John Kerry: "Israle stato di apartheid", poi le scuse

Il segretario di Stato americano finisce nel mirino di repubblicani e pro-Israele per le frasi sulle trattative con i palestinesi


Continuano a essere difficili i rapporti tra John Kerry e lo Stato d'Israele. Da quando si è insediato al dipartimento di Stato americano, sono già stati diversi gli incidenti diplomatici con il governo di Tel Aviv, che d'altronde non ha mai mancato di palesare la propria insofferenza per il segretario di Stato americano.

Ma le ultime dichiarazioni di Kerry rischiano non solo di incrinare irreparabilmente i rapporti tra le due diplomazie, ma anche il ruolo stesso del segretario di Stato, finito nel mirino dei repubblicani e dei gruppi pro-israeliani. Ma cos'ha detto l'ex candidato alle presidenziali del 2004? Parlando del possibile stallo nelle trattative di pace – peraltro in un incontro a porte chiuse con la Commissione Trilateral – Kerry ha parlato del rischio che Israele diventi "uno stato di apartheid".

Queste le frasi come sono state riportate dalla stampa:

Ribadiremo la soluzione dei due Stati come l'unica vera alternativa. Perché uno Stato unitario finisce per essere uno Stato in cui vige l'apartheid, con cittadini di seconda classe, oppure uno Stato che nega a Israele la capacità di essere uno Stato ebraico

Frasi che, a ridosso del giorno in cui in Israele si celebrano le vittime della Shoah, hanno suscitato indignazione, portando addirittura i repubblicani del Congresso a chiedere le dimissioni di Kerry.

Il Segretario di Stato è dovuto correre ai ripari scusandosi con la più classica delle motivazioni: "sono stato frainteso".

Se potessi riavvolgere il nastro userei una parola diversa per illustrare la mia idea che l'unica soluzione per avere uno Stato ebraico e due nazioni e due popoli in pace e sicurezza è quella dei due stati

ha spiegato, aggiungendo che le frasi erano solo un esempio e che comunque sono state decontestualizzate.
John Kerry torna in Europa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO