

Il premier turco ha aggiunto: "Non solo Twitter, ma anche Youtube e Facebook sono aziende private. Non trovo giusto e patriottico che la Corte Costituzionale abbia adottato la sua decisione appena due giorno dopo aver ricevuto i ricorsi, quando ci sono così tanti dossier che ancora aspettano di essere presi in esame. La decisione è stata presa senza che ci sia stata la possibilità di un appello e senza aver esaurito tutte le vie legali, attraverso un ricorso diretto alla Corte Costituzionale. Che avrebbe dovuto quindi respingere il caso".

E ancora: "Inoltre, non trovo appropriato l'argomento della libertà d'espressione, perché Twitter è un'azienda commerciale privata. Voglio che si sappia che quando la decisione è stata presa, non si è temuto conto dei precedenti negli Usa, in Francia e in Spagna". Twitter, che era stato oscurato lo scorso 21 maggio, è tornato attivo ieri. Un tribunale di Ankara ha ordinato anche lo sblocco di Youtube, bloccato in Turchia dallo scorso 27 marzo su decisione dell'autority per le telecomunicazioni.

Il blocco era stato deciso dopo che sul sito era stata pubblicata l'intercettazione di una conversazione riservata presso il ministero degli Esteri, in cui si discuteva di un eventuale attacco contro la Siria. Il provvedimento era stato impugnato da molti utenti, che denunciavano una violazione della libertà d'espressione. Ma un tribunale del distretto Golbasi di Ankara aveva respinto alcuni di questi ricorsi, motivando la decisione con la presenza su YouTube di video offensivi nei confronti di Mustafa Kemal Ataturk, fondatore della Turchia moderna.

Erdogan contro i giudici

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO