Elezioni Comunali 2014 | Prato, Matteo Biffoni è il nuovo sindaco

Matteo Biffoni, renziano di ferro, ha battuto il sindaco uscente Roberto Cenni: fra di loro 30 punti percentuali

Aggiornamento 27 maggio, ore 10:42 Matteo Biffoni è il nuovo sindaco di Prato. Renziano di ferro, Biffoni era stato sostenuto dal premier che venerdì scorso, prima dell'ultimo discorso a piazza della Signoria a Firenze, era andato a Prato per dare il suo contributo alla causa del centrosinistra nell'unico capoluogo toscano in mano al centrodestra. Fra Matteo Biffoni e il candidato del centrodestra Rovberto Cenni ben 30 punti percentuali: il primo ha ottenuto il 58,18%%, l'uomo di Forza Italia, Fratelli d'Italia e Lega Nord il 28,71%.

ore 19:25 Matteo Biffoni sembra avviato al successo al primo turno a Prato: dopo lo scrutinio in 150 delle 183 sezioni totali, il candidato del centrosinistra guida con il 58,52%, più del doppio rispetto al 28,44% del candidato del centrodestra Roberto Cenni, mentre Mariangela Verdolini del Movimento 5 Stelle raccoglie il 9,15% dei consensi.

ore 17:33 A Prato sono state finora scrutinate 52 delle 183 sezioni totali e Matteo Biffi resta in testa con il 58,87% dei voti contro il 28,35% dei voti i Roberto Cenni.

ore 16:38 Matteo Biffoni nettamente in testa a Prato dopo lo scrutinio delle prime 4 sezioni: 59,76% per il candidato di centrosinistra contro il 27,08% del sindaco uscente Roberto Cenni.

Aggiornamento 26 maggio, ore 15:39 A Prato l'affluenza delle elezioni comunali è stata del 69,35%.

Aggiornamento 17 maggio, ore 17:20 Tornata elettorale per le elezioni comunali a Prato, l'unico capoluogo toscano a essere guidato da un sindaco di centrodestra. Nel 2009, per un soffio di voti, Roberto Cenni del Pdl ha conquistato il Palazzo di città di Prato: un risultato a sorpresa influenzato, tra gli altri elementi, dai problemi di integrazione dovuti alla comunità cinese sempre più numerosa, ma male integrata. Si sperava che cambiando colore dell'amministrazione la situazione sarebbe migliorata, e ora Cenni è chiamato a rispondere dei risultati del suo primo mandato. E, secondo gli ultimi sondaggi prima del black-out, le possibilità di un bis sono alte.

I candidati. Il favorito è Roberto Cenni, appoggiato da Forza Italia, Udc, Lega Nord, Fratelli d'Italia e alcune liste civiche. Secondo un sondaggio commissionato da ambienti vicini al sindaco, Cenni sarebbe al 47%.

Il Pd risponde con Matteo Biffoni, attualmente deputato e renziano di ferro. Biffoni è appoggiato, oltre che dai Democratici, anche da Sel, Italia dei valori, Federazione della sinistra e liste civiche. Il Movimento 5 Stelle schiera l'unica donna tra i candidati, Mariangela Verdolini. Il Nuovo CentroDestra non corre con Cenni ma presenta, da solo, la candidatura di Carlo Domenico La Vigna.

Gli altri candidati sono: Gisberto Gallucci (Partito umanista), Alessandro Rubino (Prato viva), Emiliano Bonini (Fare), Riccardo Giuseppe Bini (Città forte) e Mario Tognocchi (Scaricare tutto tutti). In totale, 9 candidati per 24 liste.

Molto alto il numero di candidati cinesi nelle liste. Tra questi c'è Marco Wong, presidente ordinario di Associna, candidato al comune di Prato nelle liste di Sel.

Come si vota.. Come in tutti i comuni con più di 15.000 abitanti, l'elettore vota con una sola scheda sulla quale si trovano riportati i nomi dei candidati sindaci e, a fianco, le varie liste che appoggiano il candidato. Si può votare solo la lista, oppure solo il candidato, o il candidato e una delle liste che lo appoggiano. È consentito anche il voto disgiunto, ovvero votare un candidato e una lista di un'altra coalizione.

Viene eletto sindaco il candidato che supera il 50% più uno dei voti. In caso nessuno raggiungesse questo risultato al primo turno, Prato tornerà a votare al ballottaggio l'8 giugno.

Legge elettorale

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO