Virus, puntata 2 maggio 2014 con Silvio Berlusconi

La puntata del talk show di Rai2 in liveblogging su PolisBlog

23.36 Finisce la puntata.
23.30 Ruffini dice di essere legato a Como, la città in cui è nato, e ne apprezza la capacità di fare turismo. Poi commenta i piumini indossati da Prodi e da Grillo.
23.27 Ruffini spiega che la Cina è un mercato da esplorare, anche se Moncler è un unico marchio che quindi fa un po' fatica in un mercato così grande.
23.24 Ruffini assicura che non controlla il titolo a mercato aperto, ma soltanto talvolta la sera. Eppure ha più del 30% di quote.
23.17 Ruffini racconta l'attesa di due prima di quotare in borsa la sua azienda.
23.14 In studio Remo Ruffini, presidente di Moncler.
Remo Ruffini, presidente di Moncler
23.11 Sì a Marina Berlusconi.
marina4
23.10 Secondo Parisi non è abolendo le Province che si risolve il problema, ma introducendo efficienza e tecnologia nelle pubbliche amministrazioni.
23.07 Parisi: "Il problema è il nostro debito, che ci costa molto. Dobbiamo tagliare le spese delle nostre pubbliche amministrazione, anche se non ci fosse l'Europa. Per fortuna oggi siamo nell'euro e paghiamo di meno di interessi".
23.03 Cerno nota che un Comune di 800 abitanti non dovrebbe esistere, ma dovrebbe essere accorpato ad altri paesini. Il sindaco: "Ha ragione, noi chiediamo solo di avere norme certe".
23.00 Berlusconi saluta così: "Spero che questa situazione in cui mi trovo non duri per l'anno previsto dalla legge italiana. Spero di avere un completo annullamento della sentenza del primo agosto da parte della Corte d'Appello di Brescia".
22.59 Per Berlusconi è necessario che la "banca centrale europea abbia come missione quella di garantire i debiti pubblici di tutti i paesi di immettere moneta".
22.58 Berlusconi dice che bisogna cambiare l'Europa e "ridiscutere tutti i trattati firmati in passato".
22.57 Berlusconi commenta: "Nella politica ci sono anche tante brave, bravissime persone. Invito il sindaco a ripresentarsi alle elezioni per la terza volta". Il sindaco ("di sinistra", anzi, "di una lista civica") ringrazia.
sindaco berlusconi
22.51 In studio il sindaco di un paesino in provincia di Bergamo (840 abitanti) che spiega: potrei fare il terzo mandato, da 20 anni faccio politica, ma sono stanco di fare l'esattore di tasse.
22.49 Per Parisi l'aumento delle tasse sulle rendite è doppiamente sbagliato.
22.49 Secondo Berlusconi con gli 80 euro a 10 milioni di italiani non ripartiranno i consumi.
berlusconi55
22.48 Berlusconi gioca facile: "Il governo Renzi ha privilegiato con la mossa elettorale degli 80 euro i lavoratori dipendenti. Si è dimenticato di pensionati, di lavoratori autonomi e degli incapienti. Per dare gli 80 euro il governo Renzi ha dovuto trovare altre risorse. Le coperture le ha trovate aumentando la tassa sulla casa, che noi avevamo abolito, aumentando le tasse sui conti postali, rimettendo l'Imu sui terreni agricoli e ha tolto di mezzo per le aziende che fanno rivalutazioni nei bilanci la possibilità di pagare le tasse in tre anni".
22.46 Porro: "Queste non sono rendite finanziarie, il signore non è un ricco risparmiatore".
22.44 In studio un pensionato che ha investito i risparmi in fondi comuni che ora dovrà pagare la tassa al 26%, appena aumentata da Renzi.
22.42 L'aumento dei prezzi insomma è dovuto soltanto all'inflazione.
aumento
22.40 Prodotti raddoppiati e non.
prodotti
22.39 Fact checking sull'euro. I prezzi sono aumentati con la moneta unica? Sì, ma non sono raddoppiati.
prezzi
22.34 Pubblicità.
22.32 Berlusconi commenta: "L'ennesima dimostrazione del fatto che la burocrazia e i politici europei superino la soglia del ridicolo nel dettare ai Paesi norme ridicole". Porro: "Per me chi multa una pescheria per questo motivo ha un atteggiamento non normale".
22.27 In studio un pescivendolo di Foligno sanzionato per più di 1000 euro dal Corpo Forestale dello Stato perché sul cartellino non aveva scritto il nome in latino del pesce.
banco pesce
22.22 Parisi chiede a Berlusconi perché in tutti questi anni il suo partito non ha risolto il problema della cattiva giustizia. La risposta: "Non siamo mai stati al governo solo con la nostra forza politica, ma sempre con altri partiti. Da tanti anni la classe politica, il Parlamento, non riesce a fare una legge che dispiaccia in qualche modo alla'Associazione Nazionale magistrati".
parisi berlusconi
22.21 Berlusconi sull'appello di Micromega: "la sinistra delle manette e dell'odio di sempre".
22.20 Berlusconi in diretta: "Ho cercato di rimediare a questa situazione mettendo ministri alla Sanità che non provenissero dagli ospedali. Ma è un lavoro impossibile: ogni volta che si tenta di fare qualcosa di innovativo, i sindacati ti fermano".
silvio berluscon
22.18 Huscher: "Sono stato licenziato senza motivo per due volte".
22.16 Huscher: "Le liste di attesa non hanno nulla a che fare con la mancanza di strumenti e di tecnologia. Dipendono dagli orari delle sale operatorie, cioè dagli orari sindacali".
22.14 Huscher: "Oggi il sindacato negli ospedali pubblici non difende il lavoro, ma aumenta nel numero i medici, che non sappiamo come impiegare. In chirurgia ci sono 40 medici e 20 pazienti. I sindacati difendono gli orari di lavoro, di 6 ore e 40 minuti. Negli Stati Uniti i medici lavorano 24 ore e riposano per quelle successive".
Cristiano Huscher
22.12 Cristiano Huscher in studio, intanto Berlusconi è in diretta da Arcore.
22.09 Angeletti giustifica "i permessi sindacali nel pubblico impiego" che secondo Renzi "non sono pochi". Bonanni è favorevole ad una "discussione trasparente" sul tema.
angeletti
22.05 Un reportage sui sindacati parte dal primo maggio festeggiato da Cgil, Cisl e Uil a Pordenone.
22.04 Cerno: "Chiedere che Berlusconi vada ai domiciliari, significa non rispettare le sentenze, cioè essere berlusconiani".
22.00 Parisi: "Equitalia è il braccio della riscossione, l'Agenzia delle Entrate fa le politiche. Il problema è la confusione legislativa. L'abolizione di Equitalia non risolve il problema. Il problema è anche l'incapacità di intervenire dove c'è il sommerso totale".
21.57 Cerno: "In Italia tutto il meccanismo della riscossione è equivalente. Invece bisogna distinguere tra chi dichiara ma non può pagare e chi non dichiara"
21.56 Porro legge un sms che gli ha inviato Sgarbi, a proposito di un quadro presente ad Arcore.
21.55 Il leader di FI rivendica di aver messo in Europa il veto sul fiscal compact.
21.54 Berlusconi: "Sono vicina alla Merkle per i valori che condividiamo. Sono assolutamente distante da lei sulla politica economica che la Germania ha imposto agli altri Paesi dell'eurozona".
21.53 Berlusconi spiega perché Renzi è un tassatore: "Anche gli 80 euro che ha dato li ha dati con una mano, la sinistra, ma dall'altra parte li ha presi da 31 milioni di artigiani, lavoratori autonomi, soprattutto pensionati, col risultato che chi riceverà gli 80 euro quando dovrà pagare le imposte sulla casa o sugli interessi dei risparmi che ha in banca, perderà quattordicesima e tredicesima".
21.52 Berlusconi, come già detto a Piazzapulita, sostiene che il Jobs Act di Renzi è diventato il "Cgil Act".
21.50 Berlusconi osserva come con il suo governo siano stati recuperati molti soldi dall'evasione fiscale.
porro a berlusconi
21.49 Su Equitalia: "Bisogna riportare all'Agenzia delle entrate e ai Comuni il compito di riscuotere le imposte".
21.47 Berlusconi: "Siamo in uno Stato di polizia tributaria". Poi rivendica di essere il primo contribuente in Italia.
21.42 In onda un servizio sui sindacati. O meglio, viene annunciato, ma viene trasmesso un pezzo sul fisco e sulle paure degli imprenditori.
21.40 In studio anche Stefano Parisi, presidente Chili Tv: "Cgil è stata più tenera verso i governi di centrosinistra rispetto a quelli di centrodestra".
21.38 Per Cerno, "Grillo è l'arroganza delle idee che Berlusconi coniugava col mondo dell'imprenditoria".
21.36 Cerno: "Berlusconi ha capito che Grillo è forte, ha un linguaggio simile al suo".
tommaso cerno
21.34 Tommaso Cerno in studio commenta le parole del Cavaliere.
21.33 Sulla famiglia Marina in politica: "Io non credo, poi deciderà naturalmente lei. E' molto capace, ha una grande esperienza aziendale e tutto sommato credo che sarebbe una buona soluzione che lei potesse a un certo punto interessarsi del nostro Paese. Io l'ho sempre sconsigliata dal farlo. Non è assolutamente una cosa matura, ma soprattutto ricordo che i leader li scelgono gli elettori, non i padri. Per mia figlia, come padre vorrei che lei non entrasse in questo mondo terribile che si chiama politica. Siamo stati allevati in casa mia, avendo la responsabilità di decidere loro quello che sembra giusto di fare, quindi mia figlia libera di assumere le decisioni che vuole e di seguirla, io le consiglierei di non entrare in un mondo che così com'è oggi è un mondo detestabile".
21.32 Sul voto: "Penso che si andrà a votare fra un anno, un anno e mezzo, si ricordi sempre l'amore che deputati e senatori hanno per la loro sedia".
21.32 Berlusconi: "La sinistra ha una professionalità nei brogli".
21.31 Sulle riforme: "Per quanto riguarda la legge elettorale, che non è costituzionale, noi abbiamo accettato dei punti. Successivamente Renzi è stato costretto dal suo partito e dai suoi alleati a fare marcia indietro".
nicola porro berlusconi
21.29 L'ex Premier dice che Renzi "ha scelto la sinistra per convenienza, profittando di una macchina di partito già organizzata"
21.29 Berlusconi: "Renzi è un uomo innamorato della politica, da sempre l'ha voluta fare".
21.27 Sempre su Grillo: "È un uomo cattivo, così dicono tutti coloro che l'hanno conosciuto da vicino".
21.25 Ancora sul leader M5S: "Hitler usava il linguaggio che ora usa Grillo. Alcuni sermoni sembrano copiati. Gli spettacoli di Grillo sono ripetitivi".
21.24 Berlusconi spiega che che se Grillo andasse al potere ripercorrerebbe gli stessi itinerari tragici" di personaggi come "Hitler": "laghi di sangue".
silvio berlusc
21.23 Berlusconi: "Quelli che votano Grillo sono persone furibonde nei confronti di coloro che credono gli artefici, i colpevoli di questa realtà".
21.21 Su Grillo: "Ha caratteristiche troppo vicine a dittatori sanguinari che conosciamo nella storia".
21.20 L'intervista di Porro a Berlusconi, ad Arcore, registrata oggi pomeriggio.
21.18 Collegamento in diretta da Arcore, da dove Berlusconi interverra. Intanto c'è Dudù.
dudduu
21.16 Porro racconta la vicenda dell'esclusione di Sgarbi dal programma per par condicio.
21.15 Porro spiega che Virus ha invitato anche Renzi e Grillo, oltre che Berlusconi.

virus contagio idee 22

Silvio Berlusconi sarà il protagonista della puntata di Virus-Il contagio delle idee, in onda venerdì 2 maggio alle ore 21.05 su Rai2, con liveblogging di PolisBlog. Il leader di Forza Italia, in piena campagna elettorale, tornerà in televisione e si confronterà sui temi politici ed economici dell’attualità.
Tra gli argomenti che verranno affrontati ci sono anche il ruolo dei sindacati. la rivoluzione annunciata Renzi nella Pubblica amministrazione e l’incognita Grillo nelle prossime elezioni europee.

Il faccia a faccia finale di Nicola Porro sarà con Remo Ruffini, presidente di Moncler. Come ogni settimana ci sarà spazio anche per il fact-checking.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO