Pena di morte Usa: Obama "Non sempre è appropriata"

Barack Obama sulla pena di morte: "E' appropriata in certi casi, come le uccisioni di massa o quelle di bambini".

Il presidente americano Barack Obama apre a una revisione della pena di morte. L'annuncio del numero uno della Casa Bianca arriva pochi giorni dopo il dramma dell'Oklahoma, quando un condannato a morte ci ha messo 43 minuti per spirare dalla prima iniezione: "Un episodio profondamente preoccupante". Obama ha detto di avere idee contrastanti sulla pena capitale.

"Ciò che è successo in Oklahoma mette in evidenza alcuni problemi significativi. Gli americani dovrebbero porsi domande difficili e profonde intorno al tema della pena di morte".

Obama ha aggiunto che la pena capitale è giustificata in alcuni casi (uccisione di bambini e stragi), ma che dovrebbe essere rivista, in particolare quando presenta problemi come la discriminazione razziale o l'innocenza scoperta in ritardo di alcuni condannati. Chi di dovere (il dipartimento della Giustizia), secondo il capo di Stato, dovrà "fornire un'analisi delle misure prese, non solo nel caso dell'Oklahoma, ma più in generale per questo settore". Qualcosa di muove ai piani alti, insomma. Il governatore dell'Oklahoma, per esempio, ha ordinato una revisione indipendente dei protocolli di esecuzione dello Stato, aggiungendo che sarà il dipartimento di sicurezza a condurre l'inchiesta.

Il dibattito è ampio in Usa: è legittimo l'uso di tre farmaci per la pena di morte? Il loro uso viola le garanzie della Costituzione americana "contro punizioni crudeli e inusuali"?

Barack Obama

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO