I magistrati protestano contro i tagli ai loro stipendi per coprire i bonus Irpef

Secondo l'Anm è una "grave iniziativa unilaterale del governo".

Domani si conosceranno i dettagli del decreto che prevede il taglio dell'Irpef che dovrebbe consistere in un bonus del 3,5% fino a 17.714 euro di reddito all'anno, di 620 euro fissi per i redditi tra 17.714 e 24.500 e poi via via a scendere fino ad azzerarsi per i redditi sopra i 28mila euro. Sono i famosi 80 euro al mese in più per i lavoratori promessi dal governo Renzi, ma se da una parte si dà da un'altra si deve togliere.

Di certo non c'è ancora nulla, occorre aspettare che Matteo Renzi sveli il decreto, ma di ipotesi in questi giorni se ne sono fatte tante e una molto temuta da una particolare categoria è quella secondo cui per coprire il bonus Irpef si va a tagliare gli stipendi dei magistrati oltre che dei manager pubblici e dei docenti universitari.

L'Associazione nazionale dei magistrati ha commentato che questa iniziativa unilaterale del governo che senza confrontarsi con le categoria interessate e con un provvedimento d'urgenza procede a una riduzione delle retribuzioni è da considerarsi molto grave. L'Anm, tuttavia, precisa che non vuole sottrarsi all'impegno di solidarietà poiché anche i magistrati sono consapevoli delle difficoltà in cui si trovano ampi strati della popolazione, ma ritiene che le risorse vadano redistribuite in modo equo, "a parità di capacità contributiva", e quindi attraverso strumenti di natura fiscale e non con soluzioni che vanno a incidere solo su una parte del pubblico impiego e non colpiscono gli evasori, le grandi rendite e le retribuzioni del settore privato.

Il sindacato dei magistrati ritiene che un'iniziativa come quella di cui si sta parlando in questi giorni andrebbe a colpire anche le retribuzioni medie, onnicomprensive e molto distanti da quelle cifre che spesso i mezzi di informazione ipotizzano quando parlano di stipendi dei giudici.

Tagli a stipendi magistrati per copertura bonus Irpef

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO