Attacco elettromagnetico sugli Usa: Corea del Nord ci proverà

Razzo con testate nucleari sarebbe in grado di distruggere tutte le apparecchiature elettroniche e i sistemi di difesa della zona interessata.

La Corea del Nord è in grado di attaccare gli Stati Uniti: lo dice Peter Vincent Pry, direttore esecutivo della task force per la Sicurezza interna e nazionale di Washington. L'esperto ha detto di essere riuscito a visionare una relazione del governo americano, a lungo nascosta, che parla di possibilità di un attacco nucleare a impulsi elettromagnetici con un razzo Unha-3.

Secondo Pry, in caso di un'aggressione di questo tipo, difficilmente gli Stati Uniti riuscirebbero a difendersi. Il razzo nordcoreano viaggerebbe infatti sopra il Polo Sud e le difese missilistiche di Washington avrebbero gravi problemi a fermare l'attacco. Pry ha parlato in un'intervista rilasciata al World Daily News: "I nordcoreani stanno cercando di capire come possono farla franca. Questo dimostra che Pyongyang sta progettando qualcosa di grande contro gli Stati Uniti".

Il documento top secret americano - conclude Pry - parla di un'unica possibilità da parte degli Stati Uniti: distruggere il razzo quando è ancora sulla rampa di lancio. "Washington non ha radar di preallarme e neanche missili intercettori per fermare un razzo proveniente da Sud. Sulla costa orientale non ci sono sistemi di difesa adeguati". Ma che cos'è esattamente l'attacco a impulso elettromagnetico?

Una testata nucleare è in grado di esplodere centinaia di chilometri sopra alla superficie terrestre; lo scoppio successivo sarebbe i grado di distruggere tutti i dispositivi elettronici (comunicazioni, sistema di sensori, apparecchi di navigazione) nella zona interessata. Verrebbero paralizzati i sistema di difesa del Paese, andrebbero in tilt traffico stradale, marittimo e aereo. Così come le comunicazioni governative e civili. Tanto da mettere in ginocchio l'intero sistema economico.

Secondo la relazione letta da Pry, la Corea del Nord avrebbe addirittura già portato a termine con successo un attacco a impulsi elettromagnetici sugli Usa all'inizio del 2013, quando le tensioni tra i due Paesi erano al massimo livello. Poco dopo, la Corea del Nord avrebbe messo in circolazione il famoso video in cui si simulava un attacco nucleare su Washington. Nel dicembre del 2012, sempre secondo Pry, un satellite della Corea del Nord fu rintracciato mentre era sopra alla zona centrale e orientale degli States. Fosse stato dotato di testata nucleare, avrebbe potuto provocare un disastro. Il Dipartimento di sicurezza nazionale di Washington al momento non ha replicato alle affermazioni di Pry.

Barack Obama

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO