Papa Francesco chiede perdono per gli abusi dei preti sui minori

Il Pontefice ha parlato anche di aborto, definendolo un "delitto abominevole".

Papa Francesco oggi ha parlato di bambini nell'udienza all'Ufficio Internazionale Cattolico dell'Infanzia e in particolare ha toccato temi importanti come l'aborto e l'educazione dei piccoli, ma ha anche colto l'occasione per chiedere perdono a nome di tutta la Chiesa per il male che alcuni sacerdoti hanno compiuto abusando sessualmente di bambini.

A tal proposito il Pontefice ha spiegato:

"La Chiesa è cosciente di questo danno! È un danno personale e morale loro... ma di uomini di Chiesa! E noi non vogliamo compiere un passo indietro in ciò che riguarda il trattamento di questo problema e le sanzioni che devono essere comminate. Al contrario credo che dobbiamo essere molto forti! Con i bambini non si gioca!"

Poi Bergoglio, ringraziando il Movimetno per la Vita per il lavoro che compie ogni giorno a difesa della vita umana fin dal suo concepimento, ha parlato dell'aborto e, citando il Concilio Vaticano secondo, ha detto che esso, così come l'infanticidio, è un "delitto abominevole" e ha discordato un incontro con un medico che anni fa gli disse:

"Padre, io voglio lasciare questo a lei. Questi sono gli strumenti che io ho usato per abortire. Ho trovato il Signore, mi sono pentito, e adesso lotto per la vita!"

Poi il Papa ha aggiunto:

"Mi ha consegnato tutti questi strumenti. Pregate per quest'uomo bravo!"

Le parole di Bergoglio sono dunque un invito ai medici a essere obiettori di coscienza in tema di aborto, un argomento piuttosto scottante in Italia, così come quello delle adozioni da parte di coppie omosessuali, altro tema cui il Pontefice ha voluto forse accennare con queste parole oggi pronunciate:

"Occorre ribadire il diritto dei bambini a crescere in una famiglia, con un papà e una mamma capaci di creare un ambiente idoneo al suo sviluppo e alla sua maturazione affettiva. Continuando a maturare in relazione alla mascolinità e alla femminilità di un padre e di una madre"

Inoltre, sempre in tema di educazione, il Papa ha detto:

"Vorrei manifestare il mio rifiuto per ogni tipo di sperimentazione educativa con i bambini. Con i bambini e i giovani non si può sperimentare. Non sono cavie da laboratorio, gli orrori della manipolazione educativa che abbiamo vissuto nelle grandi dittature genocide del secolo XX non sono spariti"

Il Papa ha parlato anche dei nonni:

"Abbiamo parlato dei bambini: ce ne sono tanti! Ma io vorrei anche parlare dei nonni, l'altra parte della vita! Perché anche noi dobbiamo curare i nonni, perché i bambini e i nonni sono la speranza"

e delle donne che vanno difese affinché "ogni donna si sente considerata come persona, ascoltata, accolta e accompagnata".

Papa Francesco parla dei bambini

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO