La Gabbia, la puntata del 23 aprile 2014

La 17esima puntata del programma d'approfondimento politico di La7 su Polisblog.

la gabbia 23 4 14 12

00:30 dopo il consueto editoriale in musica di Gianluigi Paragone, la puntata di stasera termina qui.

00:18 Falasca: "L'Italia è un paese da riformare". Donato: "Ma non si può fare, alzando le tasse". Parte un servizio dedicato alle risposte "supercazzola" dei politici. Subito dopo, c'è l'intervento satirico di Paolo Hendel nei panni dell'imprenditore Carcarlo Pravettoni.

la gabbia 23 4 14 11

00:11 Falasca: "C'è un'associazione di idee tra crisi e l'euro. Ma l'euro ci ha riparato dalla crisi che invece è stata tutta italiana. L'euro non c'entra niente. Chi attacca l'euro, difende la nostra classe politica". Donato: "I paesi che hanno sofferto per l'euro sono la Finlandia, il Belgio, la Francia, la Grecia, la Spagna. Anche questi paesi hanno una pessima classe politica. Ci ha guadagnato solo la Germania. E' sufficiente svalutare un po' l'Euro arrivando allo stesso cambio con il dollaro. Così le imprese possono ripartire".

00:05 Donato: "L'euro ci affossa. Nell'eurozona, la BCE produce l'euro, una moneta rigida che costringe i paesi a svalutare i salari. Non risolveremo mai così il problema della disoccupazione. Ci sono anche i vincoli del MES, ERF e Fiscal Compact". Falasca: "Il paese deve tornare a crescere sulla competitività delle nostre aziende. La Germania esporta in Cina. Grazie all'euro, noi abbiamo risparmiato 700 miliardi di interessi sul nostro debito pubblico. Soldi con cui avremmo potuto ridurre l'Irap, l'Irpef, investire in Internet e riformare il Welfare. L'Europa è un progetto di pace e di prosperità".

23:56 dopo la pubblicità, vediamo un servizio dedicato alle banche che mettono in ginocchio aziende sane. In studio, assistiamo al duello tra Francesca Donato e Piercamillo Falasca. L'argomento è Euro e Europa.

23:47 Schlein: "I soldi si potrebbero trovare dalla lotta per la corruzione". Falasca sugli F35: "Bisogna avere un paese sicuro in un paese atlantico. Io spero che Renzi non li tolga". Vediamo il servizio satirico di Saverio Raimondo.

la gabbia 23 4 14 10

23:44 Gentili: "Renzi non sta trovando un rimedio per l'evasione fiscale". Mughini: "Una cosa che non amo è l'auspicio che domani le tasse scenderanno. Il povero Renzi ha pensato di abbassare un po' di tasse e non aveva una lira sotto il materasso e li sta cercando disperatamente questi soldi".

23:41 Gentili: "La gente non percepisce bene l'importanza di questi dati. Su tutte cose, poi alla fine si pensa che è sempre colpa dell'Europa". Donato: "Serve una drastica riduzione della pressione fiscale. L'imprenditore, oggi, o evade o chiude. Non si abbassano le tasse perché l'Europa non ce lo consente".

23:35 parte un servizio dedicato a "quelli che ti mettono ko" ossia l'Inps, le banche, i centri per l'impiego, l'Unione Europea ed Equitalia. In studio c'è Elisabetta Maccioni: "In Lombardia, la tassazione sugli immobili è cresciuta. Una piccola impresa artigiana, con la Tasi, pagherà quasi mille euro in più con l'aliquota massima. E' un'ulteriore stangata per le imprese. Per un'impresa, è difficile dare lavoro ai giovani".

23:28 Falasca: "La politica non può risolvere i singoli problemi delle aziende. Portare una telecamera nascosta dentro Palazzo Chigi (riferimento al servizio su Eutelia) è violare la legge. In Italia, hanno dato la pensione a persone che non la meritavano. Bisogna riportare i soldi sul Welfare. I centri dell'impiego sono il nuovo scandalo. Non si risolvono i problemi, bussando al ministero. La politica deve pensare a tutti".

la gabbia 23 4 14 9

23:25 Donato: "I senzatetto sono una vergogna per lo Stato. Lo Stato dovrebbe attivarsi per aiutare il cittadino a trovare lavoro. Uno stato sovrano dovrebbe riprendersi il posto sopra la finanza. La finanza ha preso il posto della politica". Mughini: "Siamo al 132% di deficit. Anche le banche sono in crisi. Parlare a vanvera non serve a nessuno".

23:22 parla una dipendente della Satiz: "Noi non abbiamo potuto parlare di lotta per mantenere il posto di lavoro. Gli ammortizzatori sociali sono ottimi ma non ti fanno vivere. La nostra anomalia è che nessuno si prendere la responsabilità. Dal primo aprile, siamo in mezzo ad una strada. Senza lavoro e senza ammortizzatori".

23:14 dopo la pubblicità, parte un altro servizio dedicato agli "invisibili", in questo caso cittadini che abitano in roulotte vicino al cimitero del Verano. In studio, Schlein: "Un pezzo di sinistra a volerla ascoltare c'è. Sul piano di riforme e sul piano del lavoro, stiamo facendo qualcosa per migliorare le cose. Renzi debba ascoltare il dibattito interno al PD".

23:05 Zanicchi: "L'Europa può dare tante opportunità ma noi non le usiamo. L'Europa ha dato i soldi e noi li abbiamo usati per Pompei, gli altri sono tornati indietro. Potevamo creare lavoro e non l'abbiamo fatto". Parte un servizio dedicato ai politici "nervosetti".

la gabbia 23 4 14 8

23:03 Mughini: "La disoccupazione è un buco nero evidente. Se avessi figli, non ci dormirei la notte. Devo fare un'osservazione: si dice che c'è mancanza di progetto ma non si può progettare nulla visto che del domani non c'è certezza". Gentili: "Il problema che mi ritrovo a vivere è un'ansia enorme perché il futuro è una minaccia".

22:57 Schlein: "Stiamo parlando di lavoratori formati, altamente specializzati. Non si investe più in formazione. La formazione è centrale. E' vero che c'è poco progetto. In Europa, si stanno facendo investimenti sui giovani. Anche gli stage non pagati sono un problema. E' una nuova forma di schiavitù". Gentili: "Con il Jobs Act, resta tutto paralizzato. E' la strategia che manca. Governare questo paese, al momento, è impossibile".

22:55 Gentili: "Ai giovani, non viene data la possibilità di progettare il proprio futuro. Non c'è un progetto. Né in politica, né in Europa". Zanicchi: "Gli italiani sono un popolo troppo paziente. Le condizioni della gente che va al lavoro sono disastrose. L'istruzione è fondamentale anche se si fa il manuale".

22:52 Beha: "In questo paese non si ragiona più da un pezzo. Le parole hanno perso il loro significato. C'è un deficit di cultura generale e lavorativo spaventoso. C'è stato un genocidio culturale negli ultimi anni". Mughini: "Oggi con una laurea, non vai nemmeno dietro l'angolo della strada. Io con la mia laurea, mi ci sono pulito le scarpe ma ai miei tempi si aprivano altri varchi. Il laureato che si è messo a fare il falegname è un genio".

la gabbia 23 4 14 7

22:49 Gentili: "Secondo me, siamo arrivati ad un punto di saturazione. Il tasso di disoccupazione è anomalo, qui il discorso è di natura umanistica e non solo politica. Il Nuovo Centrodestra sta dicendo cose che non interessano a nessuno. Il PD sta facendo il proprio gioco e cercano di lenire il male che si è creato. E' tutto una farsa".

22:42 dopo la pubblicità, assistiamo ad un nuovo servizio dedicato alla cosiddetta Generazione 3.0, i futuri laureati. Tra gli ospiti in studio, si aggiunge Veronica Gentili.

22:29 parlano i lavoratori di Eutelia: "La nostra azienda è finita in mano ai delinquenti in accordo con il ministero dello Sviluppo Economico". Parte un servizio dedicato al problema dei debiti della pubblica amministrazione.

22:28 Mughini: "Io non ho capito le ragioni di fondo dell'Eutelia. Non è una questione di volontà. E' colpa della crisi economica. La politica non moltiplica i pani e i pesci". Donato: "I nostri politici dovrebbero intervenire realmente nella crisi economica. Tutti i popoli che hanno sovranità monetaria sono riusciti a intervenire nella crisi. Non è vero che se si immette moneta, l'inflazione va alle stelle".

la gabbia 23 4 14 6

22:25 Zanicchi: "Il qualunquismo non mi piace. Io sono da 4 anni in Europa e non sono stata al governo. Io ho adottato una famiglia con 5 figli". E partono le parolacce. In collegamento, c'è Giampiero Mughini.

22:23 parlano i lavoratori Agile ex Eutelia: "Tutti i ministri che si sono succeduti nella nostra vicenda non hanno fatto niente. Il centrodestra non ha mai aiutato i lavoratori. Il PD erano con noi e ci aizzavano contro il governo Berlusconi. Oggi la vertenza è stata chiusa con una lettera di licenziamento. Il PD ha fatto lo sciopero della fame con noi e oggi ci hanno accoltellati".

22:21 Beha: "Il Movimento Cinque Stelle sta aprendo delle finestre. Le bugie del passato venivano dette ad un paese che stava bene. Oggi la crisi è profondissima". Zanicchi: "Io sono amica di Grillo. Siamo partiti insieme, c'è una simpatia. Grillo dice cose sacrosante ma è troppo facile dire senza fare".

22:09 dopo la pubblicità, parte un servizio dedicato alla protesta dei lavoratori Agile ex Eutelia. Tra gli ospiti, si aggiunge Francesca Donato. In studio, Paragone ringrazia la Castelli per aver partecipato attivamente al servizio dedicato ad Eutelia. Castelli: "Nessuna parte politica vuole mostrare ai cittadini cosa succede. Nel caso di Eutelia, ci sono gli stessi uomini cattivi che rovinano le aziende sane. C'è la volontà di non cambiare nulla".

la gabbia 23 4 14 4

21:54 Falasca: "Non ci sono margini per il reddito di cittadinanza". Castelli: "Le spedirò tutte le coperture". Falasca: "Il Welfare non è fatto per chi prende soldi senza fare nulla". Ancora Falasca: "Il problema vero di questo paese è la riduzione della spesa pubblica. Con Berlusconi, c'è stata una caduta del PIL mai vista". Zanicchi: "Con Berlusconi, il tasso di disoccupazione era più bassa". Schlein: "Il reddito di cittadinanza è una proposta seria. La copertura è pari a 3 milioni di euro. Non abbiamo mai fatto nulla sull'evasione fiscale". Parte un servizio dedicato al ministro Federica Guidi.

21:51 Beha: "Tutti dovrebbero farsi un esame di coscienza. Anche i sindacati. I sindacati sono caste che vanno messe in discussione". Castelli: "Noi spingiamo sulle proposta del reddito di cittadinanza. L'abbiamo depositata, proposta ed è già stata bocciata due volte. La legge sarà ancora modificata dalla rete. Si parlava di 800 euro a testa. Gli 80 euro di Renzi? Lasciano fuori un sacco di cittadini".

21:46 Zanicchi: "I sondaggi penalizzano Forza Italia. Non dite gatto finché non ce l'avete nel sacco. Occhio a Berlusconi! Mio marito è un piccolo imprenditore con 50 operai, non ce la fa più perché è strozzato dalle tasse. Un imprenditore deve anche avere la possibilità di licenziare operai lazzaroni". Parte il servizio firmato da Nessuno, dedicato a Matteo Renzi e alla mossa di togliere il segreto di Stato sulle stragi: "Non cambierà niente. E' una trovata propagandistica".

21:42 Schlein: "Io non mi sento una conservatrice. Questa riforma del lavoro non è funzionale". Beha: "In questo paese è sparita la dignità del lavoro". Castelli: "I cittadini sono diventati l'anti-politica. I cittadini non vogliono più questa politica. Da una parte ci sono i cittadini onesti e dall'altra c'è tutto il resto ossia chi difende i propri interessi".

la gabbia 23 4 14 3

21:36 Paragona mostra i sondaggi: il PD e il M5S sono in salita, Forza Italia in discesa. Falasca: "C'è Renzi e poi ci sono due conservatorismi, di sinistra e di destra. C'è un tentativo di innovazione che speriamo vada avanti e l'anti-politica, il Movimento cinque stelle, che è la malattia". Fischi in studio. Beha: "Chiamare anti-politica chi si oppone ad una politica fallimentare, è offensivo e intellettualmente disonesto. Lei è montiano: con due anni di Monti, c'è stato un disastro". Falasca: "Questo paese dovrebbe ringraziare Monti".

21:31 Schlein: "Renzi doveva passare per l'elezione con una nuova legge elettorale. Siamo con la stessa maggioranza. E' difficile dare risposte ai lavoratori. Tutte le persone che vogliono abolire il Senato, ne riconoscono il valore". Castelli: "Questi decreti di Renzi rimangono fermi al Senato perché non riesce a mettersi d'accordo con la sua maggioranza. La legge elettorale, ad esempio, è ferma. Abbiamo perso del tempo sulla pelle degli italiani".

21:27 Zanicchi: "Sono scettica dalle parole di Sandro Bondi. Forse è stato frainteso. E' l'uomo più fedele a Berlusconi". Beha: "Fedele? Ma Bondi mica è un cane!". Zanicchi: "Se Bondi vuole andare se ne vada. Berlusconi deve essere simile a Renzi? Ma sono i renziani che sono simili a Berlusconi! Renzi, un tacchino ripieno? E' stata solo una battuta. Renzi mi ha deluso quando ha detto che non avrebbe mai preso il posto di Letta".

21:25 i primi ospiti sono Iva Zanicchi, Piercamillo Falasca, Elly Schlein e Oliviero Beha. Inizia quest'ultimo: "E' un paese deprivato di fiducia. Bisogna porsi questo problema. Del paese, non frega niente a nessuno". In collegamento, c'è Laura Castelli del Movimento Cinque Stelle.

la gabbia 23 4 14 1

21:17 inizio trasmissione. In studio, Gianluigi Paragone introduce un servizio dedicato alla spaccatura tra il Partito Democratico e il Nuovo Centrodestra sul decreto lavoro. La domanda è la seguente: è una vera spaccatura o una finta rottura per fare campagna elettorale?

La Gabbia, puntata 23 aprile 2014: Anticipazioni e Live su Polisblog

la gabbia 1 27 19 Questa sera, a partire dalle ore 21 su La7, andrà in onda la diciassettesima puntata della seconda edizione de La Gabbia, la trasmissione d’approfondimento politico condotta da Gianluigi Paragone.

Durante la puntata di questa sera, come ormai di consueto, Gianluca Paragone tratterà e approfondirà una serie di temi d’attualità legati alla lotta alla tecnocrazia, alla casta, al potere politico e al potere finanziario che, in Europa e quindi anche in Italia, stanno creando problemi sociali da cui è sempre più difficile uscirne. Anche stasera, interverranno una serie di ospiti che diranno la loro opinione circa questi argomenti.

Nel corso della puntata, inoltre, assisteremo anche ai due spazi comico-satirici riservati a Paolo Hendel, l'attore toscano che interpreta il ruolo dell’imprenditore Carcarlo Pravettoni, e al servizio di Saverio Raimondo.

Polisblog seguirà in diretta anche questa puntata de La Gabbia, riportando e commentando tutte le dichiarazioni degli ospiti che interverranno stasera.

L’appuntamento è a partire dalle ore 21:10.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO