La Gabbia, puntata 14 maggio 2014

La puntata del 14 maggio 2014 de La Gabbia in diretta su PolisBlog

00.31 Con la perfomance musicale di Paragone si chiude la puntata.
00.25 Pubblicità.
00.20 La satira di Paolo Hendel in Carcarlo Pravettoni.
00.16 Un servizio racconta le aziende che assumono.
00.15 Per Barnard per creare vera occupazione bisogna partire dall'iniezione di liquidità da parte dello Stato.
baa
00.14 Barnard sul decreto lavoro Poletti-Renzi: "È carta straccia".
carta straccia
00.11 In studio un lavoratore di Compuprint, azienda che nonostante un accordo siglato al Ministero ha lasciato l'Italia.
00.03 In un servizio si parla di Andrea Monorchio, il nuovo Mastrapasqua, in quanto ha una ventina di incarichi tra società pubbliche e private. È presidente Consap, ma è anche vice presidente della Banca popolare di Vicenza.
monorchio
10 mila
23.55 Il servizio satirico di Saverio Raimondo.
23.55 Formigoni: "L'euro così non funziona, ma uscire dall'euro è peggio".
23.53 Donato spiega che chi chiede di uscire dall'euro "vuole rimettere lo Stato sopra la finanza".
23.51 I sentiment.
sentiment
23.50 Cofferati non ha dubbi: il centrodestra europeo è colpevole della crisi perché ha votato le politiche di austerità. Formigoni: "Tutti gli Stati, di diversi colori politici, hanno fatto queste scelte sbagliate".
cofferai amato
23.47 In studio alcuni lavoratori di Piaggio Aero. A Genova rischiano il licenziamento.
23.41 La classifica di 'simpatia, portami via'. Al primo posto Draghi.
23.40 Amato: "Befera va cacciato. Bisogna fare un decreto che vieti gli sfratti ai morosi". Zanetti: "Equitalia va portata sotto il braccio del Ministero".
23.38 Zanetti: "Non sarebbe male se all'interno di Equitalia ci fosse un ufficio caso-limite. Ci deve mettere la faccia non solo Befera, ma anche la politica. Dal 2006 in poi i governi hanno messo alcuni strumenti per combattere l'evasione".
zanatti
23.36 Da Padova viene ribadita la necessità di rendere non pignorabile la prima casa.
23.27 In un servizio una storia di ingiustizia legata a Equitalia. Le persone coinvolte sono tre invalidi; le loro case sono state pignorate per mancato pagamento di alcune rate del mutuo.
23.22 Pubblicità.
23.22 Da Padova: "Abbiamo visto solo l'euro delle banche. Lo stipendio medio italiano è molto più basso di quello tedesco".
23.18 Formigoni: "Bisogna mettere in campo le politiche giuste, espansive, e non quelle sbagliate. L'austerità ha portato all'impoverimento dell'Europa".
23.16 Interviene Salvo Mandarà che parla di manipolo di criminali che ha schiavizzato l'Italia. Il riferimento è a Prodi, Monti e Draghi che "dovrebbero andare in galera".
salvo
23.10 Donato ricorda la sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato incostituzionale il Porcellum. Amato: "La corte costituzionale ha detto di cambiare il Porcellum e Renzi fa l'Italicum esattamente uguale. Dobbiamo liberarci dell'Europa delle banche".
tsiprasa
23.07 Da Padova arrivano i commenti sul vitalizio di Lombardo e se la prendono con chi trasmette queste storie in tv. Paragone si giustifica: "Abbiamo il diritto di spernacchiare queste persone".
23.05 Fabio Amato (Tsipras) e Francesca Donato (Lega) in studio.
23.02 Le rivelazioni di Nessuno sul piano europeo per rendere schiavi l'Italia.
23.02 Barnard: "L'Italia vada fuori dall'eurozona, ritrovi la sua sovranità, Napolitano ha violato 17 articoli della Costituzione italiana nominando Monti e Fornero".
22.57 Barnard: Le elezioni europee sono una farsa e un atto di sovvertimento dell'ordine repubblicano di questo Paese". E spiega perché.
parlamento
grettosco
grottesco
22.55 Il caso Geithner. In studio Paolo Barnard. Che spiega che la Bce ha provocato un golpe finanziario che poi ha portato Berlusconi alle dimissioni.
barnart
22.52 Nel servizio c'è anche il riferimento al passaggio dell'ex ministro dell'Economia Vittorio Grilli alla Jp Morgan.
22.46 Un servizio spiega chi guadagna dalle privatizzazioni e che vendere il 10% di Eni e Enel non serve a ridurre il debito pubblico.
22.41 Pubblicità.
22.35 La storia di una politica sarda, Claudia Lombardo, 41 anni e 5000 euro al mese di vitalizio.
5000 euro
22.32 Zanetti ammette che il governo Letta si è incartato su Imu-Tasi.
22.30 Di nuovo in diretta il comizio di Grillo.
22.28 Mariella Grassi, ristoratrice, racconta la difficoltà di fare impresa.

Non siamo noi gli evasori per uno scontrino, iniziate a creare lavoro in Italia.

22.25 Da Padova un imprenditore tira in ballo Cofferati, che replica: "Il governo prova a dare i soldi ai lavoratori. Non sviliamo gli 80 euro".
22.23 Zanetti: "Gli 80 euro al momento non è una misura strutturale, ma solo per il 2014. Ma c'è l'impegno di renderlo strutturale".
zert
22.22 La rabbia degli imprenditori: "Formigoni e Cofferati non hanno mai lavorato in vita loro. Si vergognino".
22.22 Nuovo collegamento da Padova. Gli imprenditori: "Non è cambiato niente da 20 a questa parte. Gli appalti li vincono sempre gli stessi. Siamo stanchi".
22.20 Cofferati: "I partiti hanno dei codici etici, dovrebbero rispettarli. Penso che il Pd abbia sbagliato a ridare la tessera a Greganti".
cofferati la7
22.18 Scanzi descrive il Ncd come un partito fatto di mele marce. Formigoni: "Bonsignore lo conosco pochissimo. Se è stato condannato, poi è stato prosciolto, altrimenti non sarebbe europarlamentare".
22.16 Scanzi: "Renzi ha detto che lo Stato deve vincere sui ladri. Ma deve votare per l'arresto di Genovese, fare una legge sul falso in bilancio. Renzi è chiacchiere".
22.11 Lupi assicura che il governo vuole combattere la corruzione, ma non risponde alle domande su Vito Bonsignore, parlamentare Ncd condannato per corruzione.
lupi
22.08 Un servizio racconta lo scandalo Expo e raccoglie le parole del ministro Lupi che dice di non aver mai conosciuti i signori arrestati.
22.02 Pubblicità.
22.00 Criscuolo conferma che nel Pdl essere una bella donna è un vantaggio perché la valutazione è innanzitutto estetica.
21.58 L'intervista a Rosa Criscuolo, la donna che ha cenato con Scajola la sera prima dell'arresto. Che nega di aver consumato con l'ex ministro, ma di aver soltanto lavorato con lui in camera:

È troppo avanti con l'età, non mi interessa.

rosa criscuolo
21.54 L'imprenditore Biolcati dice che non ci sono le coperture per gli 80 euro e nota che il decreto fa una discriminazione sociale.
biolati
21.50 Scanzi cita un sondaggio che afferma che negli under 29 il M5S prende più del 40%. Cofferati: "Per me vale sempre la democrazia. Pizzarotti ci sta provando a dimostrare di saper governare. I cittadini alla fine decideranno se riconfermarlo. Noto però che le proposte per il Paese sono pochi, gli anatemi molto".
21.48 Ascoltiamo in diretta un frammento del comizio di Grillo.
21.46 Formigoni: "Lo scandalo c'è, le ruberie anche, ma non sono venute fuori delle gare truccate. È stata una costruzione in ottica futura".
FOMIR
21.44 Scanzi definisce Bonafè e Picierno sono "vestali e ancelli" che "non sanno minimamente di cosa parlano".
21.41 Scanzi sul caso Frigerio: "Si era preso 7 anni di condanna, vgli cambiano nome, viene rieletto con Forza Italia ma viene arrestato prima di iniziare la legislatura". Poi cita il caso Genovese sul quale il Pd oggi ha preso tempo in Parlamento.
21.37 Cofferati: "Gli 80 euro non bastano, ma è la direzione giusta".
21.36 Scanzi asserisce che Renzi, al netto degli 80 euro, non ha fatto nulla in tre mesi.
21.36 Scanzi: "Renzi gode di un rapporto benevolo nei confronti di tv e stampa. Ma non basta un tweet per fare una legge, ma nell'informazione italiana basta che Renzi faccia una promessa per dire che è bravissimo. I giornali di sinistra oggi nei confronti di Renzi sono vittime di un orgasmo perenne".
andrea scanzi
21.35 Formigoni dice che "una ripresina ci sarà, a fine anno".
21.34 Zanetti: "La macchina è complessa, proviamo a fare il 110%, forse alla fine faremo il 70%, che non è male rispetto al passato".
21.33 Si parte dello slittamento annunciato da Delrio per i pagamenti alla pubblica amministrazione.
delrio
21.31 Collegamento anche da Novara, dove Grillo ha appena iniziato a parlare.
21.30 I lavoratori fanno notare di non avere stipendio nè cassaintegrazione.
in diretta la7
21.29 Collegamento da Padova, dalla sede dell'impresa Zanardi, che rischia il fallimento.
21.28 Paragone presenta i primi ospiti in studio: Scanzi, Formigoni, Cofferati e Enrico Zanetti (sottosegretario all'Economia).
21.20 Un servizio le storie di 4 imprenditori veneti che lamentano l'eccesso di carico fiscale e di burocrazia.
imprenditori veneti
21.14 Paragone lancia i temi della puntata.
roberto formigoni

Torna stasera alle 21.10 su La7 l'appuntamento con La Gabbia, il talk show condotto da Gianluigi Paragone. Ospiti della puntata, seguita in liveblogging da PolisBlog, saranno Roberto Formigoni (NCD), Sergio Cofferati (PD), Ivano Marescotti (Tsipras), Enrico Zanetti (Scelta Civica), l’avvocato Francesca Donato e il giornalista Andrea Scanzi.

Nel corso della sera ci sarà spazio per l'intervento comico di Paolo Hendel nei panni di Carcarlo Pravettoni e del servizio satirico firmato da Saverio Raimondo.

I temi in discussione saranno lo scandalo tangenti sull’Expo 2015, l'arresto dell’ex ministro Scajola, la fuga di Marcello Dell’Utri, che resta a Beirut in attesa di una sempre più incerta estradizione, dopo che la Cassazione ha confermato la sua condanna a sette anni, per concorso esterno in associazione mafiosa.
Da segnalare che stasera a La Gabbia farà il suo ritorno Paolo Barnard, cacciato qualche mese fa dopo una clamorosa polemica a distanza con Paragone.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO