Presidenziali in Afghanistan 2014 news: ballottaggio tra Abdullah e Ghani

Al primo turno delle presidenziali, Abdullah Abdullah ha ottenuto il 44,9 per cento delle preferenze, Ashraf Ghani il 32,5 per cento.

Sarà il ballottaggio a decidere chi sarà il nuovo presidente dell'Afghanistan. Nessuno dei candidati ha infatti superato il 50 per cento dei consensi al primo turno, come ha comunicato oggi a Kabul la Commissione elettorale. Il grande favorito, l'ex ministro degli Esteri Abdullah Abdullah ha ottenuto il 44,9 per cento delle preferenze, l'economista Ashraf Ghani si è fermato al 32,5 per cento. Al terzo posto Zalmai Rassoul con l'11,5 per cento dei consensi.

Si sfideranno dunque in un confronto senza esclusione di colpi Abdullah, nato a Kabul nel 1960 e di professione oftalmologo, e Ghani, economista di professione nato nella provincia di Logar 64 anni fa. Il primo è di madre tagika e di padre pashtun; all'inizio della carriera, fu vicino al più famoso Signore della guerra afgano, Ahmad Shah Massud. Nel governo Karzai è stato ministro degli Esteri, dal 2001 al 2009 quando poi ha deciso di sfidare proprio l'ex presidente, arrivando al ballottaggio ma ritirandosi dopo aver denunciato brogli.

Nel 2011, ha fondato la Coalizione nazionale dell'Afghanistan che ne ha sostenuto la campagna elettorale. I suoi candidati alla vice presidenza appartengono entrambi al partito Hezb-e-Islami Afghanistan (Hia), e sono Mohammed Khan e Mohammad Mohaqiq. Ghani è di etnia pashtun. Laureato all'università americana di Beirut, si è poi perfezionato alla Columbia University. E' stato ministro delle Finanze (2002 - 2004) e consigliere capo del presidente Karzai. Nel 2009 si è candidato alla presidenziali ottenendo solo il 3 per cento dei voti. Come candidati alla vice presidenza ha scelto una personalità discussa come il comandante Rashid Dostum, e Sarwar Danish.

Voto in Afghanistan

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO