Barack Obama a Seul: "La Corea del Nord è uno stato reietto"

Il Presidente degli Stati Uniti incontra la Presidente sudcoreana Park Geun-hye ed attacca Pyongyang: "Il Nord è pronto per un test nucleare"

Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama è in visita in Corea del Sud ed ha tenuto una conferenza stampa con la Presidente Park Geun-hye; lo sviluppo ed i rapporti tra sud e Stati Uniti, il mercato asiatico e l'incombenza del pericolo rappresentato da Pyongyang sono stati i temi principalmente trattati da Obama, che ha lanciato un chiaro monito alla Corea del Nord: niente nucleare.

Se dunque il clima lungo il 32esimo parallelo è sempre più infuocato, con il regime di Pyongyang che continua a minacciare imminenti test nucleari nonostante il divieto di proliferazione imposto dalla comunità internazionale, anche il Presidente Obama entra nel merito dei rapporti tra le due coree, e più in generale dei rapporti tra nord e resto del mondo:

"La differenza tra i due paesi è tra una democrazia che crede e uno Stato reietto che lascerebbe alla fame il suo popolo piuttosto che alimentarne le speranze e i sogni: la frontiera militarizzata segna il confine della libertà. [...] La guerra nucleare può scoppiare nella penisola in ogni momento, anche la Cina ha capito che la Corea del Nord è una minaccia significativa."

ha affermato Obama, che accusa la Corea del Nord di essere pronta "in ogni momento" ad effettuare un test nucleare: l'allarme è stato lanciato dalla Presidente sudcoreana Park Geun-hye, che ha spiegato come questo imminente test potrebbe essere il quarto effettuato da Pyongyang dopo quelli del 2006, del 2009 e del 2013. Un test nucleare annunciato a marzo e che potrebbe essere "del nuovo tipo", come detto dal regime nordcoreano.

U.S. President Barack Obama Visits South Korea - Day 2

In un discorso alle truppe americane a Seul Obama, che è in visita per due giorni, ha rassicurato la Corea del Sud sull'impegno americano in quel quadrante del pianeta, segnalando inoltre che "finalmente" anche la Cina si sarebbe resa conto del pericolo nordcoreano: Obama ha spiegato come il Presidente cinese Xi Jinping si sarebbe oramai nettamente schierato contro lo sviluppo nucleare cercato e voluto da Pyongyang.

Le pressioni internazionali sulla Corea del Nord, in tal senso, continueranno sempre più convintamente, ha spiegato il Presidente USA: una posizione diplomatica che, con l'apporto cinese, potrebbe sbloccare il clima che nella penisola è costantemente rovente da 15 anni.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO