Forza Italia: Marina Berlusconi leader con le primarie?

Ma si vedrà dopo le elezioni europee.

Forza Italia è alle prese con la crisi di consensi prevista dai sondaggi in vista delle elezioni europee 2014 e con i timori per il futuro, quando Berlusconi avrà definitivamente smesso di essere il catalizzatore di voti che ancora oggi - nonostante condanna, decadenza, interdizione e servizi sociali - è. Si sa che, per l'ex Cavaliere e non solo, la possibilità di dare un futuro a Forza Italia passa dalla possibilità di dare a Forza Italia un nuovo Berlusconi, letteralmente.

Insomma, si torna a parlare dei figli del leader, in particolare di colei che da sempre è in cima alle preferenze per una possibile eredità politica: Marina Berlusconi. Ultimamente si è vociferato anche di una possibile discesa in campo di Barbara Berlusconi, così come del possibile interesse di Piersilvio Berlusconi. Ma, smentita dopo smentita, alla fine si torna sempre a lei, all'originale: Marina. Le cui continue smentite non riescono a fermare il padre dal farne il nome in continuazione.

L'ultima volta da Lucia Annunziata, domenica pomeriggio, in cui il leader di Fi ha parlato della figlia come di una donna che "ha tutte le qualità di leader: grandissimo intuito immediato, è più veloce come tutte le donne rispetto a tutti gli uomini". Peccato che sia "una decisione che non riguarda me, ma mia figlia e soprattutto gli elettori perché il leader lo scelgono loro”. Ecco, proprio su queste parole si è concentrata l'attenzione degli analisti.

Andiamo con ordine: se Silvio Berlusconi tira nuovamente in mezzo la fidatissima figlia - dando per scontato che i due si parlino e dopo le molteplici smentite della diretta interessata su una sua discesa in campo - è perché, evidentemente, il pressing del padre ha avuto successo. E Marina Berlusconi potrebbe davvero essersi convinta a entrare in politica. L'idea di una successione dinastica, però, non piace a molti all'interno di Forza Italia (in primis Renato Brunetta e Raffaele Fitto), e potrebbe lasciare perplessi anche i sostenitori del partito, che da tempo attendono qualcosa che somigli a delle primarie.

Ed ecco che proprio l'ipotesi delle primarie risolverebbe entrambi i problemi: si dà infatti per scontata una vittoria di Marina Berlusconi, ma allo stesso tempo nessuno potrebbe più accusare di un passaggio di testimone familistico. Come andranno le cose? Lo si capirà dopo le europee, perché prima c'è da evitare che Marina si ritrovi senza un partito da guidare.

Marina Berlusconi

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO