Il Cdm approva il Def. Conferenza stampa: "Rispettiamo l'Europa per cambiarla"

Governo ottimista. Consiglio dei Ministri convocato oggi alle ore 18. Subito dopo una conferenza stampa per presentare il Documento di economia e finanza.

20:20 Padoan "dà lezioni di brevità" per dirla con Renzi. Termina la conferenza stampa. Il Cdm ha approvato il Def con gli 80 euro di taglio di Irpef in busta paga.

20:15 Torna a parlare il ministro Padoan, che spiega che il rispetto dei vincoli Ue verrà mantenuto sia per il bene dell'Italia, sia per poter più autorevolmente proporre dei cambiamenti ai partner europei.

20:10 In conferenza stampa il tema dominante è quello delle riforme. "Non aboliamo il Senato per risparmiare", ma per superare il bicameralismo perfetto.

20:00 Dopo una breve relazione del ministro Padoan, Renzi riprende la scena per rispondere ai giornalisti. Annuncia che il 18 aprile verrà varato il Dl sul tetto agli stipendi dei manager e spiega che l'Italia non può permettersi manager dagli stipendi troppo alti.

19:50 Renzi promette "la quattordicesima" agli italiani, e spiega che le risorse per il taglio Irpef arriveranno tagliando a "chi ha guadagnato troppo", come i manager pubblici, che ora non potranno guadagnare più di 238.000 euro l'anno (ovvero lo stipendio del Capo dello Stato). La copertura arriverà anche dal previsto aumento del gettito Iva per l'aumento dei consumi.

19:45 Renzi ringrazia i giornalisti che "aiutano" a trovare le cose da sforbiciare, ma stigmatizza l'atteggiamento pessimista della stampa, che sembra aspettarsi sempre il fallimento dell'esecutivo.

19:40 Il premier conferma tutti gli impegni presi e torna a parlare delle riforme, ricordando che oggi Napolitano ha firmato il ddl sulle riforme costituzionali. Renzi ha anche parlato di "ricerca di visibilità" riferendosi a settori del Pd che propongono riforme alternative.

19:35 Si è concluso il Consiglio dei ministri, nei tempi annunciati da Renzi, con l'approvazione del Def.

In conferenza stampa, Renzi ha definito "serio e rigoroso" il documento di programmazione economica, e ha tenuto a specificare che i giornalisti non troveranno appigli per critiche sulle coperture.

Attesa per la presentazione del Def


In attesa della conclusione del Cdm, continuano a circolare dati contenuti nelle bozze del Def. Uno riguarda la disoccupazione Il tasso di disoccupazione salirà quest'anno al 12,8% (dal 12,2% del 2013), attestandosi poi l'anno prossimo al 12,5%. Per scendere sotto il 12% bisognerà aspettare il 2017 (stima 11,6%).

19:00 Trapela la prima bozza del Def mentre è in corso il Cdm. L'economia italiana crescerà quest'anno dello 0,8% per portarsi poi a +1,3% nel 2015 e all'1,6% nel 2016. Il governo Letta aveva invece stimato la crescita quest'anno all'1%.

17:50 Mentre sta per iniziare il Consiglio dei Ministri, la conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama ha deciso che il Def che verrà varato oggi dal governo verrà discusso in Aula di Palazzo Madama a partire dal 17 aprile.

Aggiornamento 12:00 Matteo Renzi, ai giornalisti che gli chiedevano se c'erano le coperture per le misure previste nel Def, ha risposto: "Le coperture ci sono dal primo giorno, siete voi che non ci credete. È da venti giorni che sono pronte".
Una battuta anche sui tempi del Cdm, che inizierà alle 18 di questo pomeriggio. "Non faremo mezzanotte, faremo in tempo per i Tg", avvalorando quindi la tesi che la conferenza stampa partirà in effetti alle 19,30 come da cronoprogramma.

8 aprile 2014: oggi è il giorno del Def. Il Documento di economia e finanza verrà discusso e approvato in Cdm oggi alle 18 e poi presentato alle 19.30.

Matteo Renzi, come al solito, non ha voluto anticipare nulla:

«La cosa più logica è aspettare la conferenza stampa alle 19,30».

Il document prevederà una crescita del Pil allo 0,8% (0,2% in meno rispetto alle previsioni del governo Letta, ma 0,2% in più rispetto alle previsioni dell'Unione Europea) e il contenimento del rapporto deficit/Pil al 2,6% come piace all'UE (che conferma la previsione).

Dal governo, peraltro, assicurano la terapia d'urto per risolvere i problemi del paese, il taglio dell'Irap per far felici le imprese, i tagli alla spesa pubblica, l'abolizione degli enti inutili (con un risparmio di 6,6 miliardi di euro per il solo 2014). Difficile che nel documento ci sia il dettaglio, verrà semplicemente indicata la strada.

Non resta che aspettare.

Martedì 8 aprile alle ore 18 è convocato il Consiglio dei Ministri che approverà il Documento di economia e finanza su cui il governo Renzi ha lavorato freneticamente negli ultimi giorni. Subito dopo il Premier ha promesso che si terrà una conferenza stampa per presentarlo e discuterne con i giornalisti.

Molto ottimista e rilassato il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha detto:

"Sul Def la situazione è molto buona. Per noi la prima scelta è di stare vicini alle persone che guadagnano di meno, come dimostra la decisione di dare 80 euro in busta paga. Sugli stipendi dei manager aspettate domani, ne parleremo e vedrete, sarete contenti"

Renzi oggi ha incontrato a Palazzo Chigi il commissario alla spending review Carlo Cottarelli, l'economista e deputato del Pd Yoram Gutgeld e poi il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan proprio per parlare del Def.

Questa sera al Tg1 il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio ha affermato che, sempre in relazione al Def, sono state trovate tutte le coperture grazie a risorse che proverranno dalla spesa pubblica e dai settori improduttivi. Ha anche aggiunto che il governo non si appoggia ad alcun piano B, ma va avanti con il piano A e dunque con l'accordo con Forza Italia per fare le riforme, anche se, ha specificato, "abbiamo anche la determinazione ad andare avanti con la nostra maggioranza".

Delrio ha confermato che nell'arco dei 12 mesi la riduzione del 10% dell'Irap ci sarà proprio come è stato promesso, mentre il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha tranquillizzato chi già ipotizzava che le risorse di cui parla Delrio possano provenire da tagli alla Sanità.

Palazzo Chigi ha invitato inoltre a diffidare delle presunte bozze del Def di cui si è parlato negli ultimi giorni e per conoscerlo basta aspettare domani, intorno alle 19:30, quando è convocata la conferenza stampa.

Consiglio dei Ministri - Martedì 8 aprile 2014

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO