Satira: non spariamo “castate”

Mettere ordine nel labirinto dei contributi pubblici all'editoria? Va bene, ma far fare la riforma al Cavaliere è come chiedere al topo di mettere in cassaforte il formaggio e tenerlo lì. Secondo voi che fine fa il formaggio? E i piccoli giornali? Marco Bavaglio

Crisi dei subprime, finanza sconquassata, Bush in ginocchio (non nel senso della Lewinsky), Stati Uniti in dissesto economico, McCain e Obama in impaccio. Il mondo è sottosopra e Giulio “evve moscia” Tvemonti cosa decide? Oggi si presenta in Parlamento e discute soltanto di Finanziaria (una manovra peraltro già decisa, con piccoli scostamenti da comunicare su tasso di crescita e di deficit). Le opposizioni si adirano: “Incredibile. Non può non toccare il tema della crisi. Ha snobbato l'aula”. Spiazza affari

Il vero problema del professor Giulio è un altro: a settembre lo Stato si è comportato come una sanguisuga e il suo fabbisogno è schizzato a 12,1 miliardi. Nello stesso mese del 2007 non arrivava nemmeno a 5 miliardi. Un boom di spesa per la Pubblica amministrazione. Esosa 'sta Brunetta!

Il governo fa la voce grossa? Il super-governo decisionista? Sarà, ma intanto la maggioranza latita alla Camera. Ieri il Pdl è andato sotto a Montecitorio su un emendamento Pd che limita la valanga di ricorsi in Cassazione, un provvedimento inserito nella riforma del processo civile collegata alla Finanziaria. Nel centrodestra c'erano molte assenze, i suoi deputati all'emiciclo preferiscono in larga parte lo shopping in centro. Maggioranza bulgara? No, tutta da Bulgari

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO