Berlusconi a Porta a Porta 21 maggio 2014: "Roberto Fico è un buffone, lo querelo"

Il leader di Forza Italia accusa Roberto Fico di calunnia sul presunto accordo con Renzi per svendere Rai Way al Gruppo Mediaset.

L'intervista di Bruno Vespa a Silvio Berlusconi durante la puntata di Porta a Porta di mercoledì 21 maggio è durata un'ora esatta, come quella a Grillo. Ecco qui di seguito tutti gli argomenti trattati e tutto quello che ha detto il leader di Forza Italia.

00:20 - Berlusconi avrebbe voluto un minuto in più, ma Vespa lo sfuma. L'ex Cavaliere aveva cominciato a dire "Gli italiani…" ma ecco che parte la pubblicità.

00:19 - "Se io oggi fossi il Presidente del Consiglio resterei a Bruxelles fino a convincere l'Europa a darci una mano con gli immigrati".

00:18 - Berlusconi non crede alla ripresa economica. Per tornare allo sviluppo serve cambiare la politica monetaria dell'Ue (ma è impensabile uscire dall'euro): la BCE deve garantire il debito pubblico dei Paesi dell'Ue, stampi moneta e ci sia una rivalutazione dell'euro, perché ora non rende conveniente acquistare dai Paesi europei. La BCE Deve immettere liquidità nell'economia come è successo in America e in Giappone.

00:15 - Su Renzi, Berlusconi dice che non è comunista, ma avendo usato un partito di sinistra per arrivare al potere e dare sfogo alla sua ambizione politica, ormai è un "presidente di sinistra che fa cose di sinistra".

00:09 - Sulla legge elettorale dice che per lui va bene quella su cui si era accordato con Renzi e come sbarramento deve essere tenuto il 35%, a quel punto può accettare anche il ballottaggio.

00:07 - Secondo Berlusconi adesso è meglio abolire del tutto il Senato.

00:05 - Berlusconi dice che il Consiglio dei Ministri, dopo il suo accordo con Renzi sulla riforma del Senato, hanno cambiato il progetto. Renzi non ha violato il patto e alla fine hanno deciso di mettere tutti i punti in un ordine del giorno che i senatori di Forza Italia hanno votato e fatto approvare e hanno dato il loro voto alla legge di base su cui poi le Commissioni cominceranno a lavorare.

00:01 - Il Presidente della Commissione Parlamentare di Vigilanza, Roberto Fico (M5S): "Renzi e Berlusconi nell'incontro del Nazareno hanno firmato una svendita di Ray Way a Mediaset", l'ex Cavaliere ha detto: "Domani mattina i nostri legali procederanno alla querela contro questo buffone, è la prima volta che uso questa parola, ma lui la merita". Rai Way è la societa' di via Teulada che si occupa della diffusione del segnale e della manutenzione degli impianti.

23:59 - Berlusconi dice che dopo il G20 di Cannes, quando ci fu la risatina tra Merkel e Sarkozy, la cancelliera poi gli chiese scusa e disse "So che non mi parlerà mai più", invece "Io sono buono e le ho parlato lo stesso".

23:57 - Tornando alla crisi del suo governo, Vespa gli chiese se ne avesse avuto il potere se avrebbe allontanato Tremonti dal governo. Berlusconi cambia argomento senza rispondere e parla dei poteri del Presidente del Consiglio, che ha l'unico potere di compilare l'ordine del giorno del Consiglio e non può né rimuovere ministri o sottosegretari, né sciogliere le Camere in caso di ribaltoni.

23:53 - Vespa gli dice che al di là dello spread il suo governo nel novembre 2011 era debole anche a causa dei suoi "pasticci" privati. Berlusconi non ne vuole sapere nulla e dice di non aver fatto alcun "pasticcio" e torna a parlare di spread e poi dice che a partire dal 2010 alcuni parlamentari del Pdl sono stati convinti a tradire e a passare all'opposizione.

23:50 - Berlusconi dà un po' di numeri per spiegare la storia dello spread che lo buttò fuori dal governo. Dice che per Monti è stato fondamentale l'intervento di Mario Draghi che, specifica "io ho messo alla guida della BCE".

23:48 - Berlusconi dice anche: "La storia dimostrerà fra poco che cosa Fini voleva fare e non è riuscito a fare". L'ex Cavaliere vuole far capire di avere delle rivelazioni suoi complotti contro di lui da parte dei suoi ex alleati poi avversari politici.

23:47 - Con riferimento alla famosa frase "Cul@na inchi@v@bile", Berlusconi dice di non averla detta e che gliel'ha appioppata qualcuno. Insomma, è stato un complotto per irrigidire i suoi rapporti con Merkel.

23:44 - Vespa. "I suoi si troverebbero nella condizione di allearsi con il partito di Angela Merkel che proprio lei sarebbe una delle personalità che avrebbero complottato per far cadere il suo governo". Berlusconi risponde: "Questa è una verità storica. Io osavo mettere il veto su proposte che consideravo non accettabili, per esempio la tobin tax, che poi con Monti è stata subito approvata"

23:43 - Vespa gli fa notare che Jean Claude Juncker non ha citato Forza Italia perché, ha detto, "i partiti italiani sono troppi".

23:39 - Berlusconi esprime un concetto che anche Enrico Letta oggi ha sottolineato: se il M5S vince le europee e va in Europa resta isolato, perché non fa accordi con nessuno.

23:37 - Vespa riceve dai suoi collaboratori un foglio stampato dal sito del governo che spiega bene come funziona il bonus di 80 euro e Berlusconi ribatte dicendo che non è vero quello che c'è scritto sul sito di Palazzo Chigi, poi cambia subito discorso parlando di Grillo.

23:35 - "Dottor Vespa partiamo all'estero, io per un po' non posso" Berlusconi scherza sulla sua condizione dopo aver parlato del Paese governato dalla sinistra.

23:33 - Vespa chiede a Berlusconi dove troverebbe i soldi per dare mille euro di pensione alle casalinghe. L'ex premier risponde che si vanno a trovare nei 140 mld che lo Stato spende per comprare beni e servizi. Vespa gli fa notare che il suo governo non era riuscito a tagliare la spesa pubblica di un centesimo, come risposta dice che il suo problema è stato non riuscire ad avere il 51% del Senato.

23:30 - Berlusconi critica la trovata di Renzi di dare 80 euro, non trova giusto il modo in cui sono stati distribuiti perché non rappresentano una vera e propria redistribuzione della ricchezza e inoltre causa l'aumento delle tasse e l'incremento delle accise della benzina dal nuovo anno perché scatta la legge di salvaguardia.

23:28 - L'ex Cavaliere dice che gli dà fastidio il moraleggiare di Grillo sul suo conto e non gli piace neanche il fatto che dica che lui e Renzi sono due facce della stessa medaglia

23:27 - Berlusconi continua il suo discorso storico su Hitler.

Berlusconi a Porta a Porta

23:24 - E adesso Berlusconi parla di nuovo dei discorsi di Hitler che ha ritrovato e che contenevano argomenti secondo lui uguali a quelli trattati da Grillo. Anche questo già sentito stamattina ad Agorà.

23:22 - Come stamattina ad Agorà, il primo argomento è Beppe Grillo e perché lo ha chiamato "assassino". Berlusconi spiega ancora una volta la storia dell'incidente.

23:20 - Puntualissimo Bruno Vespa inizia la trasmissione con Silvio Berlusconi che lo ringrazia per avergli permesso di fare "un giretto vicino al pubblico".

Berlusconi da Vespa

22:41 - Mentre su Raiuno manca ancora un po' all'inizio di Porta a Porta, la registrazione si è conclusa e al termine Bruno Vespa ha pubblicato sul suo account Twitter un selfie con Silvio Berlusconi, proprio come aveva fatto con Beppe Grillo.


Berlusconi a Porta a Porta: 21 maggio 2014


Silvio Berlusconi torna a Porta a Porta. Il leader di Forza Italia, che nonostante la condanna in via definitiva, lo sgambetto di Alfano e l'interdizione provvisoria dai pubblici uffici, continua a macinar campagna elettorale, non è certo un "novizio" nello studio di Vespa.

Sappiamo tutti che fu proprio da Vespa che Berlusconi firmò il contratto con gli italiani. Ma senza tornare così tanto indietro nel tempo, solo di recente, c'è l'apparizione del 24 aprile, quella del 21 febbraio 2013, quella del 19 dicembre 2012.

Ogni volta, il Cavaliere ha sciorinato qualche promessa, anche di recente. Non solo l'aboliremo l'Ici del 2006, con Vespa in quel caso moderatore dell'incontro-scontro con Prodi, ma anche l'abolizione dell'Imu, il condono tombale, la risoluzione delle emergenze e via dicendo.

Questa sera, stando a quel che si apprende, si parte con l'attacco a Grillo e ai suoi. Perché oggi il presidente della Commissione di vigilanza Rai, Roberto Fico (M5S) ha parlato di un incontro segreto fra Berlusconi e Renzi per la svendita di Rai Way. Berlusconi ha negato e annunciato:

«Domani mattina i miei legali faranno querela a questo buffone».

Silvio Berlusconi dovrà fare i conti con un primo dato numerico fin da domani. L'Auditel.

Perché con Grillo, Vespa ha totalizzato 4.278.000 telespettatori ed il 27,47% di share. Numeri pazzeschi per la seconda serata di Rai1.


Niente diretta, per Berlusconi, che ha registrato in serata.

Sul profilo Twitter di Porta a porta, alcune anticipazioni

Berlusconi ha detto che l'esito del voto alle europee non influenzerà le decisioni di Forza Italia sulle riforme. Ha detto di non aver mai pensato a chiedere l'impeachment di Napolitano in merito alle "rivelazioni" di Geithner, di avere un buon rapporto con la Merkel.

Poi gli attacchi a Grillo: «Specula sulla disperazione», «per primo mi ha chiamato 'pregiudicato' allora rispondo che lui è assassino condannato per omicidio colposo». «Sono profondamente convinto che Grillo sia un pericolo per democrazia... ho riletto i discorsi di Hitler».

Su Renzi, invece:

«Se entro 31 dicembre non ci saranno coperture,aumenteranno le accise e quegli 80euro saranno pagati da tutti noi»

E ancora:

«Renzi dice che vado fuori di testa su 80 euro. Io li considero quei soldi, ho provato povertà in gioventù»

Silvio Berlusconi a Porta a Porta

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO