Silvio Berlusconi a Porta a Porta: "Renzi simpatico tassatore, riforme a rischio"

L'ex cavaliere a tutto campo su governo e guai giudiziari


Cominciano le anticipazioni dell'attesa intervista a Porta a Porta di Silvio Berlusconi. L'ex Cavaliere, a poche ore dall'affidamento ai servizi sociali, non manca di criticare la sentenza che lo ha portato tra l'altro all'interdizione dai pubblici uffici. "Una sentenza assolutamente ingiusta, costruita da precise regie", che si dice sicuro sarà annullata per i numerosi ricorsi presentati e ancora da presentare.

Ma è sulla politica interna che si concentra maggiormente Berlusconi, e in particolar modo sul cammino delle riforme avviato con Matteo Renzi ma ora messo a rischio. La priorità data dal governo alla riforma del Senato rispetto all'Italicum non piace al leader di Forza Italia

Per il momento la riforma della legge elettorale è spiaggiata in Senato. Se poi andrà avanti la riforma del Senato, credo che difficilmente questa legge elettorale potrà essere costituzionale"

E la decisione di Renzi di bloccare l'approvazione dell'Italicum è stata "un colpo" al patto sulle riforme, e la riforma del Senato "così non è votabile", anche se l'ex Cavaliere precisa che manterrà gli impegni presi. A Berlusconi non piace neanche il decreto Irpef con l'aumento di 80 euro in busta paga: "una mancia", che comunque verrà annullata dalle altre tasse.

Renzi deve trovare dei fondi, sono 830 milioni di euro al mese. Per trovarli ha mantenuto la tassa sulla casa ed il prossimo anno gli italiani pagheranno 32 miliardi. E per quanto riguarda i risparmi e i depositi ha aumentato il prelievo fiscale dal 20 al 27%. Con una mano darà 80 euro, ma per tutti gli altri sparisce la tredicesima

e definisce il premier un "simpatico tassatore".

Ma Berlusconi ne ha anche per Angelino Alfano:

Provo un dolore personale per il suo addio. Gli ho sempre dato tutto senza chiedere nulla in cambio, l'unico momento nel quale ho chiesto di essere sostenuto, cioè ho chiesto di dire al capo dello Stato e al governo che se continuavano a chiedere la mia decadenza noi avremmo fatto cadere l'esecutivo, loro hanno optato per continuare a fare i professionisti della politica.

Non manca poi il riferimento alle imminenti elezioni europee, con previsioni tutt'altro che rosee: confermando quanto già detto dal suo consigliere politico Giovanni Toti "arrivare al 20% senza di me sarà un miracolo", ma si dice certo che il partito supererà il 25%.

E riguardo i servizi sociali, Berlusconi ha già un'idea su cosa potrà fare nella struttura di Cesano Boscone: "Ho visto le foto del giardino della struttura che mi accoglierà, e ci sono molte cose da sistemare per una persona che ama la natura come me"
porta a porta silvio berlusconi 9

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO