Sì di Camera e Senato a Def e rinvio del pareggio di bilancio

Anche Lega e Sel hanno dato il via libera al rinvio del pareggio di bilancio.

156 sì, 92 no e due astenuti al Senato, 348 sì, 143 no alla Camera: sono questi i voti ricevuti dalla risoluzione di maggioranza che permette al Def (il Documento di economia e finanza) del governo Renzi di incassare l'approvazione di entrambi i rami del Parlamento.

Relatore del provvedimento in Aula è stato il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan che, presentandolo, ha spiegato anche che l'esecutivo ha deciso di rinviare il pareggio del bilancio e per questo ha chiesto un voto a maggioranza assoluta che ha ottenuto.

La possibilità di rinviare il pareggio in caso di "eventi eccezionali" è prevista nell'articolo 6 della legge 243 del 2012 e in questo caso gli "eventi eccezionali" sono la crisi economica che ha gravato sulle spalle degli italiani e per superare la quale il governo si propone di ridurre il cuneo fiscale e contributivo il cui peso si fa sentire sui lavoratori dipendenti e assimilati a più basso reddito.

Come ha spiegato in una lettera inviata al vice-presidente della Commissione Europea, Padoan ha ribadito l'intenzione di sostenere la domanda con la possibilità di sfruttare le clausole di flessibilità del Patto Ue per rilanciare gli investimenti pubblici.
Priorità del governo è attualmente il pagamento dei debiti della pubblica amministrazione.

Anche la proposta di rinviare il pareggio del bilancio al 2016 è stata approvata con 170 sì (inclusi quelli della Lega), 87 contrari e un astenuto in Senato e 373 sì 114 no e 4 astenuti alla Camera.

Sel ha specificato che il suo è un "sì tecnico" alla deroga del pareggio, mentre ha votato no al Def perché ritiene che manchino le misure necessarie per uscire davvero dalla crisi.
Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione Ue e capolista nella circoscrizione Centro per Forza Italia alle elezioni europee del prossimo 25 maggio, ha detto che il governo sta facendo un pasticcio perché "ottenere un allentamento dei vincoli di bilancio è possibile con riforme già avviate, non solo con le promesse".

Doppio voto di fiducia in Camera e Senato su due provvedimento diversi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO