Elezioni europee: Forza Italia si allea con il Partito dei romeni d'Italia

E il candidato alle presidenziali Diaconescu propone a Berlusconi di fare il premier in Romania


Alleati che non ti aspetti. Chissà cosa ne penseranno gli elettori de La Destra, che la settimana scorsa ha formalizzato un'alleanza con Forza Italia, nel trovarsi nella stessa coalizione con il Partito dei Romeni d'Italia. Già, perché nel tentativo di racimolare voti e reagire ai sondaggi che la danno in picchiata, Forza Italia ha deciso di fare proseliti nella comunità romena in Italia.

L'accordo tra il partito di Silvio Berlusconi e il Partito dei Romeni d'Italia è stato formalizzato ieri in un incontro al quale hanno preso parte Renato Brunetta, il responsabile elettorale nazionale di Forza Italia, Ignazio Abrignani, il presidente del Partito dei Romeni d’Italia, Giancarlo Germani, e il leader della formazione politica romena Ppdd (Partito del popolo), Dan Diaconescu. Un accordo che Brunetta commenta in termini entusiastici, definendolo "determinante per gli equilibri nel Partito popolare europeo".

L'accordo, spiega il presidente dei Romeni d'Italia Germani, non riguarderà solo le europee ma anche le elezioni amministrative comunali che si terranno negli stessi giorni e, "alcuni candidati a queste ultime saranno scelti direttamente dalla comunità romena".

E, in una sorta di scambio culturale, ritorna anche l'ipotesi che Berlusconi possa candidarsi al Parlamento europeo in Romania: tempo fa si era parlato di Malta e della Bulgaria, ma l'ex Cavaliere ha sempre smentito. Ora però Diaconescu avanza un'altra ipotesi, talmente inverosimile da essere diventata notizia di apertura del Tempo di questa mattina: quella che Berlusconi possa diventare premier in Romania.

Diaconescu, ex imprenditore televisivo, è infatti il candidato del Partito del Popolo (Ppdd) alle presidenziali romene del prossimo autunno, e in caso di vittoria avrebbe intenzione di chiedere a Berlusconi di diventare presidente del consiglio nel suo paese

Da noi il primo ministro è espresso dal Presidente e può essere straniero. I sondaggi dicono che l’80% dei romeni sarebbe favorevole a Berlusconi, la gente dice che ha fatto tanto per i romeni in Italia. Se tutto andasse in questa direzione, si verificherebbe un fatto senza precedenti: Berlusconi diventerebbe il primo premier di due Paesi dell’Unione Europea

Berlusconi nomina nuovo Comitato di Presidenza di Forza Italia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO