Ore 12 - Veltroni alza la voce per rincuorare se stesso. E Berlusconi "regna"

altroNe avrà di buone ragioni, Walter Veltroni, per alzare all’esterno i toni della polemica contro Berlusconi (“rischi di autoritarismo, modello Putin) e per alzare la voce dentro il Pd (“basta divisioni, tutti alla stanga”) in vista della prova di forza del 25 ottobre.

L’impressione è che il segretario, più che per intimorire il premier e mettere in riga i democrat, si agiti per “rincuorare” se stesso, assillato com’è dal doppio appuntamento elettorale :le amministrative di aprile e le europee del 9 giugno.

Un vero e proprio passaggio delle Termopili. Dove niente è escluso, compresa l’implosione del Partito democratico e la fine della leadership di Veltroni. O, mai dire mai, il rilancio del partito e del suo capo.

Gramsci e Togliatti richiamavano il partito a partire sempre dalla realtà. Che, oggi, per il Pd e per il suo leader, è una realtà da far tremare i polsi.

Il “nemico” Berlusconi e il suo governo di destra avanzano con il vento in poppa , premiati dai sondaggi. E nel Pd, fermo nella “bonaccia”, sul 30%, soffiano spifferi da tutte le parti.

Veltroni accusa il Cavaliere di mire “dittatoriali”? Ecco subito D’Alema che non segue l’affondo del suo segretario ma anzi apre al premier, addirittura legittimandolo sulla strada che porta al Quirinale.

Veltroni chiama il partito a stringersi attorno a lui per il redde rationem con Berlusconi? Ecco subito l’affondo dei prodiani in rivolta perché accusati (dai veltroniani) di aver favorito il “berlusconismo”. Durissimo l’attacco di Paolo de Castro – prodiano ma anche presidente di Red l’associazione di D’Alema - “Veltroni e i suoi dovrebbero riconoscere di aver sbagliato tutto e trarne le dovute conseguenze, come si fa negli Stati Uniti, il secondo Paese di Walter”.

L’ultimo Veltroni riporta il Pd vicino a Di Pietro e addirittura fa rinascere nei fatti il “correntone” Ds con Cofferati. Ma lo avvicina o lo allontana dagli italiani?

Intanto Berlusconi (72 anni, auguri presidente!), più che governare, regna. Forse è quello che gli italiani vogliono.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO