Primarie centrosinistra - Vendola scioglie la riserva: "Mi candido"

Alla fine si è deciso, Nichi Vendola parteciperà alle primarie del centrosinistra e sfiderà Renzi e Bersani per conquistare la leadership in vista delle elezioni politiche del 2013. Nelle ultime settimane si erano rincorse numerose voci che volevano Vendola in procinto di rinunciare per due ragioni: le primarie che continuano a essere indentificate come 'del Pd' e i sondaggi non troppo positivi che lo danno al terzo posto dietro il segretario Bersani e il rottamatore Renzi.

Nichi ha invece fatto contento Bersani, che da tempo spera che Vendola partecipi per renderle delle primarie 'vere' (cioè allargate al centrosinistra tutto) e magari anche perché spera che spezzetti un po' di più il campo favorendo il front runner (anche se, certo, gli elettorati di Renzi e Vendola sono molto diversi). Fatto sta che il leader di Sel si candida. L'annuncio è venuto dal sito ufficiale del governatore della Puglia:

"Mi candido. Per scacciare il fantasma del Monti-bis e trasformare le primarie da ennesima faida di partito a occasione di svolta per il Paese, ci vediamo al MAV di Ercolano, sabato 6 ottobre alle 18. Accetto la sfida: per vincerla".

Ma Vendola ce la può fare? Gli ultimi sondaggi che lo prendono in considerazione sono ormai un po' datati (quelli Ispo del 25 settembre parlavano solo di Bersani e Renzi) e non erano molto favorevoli, attestandogli solo il 21,6% delle preferenze. Ben lontano, quindi, dai due sfidanti democratici. Vero è, però, che i militanti di Sel sono molto fidelizzati e hanno mostrato la loro forza nelle primarie per il sindaco in parecchi grossi comuni. Insomma, meglio non sottovalutare il loro entusiasmo, com'è possibile facciano i sondaggi.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO