Immigrazione, vertice a Palazzo Chigi: "Mare Nostrum va avanti, ma serve più impegno da Ue e Onu"

L'azione dell'operazione Mare Nostrum contro la criminalità organizzata è considerata positiva.

Questa mattina, lunedì 28 aprile 2014, a Palazzo Chigi c'è stato un vertice sull'immigrazione clandestina e in particolare sull'operazione Mare Nostrum, spesso molto criticata, soprattutto da parte della Lega che ne chiede l'abolizione.

Alla riunione hanno partecipato il Premier Matteo Renzi, alcuni membri del suo governo e cioè Angelino Alfano, titolare del dicastero dell'Interno, Federica Mogherini, ministro degli Esteri, Roberta Pinotti, ministro della Difesa, i sottosegretari Graziano Delrio e Marco Minniti e poi il Capo della Polizia Alessandro Pansa e il Capo di Stato Maggiore della Difesa ammiraglio Luigi Binelli Mantelli.

Si è fatto il punto della situazione ritenendo che l'azione dell'operazione Mare Nostrum di contrasto alla criminalità organizzata sia da ritenere positiva poiché ha consentito l'arresto di 207 scafisti e ha inoltre portato al salvataggio di numerose vite umane, nonostante molte altre, purtroppo siano andate perdute.

Si è tenuto conto anche delle criticità e il governo ha annunciato che durante il semestre di presidenza italiane del Consiglio Ue tornerà a chiedere con determinazione più impegno alle Nazioni Unite e all'Unione Europea nella gestione del fenomeno delle migrazioni nel Mediterraneo.

Proprio nei giorni scorsi il governo Renzi ha ricevuto dure critiche sulla gestione dell'operazione Mare Nostrum da parte dell'ex ministro dell'Immigrazione Cécile Kyenge, che faceva parte dell'esecutivo guidato da Enrico Letta e non è stata riconfermata dal suo successore (né è stato confermato il ministero). Kyenge, oggi candidata al Parlamento Europeo per le elezioni del 25 maggio, ha detto che "L'operazione Mare Nostrum è un progetto fermo perché non lo si sviluppa, non lo si fa andare avanti. L'operazione non va interrotta, ma rafforzata e completata, non lasciata a metà, così come gli altri percorsi che abbiamo iniziato. A partire dalla legge sullo ius soli"

In particolare sullo ius soli Kyenge ha chiesto la calendarizzazione della legge alla Camera e per protesta ha promesso di leggere all'inizio di ogni seduta in Aula una lettera di un bambino senza cittadinanza.

Operazione Mare Nostrum

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO