Ballarò, puntata 22 aprile 2014

La puntata di Ballarò in diretta su PolisBlog

23.32 Finisce la puntata, alè.
23.31 "Il maggior difetto di Renzi? Tifare Fiorentina".
23.31 Padoan: "Un ministro tecnico senza il sostegno della politica non va da nessuna parte. La forza del governo sta nel fatto che la strategia è unica e richieda il contributo di tutti".
23.29 Secondo Padoan "l’euro non è una moneta straniera, ci conviene perché starne fuori renderebbe l’Italia più povera".
23.28 Il ministro: "Renzi è molto dinamico, ma le decisioni finali sono sempre condivise". Ed ancora: "Gli italiani in media pagano troppe tasse, poi ci sono alcune sprerequazioni".
arp
23.27 Padoan: "La finanza pubblica italiana sta andando nella direzione giusta sia come deficit sia come debito".
23.26 Padoan: "Se ci saranno tagli alla Sanità saranno ad opera degli enti locali".
23.25 Il ministro è sicuro: "L'economia crescerà di più di quanto noi stessi abbiamo detto".
23.24 Padoan: "Sono preoccupato tutti i giorni, ma anche fiducioso. Stiamo facendo cambiamenti, ma non sono finiti".
23.22 Padoan annuncia: "Alle imprese tagli Irap permanenti". Poi ribadisce: "Alcune misure temporanee saranno sostituite dalle permanenti il prossimo anno".
23.22 Padoan: "Vado d'accordo con Renzi, anche se gli ho mandato un sms dopo il gol della Roma contro la Fiorentina".
23.20 Padoan: "I conti si fanno il 31 dicembre. Facciamo emergere in totale 20 miliardi ridando liquidità alle imprese".
23.20 Ricorsi delle banche? "Le regole che stiamo finalizzando credo escluderanno la possibilità di ricorsi".
23.15 Sul pacchetto sobrietà: "Il tetto ai manager vale anche per i contratti già stipulati, parte da maggio". Il ministro: "La Rai verserà un contributo iniziale quest'anno, poi si vedrà nella legge di stabilità". Ed ancora: "Non so quanti F35 compreremo, è da chiedere al ministro della Difesa".
23.14 Padoan ammette che è possibile che ci siano tagli alla sanità decisi dagli enti locali, anche se ovviamente il governo mira ad evitarli.
padon primo piano
23.12 Padoan sulle coperture: "Noi sappiamo dove trovare i soldi e abbiamo fiducia di trovarli dove li cerchiamo". Quindi aggiunge: "Starà agli enti locali decidere come e dove ottenere il taglio che noi chiediamo loro. Se non ce la fanno, ci saranno tagli meno puntuali e più lineari, cioè una cosa che mi piace di meno".
23.11 Il ministro: "Bisogna trovare soldi permanenti. L'una tantum serve per far partire la macchina".
23.10 Padoan: "Questa manovra è che il taglio delle tasse è finanziato dal taglio delle spese. In tre anni raggiungeremo il pareggio strutturale. Ci sono riforme strutturali anche sul lavoro".
23.08 Padoan sugli 80 euro: "È un'operazione che dà risorse vere a imprese e famiglie in tempi brevi. Le coperture sono permanenti e andranno a regime dal prossimo anno. Per tutti coloro che hanno un reddito tra gli 8 mila e 26 mila saranno 80 euro".
23.06 L'intervista di Floris a Padoan, al ministero dell'Economia.
padoan floris ballaro
23.00 La satira politica in un servizio.
22.56 Pubblicità.
22.52 In un servizio ascoltiamo i pareri di alcuni personaggi celebri sui temi politici. Da Insinna a Loy, passando per Carioti e Giletti.
22.49 Verhofstadt: "La malattia dell'Italia sono i due partiti, Pd e Forza Italia".
22.46 Gardini: "Speriamo che la sinistra cambi volti e nella sostanza. Il Job acts è diventato un libro dei sogni. La sinistra ha messo dentro l'euro in questo modo, ha allargato con Prodi l'Europa in modo sconsiderato congelando l'integrazione. La sinistra è innamorata delle elite e delle banche". Moretti: "Abbiamo tassato le banche. In Europa una sinistra così non esiste più".
22.44 Gomez spiega la scelta di Renzi di non partire dagli incapienti: "10 milioni di voti sono di più di 4 milioni".
peter gomez4
22.43 Moretti: "Non si può pensare di fare tutto e subito, abbiamo scelto delle priorità" Poi aggiunge: "Non sono state tagliate le pensioni, Renzi ha detto che il prossimo provvedimento riguarderà gli incapienti, cioè chi ha redditi inferiori agli 8 mila euro".
22.37 Un servizio introduce il tema dei pensionati.
22.37 Giordano: "Il pensionato i risparmi li mette sulla casa e sui conti correnti. Abete difende le banche che hanno causato la crisi".
22.35 Secondo Abete i provvedimenti di Poletti sul lavoro porteranno alla crescita di 200 mila lavoratori full time a tempo determinato l'anno prossimo.
22.33 Il provvedimento sul lavoro (in discussione).
lavoro1
22.29 Abete: "L'economia piano piano sta ripartendo. Ma sulla Terra non c'è nessuno che possa fare miracoli".
22.28 I soldi che servono nel 2015.
sold
22.25 Verhofstadt: "Gli 80 euro onestamente non risolvono la crisi, serve una strategia di un'altra dimensione. Forza Italia non ha fatto niente negli ultimi 10 anni in Italia. Il Pd pensa di risolvere la crisi alzando il debito pubblico. Scelta europea è un'alternativa per gli italiani".
22.22 Un servizio riporta il vox populi sui provvedimenti del governo Renzi. Ma anche su Grillo.
renzi sal
22.22 Gomez fa notare che dare gli 80 euro a chi guadagna più di 8000 euro "è una scelta legittima, ma politica" alludendo alla convenienza elettorale.
22.21 Moretti: "Abbiamo dato uno shock agli italiani, il decreto sul lavoro dà più possibilità ai giovani".
22.20 Moretti: "C'è un po' di nervosismo, ma non dobbiamo fare terrorismo sulla pelle degli italiani. La torta è sempre la stessa, il governo ha deciso di dare fette più grandi a chi in passato ha avuto quelle più piccole o non ne ha avute proprio".
22.17 Giannini rivendica l'assenza di tagli in sanità, scuola, università e ricerca. Gardini ricorda i dati sulla disoccupazione in Italia e fa riferimento alla deflazione.
gardi
22.15 Giannini: "Per la prima volta sono state date risposte concrete in due mesi. Questo provvedimento non si esaurisce nel 2014".
22.15 Giannini: "Questo non è il governo di Renzi e del Pd, ma di coalizione".
22.10 Un servizio racconta la caccia ai tagli del governo Renzi per trovare le coperture per il 2015.
22.09 Secondo Gomez i tagli previsti per il 2015 riguarderanno "i servizi dei quali usufruiscono le persone che oggi ricevono gli 80 euro".
22.07 Secondo Gomez, Renzi non ha ben chiaro cosa farne dell'Italia dal punto di vista industriale.
22.05 Mastella ci tiene a dire che la macchina su cui viaggia è sua.
macchina è mia
22.01 Un servizio racconta la campagna elettorale di Forza Italia, Pd, M5S, Fratelli d'Italia.
bracconeri1
21.57 Pubblicità.
21.56 Verhofstadt: "Conosco Berlusconi e Grillo, i loro movimenti vogliono uscire dall'euro, io sto con Scelta Civica, uscire dall'euro sarebbe una tragedia".
collegamento
21.54 Abete: "Gardini, Berlusconi ci ha inebriato di aspettative, anche con spirito positivo. Capisco fare opposizione al governo, ma dire che Renzi dopo due mesi racconta favole... da parte di chi lo ha fatto per 20 anni". Gardini replica ricordando che Abete è andato alle primarie del Pd.
21.53 Abete: "Renzi sarà costretto l'anno prossimo a intervenire sulla spending, perché non ci sarà un'altra Banca d'Italia della cui pluslvalenza usufruire".
21.51 Abete: "La domanda interna è troppo debole oggi, è utile intervenire in questo senso, anche se il provvedimento da solo non risolve il problema".
21.48 Abete: "Questa manovra è di sinistra". Giordano: "Il pensionato è di destra". Abete si arrabbia perché il giornalista lo interrompe:

Un giornalista che non ascolta gli altri, ma solo se stesso, non parte con piede giusto.

21.47 Moretti: "Per la prima volta pensionati e famiglie non si ritrovano tagli alla sanità. I sacrifici li faranno le banche". Giordano insiste: "I conti correnti!".
21.45 Moretti: "Questa è disinformazione, a lei dà fastidio che qualcuno finalmente faccia le cose invece che blaterare".
moretti giordano
21.43 Giordano: "Il governo è bravissimo a trovare slogan, ma la manovra non è strutturale, lo ha dichiarato anche Padoan, perché nel 2015 bisognerà capire dove trovare le coperture. Dietro gli 80 euro si nascondono una serie di nuove imposizioni fiscali, per esempio sui conti correnti e depositi postali".
21.42 Giannini assicura a Gardini che Scelta Civica e il governo vogliono "riformare strutturalmente" il Paese.
21.40 Giannini spiega i cardini del provvedimento: dare liquidità ai ceti che hanno meno soldi e restituire fiato alle imprese con la riduzione dell'Irpef.
21.39 Moretti: "Finalmente c'è un governo che dalle parole passa ai fatti".
gardini moretti
21.38 Secondo Gardini col governo Renzi arriveranno tempi bui.
21.37 Moretti parla anche di giustizia sociale: "Abbiamo creato il pacchetto sobrietà, con la norma Olivetti che cerca di mettere una soglia ai manager pubblici, agli alti magistrati e militari".
21.36 Moretti nota che il provvedimento serve a ridare respiro al consumo interno, restituendo soldi alla classe media.
21.35 Gardini: "Renzi è molto bravo a fare il gioco delle tre carte e a non dire a chi toglie i soldi per gli 80 euro".
gardini
21.32 Gardini dice che c'è una grande confusione intorno alle coperture finanziarie degli 80 euro. Poi definisce Renzi "un grande comunicatore".
21.26 Un servizio introduce il tema degli 80 euro in busta paga.
21.25 Spazio anche alle ironie sul Vaticano e sul cardinal Bertone.
21.17 È il momento di Maurizio Crozza. Che ironizza sul presunto piano segreto di Renzi contro gli Usa per gli F35.
maurizio crozza1
21.14 Pubblicità, poi Maurizio Crozza.
21.11 La chiocciola, in una casa per anziani.
21.08 Gomez ridimensiona l'eliminazione del 'segreto di Stato' annunciato da Renzi poco fa. Anche Giordano fa notare che non esisteva un vero segreto di Stato in quanto i documenti erano già in possesso degli addetti ai lavori, mentre da oggi saranno pubblicabili.
stragi
21.05 Floris introduce i temi della puntata e presenta gli ospiti in studio.

padoan

Questa sera torna l'appuntamento con Ballarò, il talk show di Rai3 condotto da Giovanni Floris. Nel corso della puntata, seguita in liveblogging da PolisBlog a partire dalle ore 21.05, verrà trasmessa l'intervista realizzata al ministro dell'Economia e Finanza Pier Carlo Padoan nella quale verrà interrogato sui contenuti della manovra fiscale del governo Renzi che porterà 80 euro di bonus nelle buste paga degli italiani.

Tra i temi della puntata il decreto della riforma del lavoro al voto e la politica economica di Renzi. Ad animare il dibattito in studio il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, Alessandra Moretti del Pd, Elisabetta Gardini di Forza Italia, il presidente della BNL Luigi Abete, il giornalista e scrittore Mario Giordano, il direttore del Fattoquotidiano.it Peter Gomez e il candidato alla presidenza della Commissione Europea Guy Verhofstadt. Il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli illustrerà i sondaggi; la copertina satirica affidata come sempre a Maurizio Crozza.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO