Elezioni Comunali 2014, Pescara: il Centrosinistra vince con Alessandrini

Luigi Albore Mascia fallisce la rielezione: il suo avversario Marco Alessandrini è il nuovo sindaco con il 66,3% dei voti

Pescara cambia bandiera: il sindaco uscente Mascia non riesce a confermarsi e deve cedere l'ufficio del sindaco al candidato del Centrosinistra Alessandrini. Molto netto il risultato del ballottaggio, dove due elettori su tre hanno votato per il Centrosinistra. L'affluenza al secondo turno è stata del 44,16 %.

I risultati del primo turno

Aggiornamento martedì 27 maggio, ore 10.17 - Terminato a tarda notte lo spoglio delle schede per le elezioni amministrative nel Comune di Pescara, dopo che in tutto l'Abruzzo ieri la giornata è stata decisamente da dimenticare sotto il profilo dello scrutinio.

A Pescara il candidato del centrosinistra (PD-Sel e 3 liste civiche) Marco Alessandrini non è riuscito a spuntarla al primo turno, ottenendo "solo" il 43% e potendo così contare 29.797 voti.

Si andrà dunque a ballottaggio tra Alessandrini ed il secondo, l'esponente di centrodestra Luigi Albore Mascia (coalizione FI-FdI e una lista civica) che però è rimasto fermo al 22,83% (15.821 voti).

Terzo il candidato M5s Enrica Sabatini.

Aggiornamento lunedì 26 maggio, ore 14.38 - E' cominciato lo spoglio anche a Pescara, dove verrà eletto il nuovo sindaco. L'affluenza è stata, dato ufficiale, al 70,11%.

Pescara, i candidati sindaco

Pescara, una delle 14 città al voto con più di 100.000 abitanti, è chiamata il 25 maggio a un tour de force elettorale: infatti si voterà non solo per le comunali e per le europee, ma anche per le regionali abruzzesi e per un referendum per l'istituzione del nuovo Comune “Nuova Pescara”, cioè l’unificazione di Pescara, Montesilvano e Spoltore in un’unica municipalità.

Per quanto riguarda le elezioni comunali, la città è chiamata al rinnovo della giunta e del consiglio al termine del primo mandato del sindaco Luigi Albore Mascia (centrodestra), con 9 candidati in lizza per la carica di primo cittadino.

I candidati. Il favorito è il sindaco uscente Luigi Mascia, eletto nel 2009 e che si presenta per un secondo mandato con l'appoggio di Forza Italia, Pescara Futura e Fratelli d'Italia, ma non del Nuovo CentroDestra, che corre da solo e appoggia Guerino Testa assieme all'Udc e a Rinascita popolare. Per il centrosinistra si candida Marco Alessandrini, appoggiato da Pd, Sel, Centro Democratico e liste civiche. Il Movimento 5 Stelle candida invece Enrica Sabatini.

Gli altri cinque candidati sono Loredana Di Paola (L'altra città), Florio Corneli (Pescara a colori), Vincenzo Serraiocco (Serraiocco sindaco), Alessio Di Carlo (La grande Pescara) e Roberto De Camillis (Difendere Pescara).

Come si vota. Come negli altri comuni con più di 15.000 abitanti, si vota con una sola scheda sulla quale l'elettore troverà riportati i nomi dei candidati sindaco e, a fianco, le varie liste che appoggiano il candidato. Si può votare solo la lista, oppure solo il candidato, o il candidato e una delle liste che lo appoggiano. È consentito anche il voto disgiunto, ovvero votare un candidato e una lista di un'altra coalizione.

Viene eletto sindaco il candidato che supera il 50% più uno dei voti. In caso nessuno raggiungesse questo risultato al primo turno, si tornerà a votare al ballottaggio l'8 giugno.

elezioni-comunali-20131-524x3501-620x350-620x350

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO