La Gabbia, puntata 13 aprile 2014

La puntata de La Gabbia in diretta su PolisBlog

00.30 Finisce la puntata, la prossima in onda mercoledì prossimo.
00.26 La satira di Paolo Hendel in Pravettoni.
00.24 Un servizo sul costo della sicurezza legata al Presidente Napolitano: 30 + 14 milioni di indennità.
30 milioni
00.22 Borghi: "Il parito di questo signore qua è quello di Olli Rehn". Boldrin replica ricordando che la Lega è alleata della Le Pen "fascista, razzista e nazista".
boldrin paragone
00.20 Boldrin, che precisa di essere contrario al governo Renzi: "Se la Germania se ne va, per noi son guai. Gli interessi sul debito aumenterebbero".
00.17 La replica di Borghi: "Il salario del disoccupato è zero".
00.17 Se torniamo alla Lira, dice Boldrin, "il salario nominale sta fermo, o cresce un pochino, il livello dei prezzi cresce del 20%".
00.14 Borghi mostra come nel 1992 dopo la svalutazione della Lira l'Italia avesse il tasso di crescita più alto di tutti i Paesi occidentali.
lavagna
00.12 Borghi risponde con "euro uguale disoccupazione":

La nostra moneta è troppo forte per la nostra economia, per questo la gente investe all'estero.

euro3
00.10 Boldrin: "L'euro è come la salute: ti accorgi quanto sia importante quando non ce l'hai. Con una moneta debole la finanza cattiva ci mangia, mentre così siamo insieme a Germania e Francia".
00.10 Sfida sull'euro tra Boldrin (Scelta europea) e Borghi (Lega Nord). Entrambi candidati alle europee.
00.02 In onda il servizio trasmesso già la scorsa settimana sulla delocalizzazione di alcune aziende italiane che hanno ricevuto contributi pubblici (dal Simest).
simest2
23.53 In onda un servizio proprio sugli stipendi dei manager pubblici. Da Paolo Scaroni di Eni a Fulvio Conti di Enel.
23.51 Stipendi dei top manager. Per Paragone Renzi (che ha fissato il tetto di 238 mila euro) ha dato un segnale forte sul tema.
stipendi top
23.49 Affinito racconta il caso Rcs, che ha deciso di chiudere la redazione contenuti online. I giornalisti ora rischiano la cassa integrazione a zero ore.
affinito
23.48 Fidanza: "Siamo un Paese in svendita".
23.44 Fusaro: "L'Europa è servita ad aprire la strada alla finanziarizzazione".
23.44 Il grafico che dimostra che con Monti il debito pubblico è salito.
debito pil
23.42 Fidanza accusa il governo Monti e cita il malefico fiscal compact. Rabino replica: "Il fiscal compact lo ha fatto il governo Berlusconi, con Meloni e La Russa ministri".
la gabbia talk
23.41 Rabino precia che la Grecia è fallita perché "i governanti sprecavano e presentavano bilanci falsi". Dunque anche il debito pubblico italiano, cresciuto negli ultimi 20 anni, è stato causato dalla politica italiana, non dall'Europa. Borghi: "Non è vero, il debito pubblico è salito con Monti".
23.38 Borghi: "L'Eni fa gola, perché è un asset incredibile. Lo hanno indebitato per poi poterlo svendere. È successo lo stesso con l'Italia".
23.32 In un servizio le indiscrezioni di Nessuno. Che parte dalle parole di Renzi su Eni "fondamentale per i servizi segreti". Quindi il tema è quello della finanza che di fatto governano i Paesi europei.
23.30 Spazio alle voci tra il pubblico, molte ostili all'Europa.
23.26 Rabino sfoggia una maglia pro Europa. Fusaro ne contesta anche l'uso della lingua inglese, poi dice che l'Europa delle banche serve a distruggere il popolo.
i love
23.26 Si torna a parlare degli 80 euro promessi da Renzi. Rubino: "Bisogna dare fiducia al governo che per la prima volta fa una manovra espansiva".
23.25 In studio il docente universitario di filosofia Diego Fusaro.
23.20 In onda un servizio su "Padoan, il ministro della svendita". Il tema è quello delle probabili privatizzazioni delle municipalizzate, le aziende di servizio oggi agli enti locali.
23.13 Pubblicità.
23.07 Duello sugli 80 euro (tra detrazioni e aumento delle tasse locali) promessi da Renzi tra Peluffo e Borghi. In onda un servizio sui nervosetti.
duello
23.05 Rabino: "La Amurri è una giornalista o una cabarettista?" Lei replica ricordando le sue parole sulla "gnocca" a Roma.
23.04 Amurri, non si sa perché, critica Picierno del Pd che fino ad un anno fa era anti Renzi.
23.00 In studio Massimiliano De Conca della Cgil che lamenta come alcuni lavoratori trasferendosi da enti locali allo Stato non si sono visti riconoscere i contributi. Alcuni di loro, addirittura ora dovrebbero restituire al ministero fino a 46 mila euro.
22.59 I sentiment di RealPost.
sentiment la7
22.52 Paragone definisce arrogante Befera, ma non nei confronti degli "amici potenti". Perché alle domande sulle nomine di circa 700 dirigenti (alcuni senza laurea) non ha voluto rispondere.
22.50 Rabino dà ad Amurri della "disturbatrice permanente".
amurri rabino
22.48 Borghi spiega che uno stato con sovranità monetaria non avrebbe problemi nel pagamento dei crediti.
22.46 Paragone rivela che aveva invitato Giarrusso del M5S. Amurri: "Se non è venuto ha sbagliato, ma è anche vero che quando partecipano ai talk vengono torturati in diretta".
22.45 Amurri lamenta che Renzi non ha mai parlato di corruzione ed evasione nonostante trascorra il giorno su Twitter.
22.43 In studio anche Mariano Rabino di Scelta Civica e l'economista Claudio Borghi, candidato di Lega Nord.
22.41 Ottobre 2013: l'ipoteca sulla casa resta. Volpi alla fine ha citato Equitalia e Agenzia delle entrate anche per danni morali. Soluzione arrivata solo dopo l'intervento del gioranlista.
RISOLTO
22.40 La commissione tributaria con una sentenza lo assolve, ma intanto la sua casa viene ipotecata.
22.37 Equitalia e Agenzie delle entrate avrebbe vessato un cittadino senza motivo per 27 anni. A raccontarlo è proprio Maurizio Volpi. Tutto ha inizio dopo un suo errore formale nella dichiarazione dei redditi: per questo è stato subito multato per 31 milioni di lire.
famiglia volpi
22.36 Paragone mostra una foto di Attilio Befera e poi lancia un servizio che racconta il caso di una persona per 30 anni schiava di Equitalia.
22.30 Pubblicità.
22.27 In onda un servizio sulla manifestazione milanese degli imprenditori che denunciano i suicidi di Stato di loro parenti.
comitatao
22.26 Boldrini a Fidanza: "In Europa voglio starci e crescere. Tu vuoi fare l'anarchia".
22.19 Spazio anche al pubblico in studio. Un cittadino dice che black bloc sono funzionali allo status quo perché sabotano le manifestazioni.
22.17 Fidanza: "Finitela di giustificare quelle violenze. Chi ha rabbia sociale non va a dare botte alla Polizia". Poi dà del collaborazionista della Germani a Boldrin, che replica bollandolo come "fascista".
22.14 Amurri cita Indesit di Merloni (ex Pd, ora con Monti), che dopo aver preso contributi pubblici ha delocalizzato.
22.13 Amurri prima dice che la violenza di piazza di sabato ha delle ragioni. Poi precisa che la violenza è sempre da condannare.
22.06 Un servizio racconta come in Italia si possa lavorare ad 1 euro a ora. Si tratta di alcuni lavoratori del tessile.
un euro
22.04 In studio alcuni dipendenti della Tirreno Power di Savona.
22.03 Boldrin sulla legge sulle Province: "Renzi abolisce solo i consigli provinciali, rimpiazzandoli con nominati ben più pagati. Così aumenta la spesa, il Senato va abolito, non sostituito con una cosa medievale fatta di nominati".
22.01 Boldrin: "Il governo promette cose, quei giovani che protestano sembrano non capire che il problema non è chiedere più Stato, più controlli, ma il contrario. La spesa pubblica ci ha ridotto in questo stato".
rxr
22.00 Peluffo sul mancato voto dopo Letta: "Renzi e il Pd si sono presi una grande responsabilità, se fossimo andati alle elezioni avrebbe vinto il centrosinistra. Abbiamo deciso di essere responsabili fino in fondo. Non possiamo perdere tre mesi".
21.57 Peluffo commenta i fatti di sabato pomeriggio: "Non è accettabile l'assalto al ministero. Le ragioni della protesta sono legittime, ma non le condivido".
21.52 In onda un servizio sugli scontri tra Polizia e manifestanti (contro Renzi e l'austerity) avvenuti ieri pomeriggio a Roma.
polizia
21.50 Inizia ora la puntata vera e propria de La Gabbia.
21.46 Paragone legge una nota di precisazione di Formigoni. Pubblicità.
21.42 Peluffo: "I rappresentanti del M5S dicono che non vanno nei talk e non ci vanno; così chiedono la compensazione di presenze nei tg, troppo comodo. Bisogna confrontarsi".
peluffo1
21.40 Amurri: "Forza Italia è presieduto da un pregiudicato ed è fondato da un latitante. Con questo partito Renzi ha fatto un accordo e la legge elettorale".
21.38 Fidenza: "In futuro si dovrà fare a meno di Berlusconi e il futuro va costruito da adesso".
21.36 Paragone sgrida i grillini: "Noi li invitiamo sempre, ma non possono stabilire loro le regole. Ci hanno detto 'se c'è il talk non ci veniamo'. Hanno evidentemente un po' di ritrosia a confrontarsi con le storie del Paese reale".
la gabb
21.34 Ospiti in studio Vinicio Peluffo, deputato del Pd, Michele Boldrin di Fare per fermare il declino, Sandra Amurri del Fatto Quotidiano e Carlo Fidanza, europarlamentare di Fratelli d'Italia.
21.33 Nella copertina si parla anche dei servizi sociali di Berlusconi.
21.28 Il punto della situazione politica di Monica Raucci. L'inviata scruta i volti di chi ha partecipato al congresso di Ncd. Cicchito nel dubbio le dà dell'idiota perché gli chiede se Alfano ha responsabilità sulla latitanza di Dell'Utri.
21.23 Paragone lancia la puntata, pubblicità.
paragone la7

Questa sera intorno alle ore 21.20 torna su La7 l'appuntamento con La Gabbia, il talk show condotto da Gianluigi Paragone. Nella puntata di stasera, seguita come di consueto in liveblogging da PolisBlog, si discuterà di attualità politica e di economia, sempre con un occhio di riguardo alle dinamiche europee.

Per il momento non sono stati annunciati gli ospiti che animeranno il dibattito in studio. Di sicuro ci sarà spazio per la satira di Paolo Hendel, nei panni di Pravettoni.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO