Voto di scambio, rissa sfiorata al Senato. "Ghigliottina" sulla votazione. Video

Si sfiora la rissa al Senato. L'Aula dà il via libera alla "ghigliottina" sul voto di scambio

Sul Ddl contro il voto di scambio, l'Aula del Senato ha votato a favore della cosiddetta "ghigliottina", cioè la chiusura anticipata della discussione generale.

La richiesta di tagliare i tempi era stata firmata, tra gli altri, dai capigruppo Luigi Zanda (Pd), Paolo Romani (Fi) e Maurizio Sacconi (Ncd). La decisione era stata annunciata dal vicepresidente del Senato, Calderoli in mezzo ad un mare di polemiche asprissime.

Il Senatore D'Anna (Gal) lamenta minacce e diffamazioni da parte del Movimento 5 Stelle, che lo avrebbe appellato come "mafioso". A microfono spento però lo stesso D'Anna ha dato dello "stronzo" al collega. Precedentemente il M5s accusava il senatore di Gal di aver fatto il saluto romano.

"Vergogna, noi difendiamo lo Stato, non vogliamo sfasciare. E' questa norma che sfascia lo Stato, perchè consente a poco prezzo di attaccare la libertà di voto dei cittadini. Fuori la mafia dallo Stato! Avete cercato in tutti i modi di togliere la libertà di voto. Volete consentire alle mafie di comprare, anche con le intimidazioni, il voto dei cittadini. Noi ve lo impediremo. Vergognatevi!"

ha tuonato Michele Giarrusso del M5s. Così invece il senatore Nitto Palma:

"State tranquilli... Io sono tra i firmatari della richiesta di chiusura anticipata della discussione generale. Prendo atto che solo per questo mi si definisce vigliacco. E allora, senatore Giarrusso... dove stava lei e i senatori del M5s eletti in provincia di Catania, quando chi vi parla arrestava Nitto Santapaola. Voi parlate di antimafia, noi operiamo contro la mafia. E per questo fa un oggettivo favore alla mafia chi fa tardare l’entrata in vigore della legge."

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO