Virus, puntata 9 maggio 2014

La puntata di venerdì 9 maggio 2014 in diretta su PolisBlog

23.52 Finisce la puntata.
23.30 L'intervista ad Alessia Antinori, di cui non riportiamo le dichiarazioni in quanto prettamente legate alla sua attività di produttrice di vini.
antinori
23.29 Salvini: "Grillo non è contro l'euro. Chi sceglie Lega sceglie una moneta italiana".
23.26 Polito: "Gli euroscettici in Italia avranno successo".
23.24 Casarini: "Siccome ci sono stati degli abusi vorrei che come in altri Paesi europei ci fossero i numeri identificativi".
23.21 Un poliziotto spiega che sono contrari ai numeri identificativi per "una questione di sicurezza delle nostre famiglie" e perché "porterebbero a migliaia di denunce false ad ogni manifestazione".
23.18 Casarini: "In Italia esiste anche un problema di abusi di Polizia". Tinagli: "Gli abusi avvengono in tutto il mondo e sono perseguiti, ma in Italia il problema è la violenza di piazza".
23.16 Spagnulo ricorda che l'anno scorso in occasione della manifestazione No Tav c'era un magistrato sul posto.
23.13 Polito: "La Costituzione che tutti i cittadini hanno diritto di unirsi in posti pubblichi pacificamente e senza armi. Con un casco alla manifestazione non puoi andare. Nelle piazze il monopolio delle forze non lo ha la Polizia".
23.12 Tinagli: "Le violenze intorno agli stadi come c'è in Italia non l'ho vista da nessun'altra parte".
23.10 Casarini sostiene che la Polizia abbia un monopolio della forza. Poi a Salvini: "Se tuo figlio torna a casa e gli capita di essere massacrato e ucciso forse capirai".
23.09 Salvini propone che una manifestazione non inizi se prima tutti non siano identificabili e che chi organizza paghi una cauzione preventiva.
SALVINi f
23.07 Salvini dice che lo svuota-carceri è una delle responsabilità delle politiche. Poi insiste:

Si manifesta in maniera civile. In piazza spesso a far casino ci sono i figli di papà, non quelli che hanno bisogno veramente.

23.06 Salvini: "È curioso che qualcuno chiede di identificare i poliziotti, ma poi va in piazza con la faccia coperta e col bastone". Il leghista chiama Casarini 'no global' e nota che i centri sociali di solito spaccano gli stand della Lega.
23.05 Casarini chiude dicendo che il numero identificativo esiste in tutti i Paesi europei, ma non Italia.
23.03 Casarini: "La Polizia viene usata perché lo Stato non ha risposte". Poi ricorda l'arresto di Scajola, ex ministro ai tempi del G8 di Genova.
porro casarini
23.01 Casarini: "Uno che viola la legge può essere arrestato, fermato, ma non può essere massacrato".
23.00 Casarini ricorda come è morto Aldrovandi e la sentenza di condanna ai poliziotti:

Sul tema dell'abuso di polizia si è aperto giustamente un dibattito pubblico. Gli applausi sono stati fatti da un sindacato di polizia con moltissimi iscritti.

22.55 Pubblicità.
22.52 Spagnulo sostiene che l'applauso non sia stato fatto in riferimento all'omicidio di Aldrovandi: "È un filmato tarocco quello".
22.51 "Io mi inchino al dolore della madre; l'applauso era un momento di carità umana per tre persone. Siamo sotto attacco".
22.48 L'ispettore Luca Caprini in studio. Il suo sindacato ha applauditi i poliziotti che hanno ucciso Aldrovandi:

Io non ho applaudito perché avevo le stampelle, ma ho scritto a Napolitano per dirgli che avrei applaudito.


caprini

22.47 Spagnulo: "C'è un collega che sta perdendo un occhio per i fatti di Roma di sabato. Qualcuno l'ha detto?"
22.46 Il poliziotto sulle parole del capo della Polizia che ha dato del cretino all'agente che ha calpestato un manifestante: "Sono fiero di essere un cretino".
22.44 Spagnulo guadagna 1700 euro dopo 31 anni di lavoro. Porro: "Perché non reagite se aggrediti?"

Prima di essere un poliziotto sono un uomo e un padre. Erano ragazzini di 17 anni, ho sopportato lo stress fisico e psichico. Servono le telecamere sui caschi, non i numeri. La telecamera tutela tutti. Voglio un magistrato sul posto.

22.42 In studio Gianni Spagnulo, il poliziotto che si è sfogato dopo essere stato assaltato da alcuni giovani con petardi e bombe carta.
gianni spagnulo
22.37 In onda un servizio sugli scontri di Roma di sabato scorso. La testimonianza di un poliziotto in servizio nel reparto mobile. Poi spazio anche alle opinioni dei tifosi napoletani che difendono Genny 'a carogna.
22.33 Per Ghisleri se l'affluenza cala, il M5S tende a crescere. Pubblicità.
22.28 Sondaggi. Intenzioni di voto.
intezioni voto
intenzio voto
22.24 Renzi: "Voglio che la riforma della giustizia sia un terreno di confronto e non di scontro come è stato negli ultimi 20 anni".
22.23 Renzi rivendica di aver sempre abbassato le tasse, da presidente di Provincia, da sindaco e da Premier.
22.21 Renzi: "Io non ho paura di rischiare. Se chiedo di rischiare all'imprenditore, al dirigente che lavora con me, a chi vuole investire in Italia, non posso non rischiare io. Sono consapevole che non devo essere troppo polemico, cercare inutili scontri. Ma anche che non posso chiedere il permesso a tutti, ai sindacati, ai partiti delle coalizioni".
22.19 Renzi torna a ironizzare sulla parlamentare grillina che crede alle sirene.
22.18 Renzi: "L'Italia avrà dall'Africa l'autosufficienza energetica nei prossimi 5 anni. Abbiamo nel mondo investimenti maggiori dei 9 milioni di euro che spendiamo per Mare Nostrum".
22.15 Il Premier: "Mi sarebbe piaciuto che questo voto fosse stato un referendum sulle cose che ho fatto. Ma non è un voto per dare una legittimità costituzionale. Un po' mi dispiace".
22.14 Renzi: "Oggi Grillo usa un linguaggio di disperazione, di violenza verbale, di rabbia".
matteo renzi rai23
22.10 La seconda parte dell'intervista di Matteo Renzi. Su Grillo:

Se dopo quello che hanno fatto in un anno è l’uomo più abile a prendere voti degli italiani qual è il problema? Riguarda gli italiani. È un anno che Grillo è in Parlamento, ogni suo parlamentare costa 3 milioni al mese in cumulo delle indennità, ciascun parlamentare grillino prende il doppio di quello che prende il presidente del Consiglio. Ci sono quelli che credono alle sirene e ai microchip. In quest’anno cosa ha fatto Grillo? E oggi Grillo sta tentando disperatamente di dare un’immagine dell’Italia che non è la mia.

22.09 Grillo si appella agli anziani che "votano quel caxxo di Berlusconi":

Fatevo per i vostri nipoti, anche se non vi piaccio io perché grido.

22.04 Ascoltiamo le parole di Grillo sui sindacati. Poi nuovo collegamento in diretta da Reggio Emilia.
andrea ruggeri rai2
22.03 Casarini: "Il nodo è riuscire ad avere un sistema legislativo che permetta a tutti i lavoratori di avere una rappresentazione sindacale che si scelgono".
22.00 Le spese e la trasparenza dei sindacati. Salvini: "Ci vuole poco a essere più trasparenti dei sindacati".
21.55 Il fact-checking sui sindacati. La dichiarazione di Renzi sui numeri dei sindacati è sostanzialmente vera.
percentuale
21.52 Salvini: "Lo scalone di Maroni era molto più leggero e di buon senso della Riforma Fornero. E c'erano tantissimi scioperi solo perché lo faceva Maroni. La Fornero dovrebbe essere esodata su un'isola deserta senza pane e acqua".
21.51 Casarini: "Dobbiamo difendere il diritto dei lavoratori di autoorganizzarci nei sindacati, ma anche impedire le posizioni di rendita della triplica sindacale".
21.49 Casarini: "Quei sindacati non difendono il nuovo modo di lavoro subordinato, che è anche quello delle partite Iva".
casarini
21.46 Polito commenta: "Puoi rimproverare loro di essere rappresentanti di un interesse, ma non che ti criticano perché gli hai tagliato i permessi sindacali".
polio
21.44 Un servizio sullo scontro tra Renzi e i sindacati.
21.43 Per Salvini gli 80 euro servono a recuperare voti; il leghista osserva anche gran parte degli italiani non li riceverà.
21.41 Tinagli: "Il documento dei tecnici del Senato non pone un veto, ma chiede maggiori informazioni".
21.38 Collegamento in diretta da Reggio Emilio dove Grillo sta tenendo il comizio.
21.36 Polito dice che i burocrati giustono temono che per gli 80 euro tra 4 mesi il governo sarà costretto ad una manovrina. Secondo il giornalista il Premier sta facendo campagna elettorale mostrandosi in grado di fare anche contro gli altri.
21.34 Salvini: "Renzi mi mette il nervoso".
salvini basta euro
21.33 Renzi su Grillo: "Dico che è da sciacalli buttarsi addosso a delle indagini per prendere mezzo punto in più. Pensano di poter cambiare i sondaggi, lo facciano, non arriverò mai a fare la meschinità che ha fatto Beppe Grillo quando in occasione degli scontri per la finale all’Olimpico prima mi ha attaccato dicendo ‘che vergogna Renzi è rimasto mentre fischiavano l’inno nazionale’, poi a Napoli essendo in campagna elettorale ha detto: avrei fischiato anch’io".
21.32 Renzi aggiunge che "nel mio staff mi dicevano stai buono, stai basso, non attaccare i magistrati".
21.27 Renzi: "Ricordo bene Tangentopoli perché allora leggevo giornali anche un po’ controcorrente. Il Giorno, diretto da Paolo Liguori. Ero un po’ strano anche da piccolo. Sono garantista con tutti. (...) Potrei dirle che non vedo esponenti ex Pd in questa vicenda. Ma io sono stato uno di quelli che non cercando un consenso facile e forse perdendolo, non ho avuto paura di dire in faccia ai magistrati ‘ehi, niente scherzi’ quando l’Anm si è lamentata” attaccando il governo quando abbiamo detto “che doveva esserci un limite di 240mila euro, più che accettabile. Come i politici non devono metter bocca nelle sentenze i magistrati non devono pensare di poter condizionare la formazione delle leggi".
21.26 Il Premier: "Io non avrò alibi se fallirò. Se i burocrati stanno con noi siamo felici, altrimenti ci devono spiegare perché e su quali punti".
21.26 Renzi: "Chi dice che non ci sono le coperture deve spiegare il problema, altrimenti è solo un tentativo di dare false informazioni".
21.24 Renzi: "Grazie a noi il 25 maggio non si vota per le Province. Grillo e Brunetta facevano ostruzionismo".
matteo renzi  ride
21.23 La gente ha capito che il cambiamento è legato al nostro governo.
21.22 Renzi: "I parlamentari europei del M5S non conteranno niente".
21.20 La prima parte dell'intervista a Renzi:

Grillo sbraita, urla, insulta e qual è l'obiettivo?

21.16 La copertina si apre con le immagini di alcuni agenti di Polizia assediati e la reazione di rabbia del poliziotto.
matteo renze

Sarà il Presidente del Consiglio Matteo Renzi uno degli ospiti della puntata di stasera di Virus - Il contagio delle idee, il talk show in onda alle ore 21.10 su Rai2 con liveblogging di PolisBlog. Nicola Porro intervisterà il Premier, reduce dall'ospitata ad Announo, sull’attività del governo e sulle difficoltà nella realizzazione delle riforme.

In seguito il dibattito in studio si concentrerà sulle violenze di sabato scorso a Roma; a parlarne ci saranno Antonio Polito, editorialista del Corriere della sera, il deputato di Scelta Civica Irene Tinagli, il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, e Luca Casarini, uno dei leader storici del movimento no-global ed esponente di L’Altra Europa con Tsipras.
Come ogni settimana ci sarà il fact-checking. Intervista finale con Alessia Antinori, produttrice di vino.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO