Decreto droghe, Giovanardi relatore in Commissione: approvato il suo odg, la cannabis è droga pesante

L'autore della legge bocciata dalla Consulta è relatore del DL sulle droghe in Commissione Giustizia

Secondo quanto si apprende dall'Ansa la Commissione Giustizia e la Commissione Sanità al Senato hanno accolto l'ordine del giorno presentato da Carlo Giovanardi sul decreto Stupefacenti, chiedendo di inserire nella Tabella 1 delle droghe pesanti anche il Thc, uno dei maggiori principi attivi della cannabis.

Da quando la Consulta ha bocciato la legge Fini-Giovanardi sulle droghe si sono susseguite una sequela incredibile di vicissitudini politiche decisamente interessanti: la bocciatura della Consulta, il 12 febbraio scorso, e l'approvazione di un testo con voto di fiducia alla Camera hanno spostato l'attenzione sulle Commissioni Giustizia e Sanità al Senato, che dovranno licenziare il testo successivamente da presentare in Aula a palazzo Madama.

Ieri la Commissione Giustizia ha nominato Carlo Giovanardi, co-firmatario con Gianfranco Fini della precedente legge in materia (dichiarata incostituzionale), relatore del DL ed oggi pomeriggio, al termine della seduta ha approvato il suo ordine del giorno, che prevede appunto l'inserimento del principio attivo della cannabis in Tabella 1.

Non una sorpresa, visto che lo stesso Giovanardi ha sempre rivendicato la correttezza di quella legge, che tuttavia riporta le politiche in materia di stupefacenti esattamente su quella visione, considerata "un errore" dalla Camera: l'odg è stato approvato con pochi voti da una maggioranza trasversale, visto che alcuni senatori Pd hanno deciso di votare contro.

Una giornata infelice anche per il governo, che ha rischiato di "andare sotto" nella prima votazione. Laura Bianconi di NCD, favorevole al documento, ha dichiarato:

"Si tratta di un risultato importante che abbiamo ottenuto segnando così un punto fermo all'interno di un provvedimento articolato e complesso ma che per noi riguarda tematiche alle quale abbiamo sempre dedicato grandissima attenzione. Inoltre, questo ordine del giorno acquista ancora più importanza alla luce delle sempre più forti derive a favore di una depenalizzazione delle droghe. [...] Un tema sul quale il Nuovo Centrodestra farà sentire forte la sua voce sulla base del rispetto del principio
fondamentale della tutela della salute e della vita."

Secondo quanto proposto da Giovanardi la cannabis naturale, con bassa concentrazione di Thc, è stata collocata nella Tabella II; i derivati sintetici con Thc, invece, sono stati collocati in Tabella I, tra le droghe pesanti.

"Diversamente da quello che storicamente erano i principi attivi della cannabis naturale, infiorescenze e foglie i cannabinoidi naturali di ultima generazione presentano alte concentrazioni di principio attivo, tali da provocare effetti psicoattivi assimilabili alle droghe, in particolare Lsd e chetamina."

si legge nell'ordine del giorno riportato su Aduc.

giovanardi

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO