Elezioni Europee 2014 | Sondaggi: I Popolari rimangono davanti ai Socialisti

poll watch 23 04
Elezioni Europee 2014. L'ultimo sondaggio di Pall Watch è datato 23 aprile. Rispetto alla rilevazione precedente, presentata una settimana fa, i popolari (Ppe) si confermano in testa rispetto ai Socialisti e Democratici (S&D), anche se la distanza tra le due forze si è sensibilmente ridotta. I seggi virtuali di differenza tra le due formazioni passano da 13 a 9: 217 a 208.

Il Partito Socialista, che candida come presidente della Commissione Martin Schulz, registra un lieve rialzo, ma rimane dietro al centro-destra in molti paesi europei: Germania, Francia, Spagna, Irlanda, Polonia, Ungheria, Austria e Slovenia. Tuttavia il distacco minimo complessivo dal Ppe, guidato da Jean-Claude Juncker, evidenzia che i giochi sono apertissimi.

Schulz e Juncker sono in piena campagna elettorale, in "tour" nei paesi membri dell'Unione. Entrambi stanno cercando di sollevare l'interesse dei cittadini sui temi inerenti alle politiche continentali, ma non pare una missione semplice. Sembra, infatti, che a pesare di più sulle scelte degli elettori siano le vicende nazionali.

Inoltre, per risvegliare l'interesse degli indecisi, i due contendenti stanno ponendo l'accento sull'indicazione elettorale riguardante la nomina del futuro presidente della Commissione, di cui dovrà tener conto il Consiglio. Tale indicazione dovrebbe apparire come una garanzia di maggiore partecipazione alle istituzioni europee, considerate distanti e "nemiche" da molti cittadini della Ue.

Per il resto non si registrano particolari variazioni. Alde (Alleanza dei Liberali e Democratici Europei), guidata dal belga Guy Verhofstadt, rimane al terzo posto con 63 seggi virtuali (3 in più rispetto alla settimana scorsa). Al quarto posto si riconferma Gue, che presenta alla Commissione il greco Alexis Tsipras. La sinistra, secondo il sondaggio, si attesterebbe a 51 seggi.

Infine, rileviamo che se si sommano i voti dei partiti aderenti ad Eaf (Alleanza Europea della Libertà) di Marine Le Pen si arriva ad un risultato di 35 seggi: 20 per il Front National in Francia, 4 per il PVV in Olanda, 4 per la FPÖ in Austria, 4 per la Lega Nord in Italia , 1 per la VB in Belgio, 1 per SD in Svezia e 1 per SNS in Slovacchia.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO