Riforma del Senato, Berlusconi: “senza una riforma buona tanto vale chiudere tutto”

Silvio Berlusconi torna a ribadire il proprio punto di vista sulla riforma del Senato.

Archiviata la parentesi ospedaliera, Silvio Berlusconi torna a ribadire il proprio pensiero - e quello di Forza Italia - sulla riforma del Senato che il premier Matteo Renzi sta portando avanti senza sosta.

Intervenendo in collegamento telefonico nel corso di un incontro di Forza Italia a Milano, l’ex Cavaliere è stato lapidario:

La riforma del Senato così come è stata proposta è assolutamente inaccettabile e indigeribile. O si fa una buona riforma o tanto vale chiudere il Senato del tutto.

L’ex premier ha sottolineato che non ha alcuna intenzione di votare

riforme scritte dal terzo governo non scelto dagli italiani solo per consentire ai partiti di governo di mettersi una medaglia prima delle Europee.

e ha precisato che tornerà presto a fare campagna elettorale:

Io credo che a partire dalla fine della prossima settimana potremmo mettere fine a questa impossibilità al leader del centrodestra di parlare agli italiani e che finalmente noi potremmo confrontarci con la voce dell'attuale primo ministro e salire, come abbiamo fatto nella campagna elettorale del 2013, e raddoppiare voti di partenza.

Silvio Berlusconi reato prescritto Caso Unipol

La decisione dei giudici del Tribunale di Sorveglianza di Milano a proposito dell’affidamento in prova ai servizi sociali del leader di Forza Italia, lo ricordiamo, è in programma per il prossimo 10 aprile.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO