De Benedetti: "Napolitano si dimetterà entro l'anno. Al suo posto? Fassino"

La profezia dell'Ingegnere, che poi dice di aver cambiato idea su Renzi

Le voci sulle dimissioni di Napolitano abbondano più o meno dai tempi della sua rielezione, un anno fa, e adesso alle altre se ne aggiunge una nuova. Carlo De Benedetti, oggi ospite al festival della tv e dei nuovi media di Dogliani (Cuneo), intervistato da Giovanni Minoli ha parlato a tutto campo della politica italiana e si è lasciato andare a due previsioni e a una speranza.

La prima previsione è che si tornerà a votare in autunno, e senza essere riusciti a varare la riforma del Senato. La seconda è che entro l'anno Giorgio Napolitano si dimetterà. E all'attuale Capo dello Stato "credo che il Partito Democratico stia un po' sulle palle". La speranza, travestita anche questa da previsione, è che al posto di Napolitano vada al Quirinale "un signore alto, piemontese, con il fisico da corazziere: Piero Fassino". Se nominare un candidato significa bruciarlo, De Benedetti lo fa con un anticipo da record.

Parole di miele anche per Matteo Renzi, a cui l'editore di Repubblica aveva riservato commenti poco dolci ai tempi delle primarie contro Bersani. Ma ora De Benedetti ha cambiato idea: "Ho approfondito la conoscenza. Non è furbo ma intelligente. Ho scoperto che è una spugna, ha una quantità di energia mai vista". All'Europa "Dovrebbe chiedere tre anni di moratoria dai vincoli di bilancio con un piano di crescita per l'Italia". Non è invece d'accordo sulla contrarietà di Renzi alla web tax. "I colossi del web fanno miliardi in Italia, è giusto che paghino. Purtroppo Renzi si è fatto influenzare dall'ambasciata americana".

Diverso, e non poteva essere altrimenti, il commento su Beppe Grillo. Su di lui De Benedetti non ha cambiato idea: "È un fascitello populista". Battute su Berlusconi: visto che nel gruppo De Benedetti è nata Kos, una società che gestisce residenze per anziani, l'imprenditore ipotizza cosa sarebbe successo se il giudice avesse assegnato lì Berlusconi per svolgere i servizi sociali: "Certo, sarebbe stata una grande pubblicità. Lo avremmo curato da dio...da noi non sarebbe uscito vivo".
Italian tycoon Carlo De Benedetti gives

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO