USA 2012: chi sarà il nuovo Segretario di Stato?


La corsa alla poltrona di Segretario di Stato si è formalmente aperta mesi fa, quando Hillary Clinton ha annunciato di non essere interessata a un secondo mandato al posto più importante nel gabinetto Usa. Quindi, chiunque sarà a conquistare la Casa Bianca il 6 novembre, quel che è certo è che cambierà l'inquilino del Dipartimento di Stato, e la scelta del nuovo Segretario sarà la prima e la più impegnativa che il nuovo (o il vecchio) presidente degli Stati Uniti dovrà prendere. Non c'è dunque da meravigliarsi che sui quotidiani americani impazzi il toto-Segretario di Stato, seguito dal toto-Segretario al Tesoro.

Per quanto riguarda Obama, la scelta sarebbe ristretta a tre nomi: Susan Rice, Thomas Donilon e John Kerry. La Rice è attualmente Ambasciatore Usa presso l'Onu, ed è una delle persone più fidate del presidente, si è fatta conoscere durante le crisi siriana e libica ed ha uno stile che si adatta all'amministrazione Obama (e non solo perché è afro-americana). Tom Donilon è invece l'attuale consigliere per la Sicurezza Nazionale, ed è ritenuto più prudente e "morbido" della Rice. Il favorito è però John Kerry, candidato sconfitto da Bush alle presidenziali del 2004, grande conoscitore di politica estera e fedelissimo di Obama. Con il suo intervento alla convention di Charlotte sembra aver prenotato il posto al Dipartimento, e a Obama farebbe piacere avere un Segretario di Stato che interferisca poco con le politiche interne, al contrario della Clinton.

E Romney? Per il repubblicano la scelta è più difficile, non solo perché non ha un'amministrazione in carica su cui fare affidamento, ma anche perché dovrà fare una scelta netta fra le varie "anime" del partito. Un nome su cui Romney punterebbe molto è quello di Stephen Hadley, consigliere per la Sicurezza Nazionale nel secondo mandato di George W. Bush, ma questo significherebbe sdoganare l'amministrazione Bush, che fa ancora discutere nel paese. Altri papabili sono Richard Haas, capo del Consiglio per le Relazioni internazionali, e l'ex collaboratore di Condoleeza Rice Nicholas Burns. Ma Romney potrebbe sorprendere tutti incaricando l'attuale vice della Clinton, William Burns.

Un nome che ricorre nell'agenda del repubblicano è quello di Robert Zoellick, ex presidente della Banca Mondiale. Ma Zoeelick, che era stato preso in considerazione al Dipartimento di Stato, potrebbe invece subentrare a Tim Geithner come Segretario al Tesoro, un posto che scotta visto che il previsto aumento delle tasse e i tagli alla spesa potranno spingere gli Usa in recessione. Anche Obama ha il problema di scegliere il sostituto di Geithner, che non sarà riconfermato: tra i papabili il Ceo della società di investimenti BlackRock, Lawrence Fink, l'attuale capo dello staff della Casa Bianca Jacob Lew e il sottosegretario al Tesoro Lael Brainard.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO