Elezioni in Thailandia: decisa la data, si vota il 20 luglio

Lo scorso 2 febbraio, le elezioni anticipate in Thailandia sono state dichiarate incostituzionali. Si riproverà in estate.

La >Thailandia ci riprova. Sono state indette nuove elezioni per il prossimo 20 luglio, dopo che la Corte costituzionale ha invalidato quelle del 2 febbraio scorso. E' stato finalmente raggiunto un accordo tra la Commissione elettorale e il primo ministro, hanno fatto sapere funzionari thailandesi. Non è chiaro, però, se il principale partito d'opposizione, quello Democratico, parteciperà a queste consultazioni o le boicotterà, come è successo con le ultime.

Il premier Yingluck Shinawatra aveva deciso di far svolgere le elezioni anticipate nel febbraio scorso, nonostante fossero al culmine le proteste anti-governative di chi vorrebbe le dimissioni del primo ministro, accusato di essere in realtà una marionetta, comandata a distanza dal fratello, l'ex premier Thaksin Shinawatra, che si trova in esilio all'estero.

A febbraio, i manifestanti sono riusciti a interrompere le votazioni. Così, il giudice è stato praticamente costretto a dichiarare il voto incostituzionale perché non aveva avuto luogo lo stesso giorno in tutto il Paese. Voto che, in ogni caso, era stato boicottato dalle opposizioni. Il segretario della Commissione elettorale, Puchong Nutrawong, ha fatto sapere che ora sarà il re a dover approvare definitivamente la data del 20 luglio.

La Thailandia è praticamente paralizzata politicamente dal novembre 2013, quando sono iniziate le proteste contro il governo e il primo ministro. Sono stati mesi turbolenti quelli del 2014, con le sedi dei ministeri occupate e diversi manifestanti arrestati. La richiesta è sempre la stessa: che Yingluck si dimetta per essere sostituita da u Consiglio del popolo eletto.

Premier Shinawatra

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO