Elezioni Europee 2014: Ungheria, Fidesz stravince

I risultati delle elezioni europee 2014 in Ungheria.

25 maggio. Fidesz, il partito del premier Orban, è al 52%. I neonazisti di Jobbik al 15 e i socialisti al 10%.

Le elezioni europee 2014 in Ungheria

Le elezioni europee 2014 si terranno anche in Ungheria, in cui si andrà a votare - come nella maggior parte dei paesi - domenica 25 maggio. L'Ungheria è da tempo un paese sotto la lente d'ingrandimento da parte dell'Unione Europea, a cui ha aderito nel 2004. La ragione per cui il paese si trova spesso al centro delle polemiche è una sola: le posizioni e le misure a tratti totalitarie del premier Viktor Orban e la continua avanzata dei neonazisti dello Jobbik.

Il premier ha conquistato il 45% dei consensi della tornata elettorale del 6 aprile, in cui il partito Jobbik ha sfondato quota 20%. E la sinistra? La coalizione di partiti che va sotto il nome di Coalizione Democratica si è fermata al 26% circa dei voti, mentre i Verdi si sono dovuti accontentare del 5%. Il che significa che due terzi del paese appoggiano posizioni di destra o estrema destra. Un quadro che preoccupa molto, visto che nel recente passato Orban ha assunto posizioni che hanno fatto gridare alla dittatura, accentrando nelle mani del governo la nomina del Presidente della Corte Costituzionale, della Banca Nazionale e della Commissione per il controllo dei media.

Non che l'Europa si sia fatta particolarmente sentire di fronte a provvedimenti del genere, ben poco democratici. Riuscendo ad alzare la voce solo quando l'Ungheria ha sforato il tetto del deficit del 3%. Uno scontro tra Orban e l'Ue che ha avuto il solo effetto di aumentare il carisma del premier, arrivato a dire che "l'Europa è uno strumento di cui l'Ungheria si servirà solo finché gli tornerà utile". E sono proprio frasi del genere ad aumentare la popolarità del primo ministro in un paese in cui l'Europa non gode - ma d'altra parte dove? - di grande popolarità.

Ma com'è la situazione economica in Ungheria? Il Pil di 125 miliardi di euro colloca il paese dietro Romania e Repubblica Ceca, mentre la situazione per quanto riguarda il debito pubblico appare sotto controllo, dal momento che si trova al di sotto dell'80%. Meno buona la prospettiva sul lungo termine, visto che l'Ungheria spende parecchio per ripagare i debiti contratti con i cittadini e al momento ha uno spread con i bund tedeschi di circa 400. Situazione non tragica, quindi, se si considera che il Pil quest'anno dovrebbe chiudere in pari (forse +0,1%). Un valore positivo se raffrontato con molti altri paesi dell'Unione, ma negativo rispetto ai vicini dell'est Europa che in molti casi, in primis la Polonia, crescono a grande velocità.

Chancellor Angela Merkel Meets With Hungarian Prime Minister Viktor Orban

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO