Elezioni Afghanistan 2014, risultati parziali: è testa a testa tra Abdullah e Ghani

Risultati parziali delle elezioni in Afghanistan. Molto probabile il secondo turno tra i primi due candidati.

Le elezioni presidenziali in Afghanistan si sono tenute il 5 aprile, ma solo oggi arrivano i primi risultati parziali, mentre i dati definitivi dovrebbero arrivare entro il 24 aprile. Già adesso sembra però profilarsi un secondo turno, da votarsi il 28 maggio, fra l’ex ministro degli Esteri e grande rivale di Karzai nel 2009, Abdullah Abdullah, e l’ex ministro delle finanze Ashraf Ghani.

Mezzo milioni di voti scrutinati, in 26 province su 34, meno del 10% del totale, danno questi numeri: Abdullah è in testa con il 41,9%, davanti a Ghani con il 37,6%. Se questi numeri fossero confermati sarebbe inevitabile il secondo turno, anche se Abdullah spera ancora di riuscire a superare il 50% ed essere eletto senza dover passare dal ballottaggio. Molto dipenderà da quelle province in cui ancora non si conoscono i risultati.

L'Afghanistan è infatti diviso al suo interno: Abdullah - che ha origini tajike e pashtun - ha preso voti soprattutto al nord, dove la maggior parte della popolazione è tajika. Mentre il rivale Ghani - pashtun - ha avuto il picco dei consensi nel sud e nord-ovest, nelle zone dominate da pashtun e uzbeki. L'uomo che poteva contare sul supporto del presidente Karzai, Zalmai Rassoul, è sotto il 10% dei consensi.

Chiunque sarà, il prossimo presidente dell'Afghanistan si troverà davanti un compito molto gravoso: negoziare con la Nato la permanenza delle truppe oltre il 2014, anno in cui la missione Isaf si concluderà. Sia Abdullah che Ghani hanno chiesto una presenza militare e di sostegno alle forze di sicurezza anche nei prossimi anni.

AFGHANISTAN-ELECTION

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO