Beppe Grillo a Padova si schiera con i secessionisti: "Se fate referendum sto con voi"

Il leder del Movimento Cinque Stelle ha nuovamente attaccato il Presidente della Repubblica: "Napolitano ha violentato la Costituzione".

Il Tour di Beppe Grillo "Te la do io l'Europa" stasera ha fatto tappa a Padova. Il comico genovese si è presentato sul palco del Palafabris a bordo id un tank o di cartone, manovrandolo a mano e sparando coriandoli.

Il leader del Movimento 5 Stelle ha gridato al pubblico presente:

"No ghe volemo stare più in 'sto Stato de mona, va ben!"

poi ha aggiunto:

"C'è un diritto alla secessione, se fate un referendum sono con voi. È un'autodifesa. Mentre in Veneto arrestavano le 'macchiette' dei secessionisti, il nostro Capo dello Stato riceveva un condannato in via definitiva. È questo lo stato delle cose"

A proposito di secessionisti, Matteo Salvini, che ha presentato le liste per le Europee, dove si presenta come capolista per tutte le circoscrizioni, oggi ha manifestato l'intenzione di candidare anche uno degli indipendentisti arrestati la scorsa settimana.

Tornando all'intervento di stasera di Beppe Grillo, come fa spesso, anche questa volta ha colto l'occasione di scagliarsi contro il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e ha raccontato al pubblico di Padova che tutte e due le volte che ha parlato con l'inquilino del Quirinale si è sentito "fottuto come un pivello" e ha detto:

"Lo pensavo un saggio, invece è cattivo, ha violentato la Costituzione"

In casa del Movimento 5 Stelle però il leit motiv della giornata è stato un altro: con l'hashtag #renzieparaculo è stato diffuso un post del deputato pentastellato Alfonso Bonafede il quale evidenzia come il Premier Matteo Renzi si voglia vendicare della Corte dei Conti che lo ha condannato in primo grado per danno erariale per la sua gestione delle spese di rappresentanza e dei soldi del bilancio dello stato. La vendetta di Renzi arriverebbe per decreto, modificando le regole che determinano i poteri di controllo della magistratura contabile sugli enti locali. Lo stesso Grillo ha condiviso il post su Twitter e ha ritwittato alcuni degli interventi più belli con l'hashtag scelto, poi ne ha lanciato un altro #Renziepensa, condividendo una foto del Presidente del Consiglio e riportando la sua frase "Io mi alzo e penso: come posso oggi cambiare l'Italia", ma questa citazione Grillo ha appunto aggiunto il suo nuovo hashtag seguito da un punto interrogativo in realtà piuttosto esplicativo di quello che il Movimento 5 Stelle pensa del capo del governo "#Renziepensa?".

Beppe Grillo sta con i secessionisti veneti

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO