Caso Maugeri: sequestrati conti correnti di Formigoni. L'ex-governatore lombardo: "Non mi risulta"

Si complica la posizione di Roberto Formigoni, l'ex goivernatore lombardo già rinviato a giudizio.

Aggiornamento 15.55 - Roberto Formigoni ha rilasciato, a caldo, la seguente dichiarazione:

"Leggo che mi avrebbero sequestrato o starebbero sequestrandomi beni fino a 49 milioni di euro.Tranquillizzo tutti, non ho mai posseduto nemmeno la centesima parte di 49 milioni di euro. [...] Su uno dei miei conti figura un attivo di 18 euro e 20 centesimi, sull'altro un passivo di 75mila euro [...] non ho mai posseduto una casa in Sardegna."

Già in passato l'ex governatore aveva chiesto lumi in merito proprio all'indagine sulla Maugeri, notizia comparsa sul Corriere della Sera, cosa che a lui ancora non risultava. Dopo la minaccia di querela però Formigoni ha dovuto ricredersi.

La Procura della Repubblica ha disposto il sequestro di beni immobili e conti correnti riconducibili a Roberto Formigoni e al suo sodale Alberto Perego, entrambi imputati per il caso Fondazione Maugeri, l'inchiesta sulla distrazione di svariate decine di milioni di euro effettuata truffando il sistema dei rimborsi della sanità lombarda.

Il sequestro è in corso da questa mattina e riguarda una villa in Sardegna (ad Arzachena) e una serie di conti correnti.

In aggiornamento

formigoni giunta

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO