Manifestazione studenti - Scontri a Milano e Roma (VIDEO)

Le manifestazioni contro "il progetto di privatizzazione dell'istruzione pubblica del Governo" si stanno tenendo principalmente in quattro città: Milano, Roma, Torino e Palermo. E in almeno due di queste - Roma e Milano - si sono registrati scontri con le forze dell'ordine. A Roma la tensione ha toccato il suo apice a Porta Portese, dove centinaia di studenti dei licei romani hanno cercato di sfondare un cordone della polizia che bloccava via Portuense. Gli agenti di polizia hanno difeso il presidio rispondendo all'attacco degli studenti. Oltre mille studenti medi protestano davanti alla sede del Miur, in viale Trastevere contro il governo per i tagli alla scuola.

A Milano lo striscione principale recita: "No ddl Profumo, fuori banche e aziende dalle scuole, saperi per tutti, privilegi per nessuno". E infatti le banche sono il bersaglio principale degli studenti, che hanno attaccato volantini e riempito di scritte le vetrine di Banca Intesa Sanpaolo. Reuters riporta anche di scontri in Corso Venezia

Attimi di tensione tra agenti e studenti anche a Milano, dove due diversi cortei hanno visto la partecipazione di circa 2.000 ragazzi. Un paio gli episodi di tensione: un primo in corso Venezia - dove c'è stato un lancio di uova davanti alla Banca Popolare di Milano - e un altro davanti alla nuova sede della Regione Lombardia, dove un ragazzo, poi indagato a piede libero, ha lanciato due fumogeni, provocando una carica di alleggerimento della polizia. Imbrattate anche le sedi di Citigroup e Intesa SanPaolo nei pressi di piazza Cordusio.

A Torino alla manifestazione per la scuola si sono uniti anche esponenti del movimento No Tav.

Stanno sfilando per le vie del centro circa 500 ragazzi, tra alunni delle superiori, universitari, esponenti dei centri sociali e No Tav, la polizia ha caricato i manifestanti almeno tre volte in risposta a lanci di bombe carta, fumogeni e uova. Quindici ragazzi sono stati fermati per essere identificati.

A Palermo, oltre Monti, Profumo e le banche, gli studenti protestano - e ci mancherebbe - contro la casta locale "capace solo di imporre tagli ed austerity ma mai di rispondere ai bisogni sociali di Palermo e dell'intera Regione".

Video da YouReporter.it

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO