Papa Francesco ha incontrato gli operai della Lucchini: "Non perdete la speranza"

I lavoratori hanno risposto che la loro speranza di chiama "Concordia" (la nave affondata al Giglio).

Papa Francesco oggi ha incontrato di persona alcuni degli operai della Lucchini che un mese fa gli avevano scritto parlando della situazione di crisi in cui versa l'azienda per cui lavorato. Il Pontefice aveva subito risposto al loro appello dicendo:

"Il papa è accanto a voi e prega per voi affinché quando si spengono le speranze umane rimanga sempre accesa la speranza divina che non delude mai"

E proprio la speranza è stata il tema principale anche dell'incontro faccia a faccia di oggi, dopo la consueta udienza del mercoledì davanti a migliaia di persona in Piazza San Pietro, durante la quale ha parlato di scienza (video in alto) dopo la quale Beroglio si è fermato proprio per parlare con la delegazione toscana di cui, oltre ad alcuni operai della Lucchini, facevano parte anche il presidente della Regione Enrico Rossi, il sindaco di Piombino Gianni Anselmi, alcuni rappresentati sindacali.

Il Papa ha invitato più volte gli operai a continuare a sperare e i lavoratori hanno risposto che la loro speranza si chiama "Concordia", riferendosi al relitto della nave di Costa Crociere affondata al largo dell'Isola del Giglio e che essi sperano di poter rottamare al porto di Piombino. Gli operai hanno regalato un pezzo di rotaie realizzata dalla Lucchini per la ferrovia argentina, mentre il presidente della Regione Toscana Rossi ha omaggiato il Pontefice con un cd della Turandot che è stata rappresentata a Torre del Lago per la 50esima edizione del Festival Puccni. La scelta è ricaduta su questo regalo proprio in riferimento al concetto di speranza, che è il primo dei tre enigmi del capolavoro pucciniano.

Monsignor Carlo Ciattini, vescovo di Massa Marittima, che pure ha preso parte all'incontro con il Papa, ha cimentato:

"Papa Francesco ha mostrato ancora una volta la sua presenza formidabile e attenta, ricordando così la paternità di Dio che provvede e custodisce le sue creature. Le parole del Papa sono importanti perché i nostri lavoratori, ma in generale l’uomo dei nostri giorni ha bisogno di speranza"

Il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha detto:

"La cosa grande non è che il Papa abbia ricevuto oggi il presidente della Regione Toscana o il sindaco di Piombino, ma che abbia parlato con gli operai della Lucchini che stanno combattendo una battaglia cruciale per la loro vita e per il futuro della siderurgia italiana. Altri papi hanno manifestato attenzione verso il lavoro, ma la determinazione e la semplicità con cui papa Francesco ha risposto alla richiesta dei lavoratori e poi li ha ricevuti e sostenuti in modo convinto e aperto è davvero questo un fatto straordinario"

Mirko Lami, coordinatore Fiom, ha regalato al Papa un suo diario personale in cui racconta la sua esperienza relativa all'adozione di una bambino thailandese e Bergoglio lo ha sentitamente ringraziato per quello che ha fatto per il bimbo. Lami ha anche raccontato al Pontefice quello che si fa alla Lucchini e lo ha invitato a visitare Piombino.

Papa Francesco incontra operai Lucchini

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO