Announo, puntata 22 maggio 2014

La puntata di Announo del 22 maggio 2014 in diretta su PolisBlog

00.03 Finisce la puntata.
23.59 Le vignette di Vauro.
vinciamo noi
battuta
23.53 Pubblicità.
23.50 Lorenzin risponde anche alla domanda sulla droga: "Drogarsi fa male, sono contro la legalizzazione delle droghe leggere".
23.49 Lorenzin conferma che in caso di elezione non andrà nel Parlamento europeo e resterà ministro.
23.47 Ultima parola a Silvia, che definisce Lorenzin "professionista della politica".
23.40 Il ministro si è fatta dare i dati del padre di Mariano che non può permettersi il busto.
23.38 Lorenzin dice di non poter rispondere sulla promessa di Renzi di allargare gli 80 euro ai pensionati.
lorenzin 3
23.37 Silvia e Mariano si contendono l'ultima parola con Lorenzin. Intanto l'intervento di Gianni Dragoni, che ribadisce che i pensionati sono 16 milioni e non 22 come dice Grillo.
23.34 Un servizio racconta lo spreco di soldi legato a Expo Village. E alla metropolitana quattro.
23.33 Lorenzin: "Noi non abbiamo mai detto niente contro la magistratura. Non sapevamo fossero indagati".
23.32 Travaglio: "La presunzione di non colpevolezza è un diritto che vale nei processi, ma non è obbligatorio mettere gli indagati nelle liste".
23.29 Lorenzin: "Alfano si impuntò quando era segretario del Pdl per non candidare Scajola, Cosentino e Dell'Utri". Poi si giustifica sugli indagati in Ncd: "Non sapevamo che fossero indagati, lo abbiamo scoperto quando sono stati arrestati".
23.27 Travaglio rinfaccia a Ncd (nuovo centro detenuti) di avere tra i candidati un numero di indagati e condannati superiori a quelli di Forza Italia.
23.24 Su Grillo: "Dice “sono oltre Hitler”, “Renzi sparirà con la lupara bianca”, “ha dato due slinguate al culone della Merkel”. Poi però rettifica: su Dudù è stato frainteso, su tutto il resto invece abbiamo capito bene"
23.21 Travaglio: "Renzi se la prende con chi lo insulta: “Sono buffoni e pagliacci”. B., sempre molto lucido, dice: “Francesco sta facendo il papa esattamente come l'avrei fatto io” - sottinteso “senza i brogli della sinistra all'ultimo conclave”. Solo che lui faceva il Papi. Aggiunge: “Grillo e Casaleggio somigliano a Robespierre, Hitler, Stalin e Pol Pot. Grillo annuncia una marcia su Roma mentre io non l'ho mai annunciata e nemmeno pensata”, e lo dice con una punta di invidia".
23.19 L'editoriale di Marco Travaglio.
marco travaglio la7
23.14 In un servizio si parla della Città della salute di Sesto San Giovanni, tirata in ballo anche da Expo da Frigerio, Rognoni e Greganti.
23.08 Ascoltiamo anche Renzi sulla soluzione del caso Electrolux e sul reddito di cittadinanza: "Noi vogliamo dare a tutti il lavoro, non il reddito di cittadinanza". Pubblicità.
23.06 Vediamo uno spezzone del comizio romano di Renzi: "La piazza è casa nostra". Ci sono state anche scintille nel pubblico.
scintille
23.03 Lorenzin afferma che stare al governo per lei è una grana ("era per me più comodo restare dov'ero"); quindi ripercorre la rottura con Berlusconi.
23.00 Filippo: "Ncd prendono decisioni sulla nostra testa. Siete stati yes-man di Berlusconi fino all'altro giorno".
22.57 Il ministro: "per far funzionare l'Europa dobbiamo renderla politica". Poi aggiunge: "Non è la Merkel a comandare in Europa".
22.56 Lorenzin fa notare che è già in vigore la Legge Severino che non permette ai condannati di fare politica.
22.53 Lorenzin: "Spesso i politici sono linciati sui giornali e dopo 6 mesi vengono assolti".
22.51 Lorenzin sul caso Expo esulta: "Non c'è impunità, prima o poi li beccano". Quindi su Scoppelliti: "Non è stato condannato in definitiva".
lorenzin2
22.50 Lorenzin dice che non è vero che il M5S non prende soldi ("prendono i rimborsi"), mentre il Ncd è "l'unico che non li prende".

22.50 Lorenzin: "Grillo oggi fa il comunista per prendere i voti del Pd, l'altro giorno era a Porta a Porta per prendersi i voti del Pdl. Grillo è ridicolo". Poi annuncia: "Io mi annoio in tv, mi sono rotta le balle. Sono qui perché ci sono i ragazzi. Voglio fare politica in piazza".
22.48 Lorenzin ricorda che Grillo è classe politica.
22.46 La risposta di Grillo sulla questione morale, poco fa a Milano:

Io non ho incarichi istituzionali, non è un problema se io sia o no un assassino. Saremo cattivissimi con i responsabili degli ultimi 20 anni che ora terrorizzano gli anziani.

22.41 Si riparte con un servizio sugli immigrati africani che dormono in strada e sulle prostitute a Milano.
22.35 Pubblicità.
22.34 Silvia rinfaccia a Di Pietro il fatto che l'Idv sia stata coinvolta in rimborsopoli. Poi si rammarica perché il ministro Lorenzin si è candidato alle Europee. Lorenzin: "I leader si candidano".
22.32 Di Pietro come Lorenzin: "Guardiamo le persone, non i partiti".
22.31 Di Pietro: "Non vai a votare, ok. Ma il giorno dopo andranno al governo quelli di cui non ti fidi".
22.29 Stima: "Qui posso dire quello che voglio? Insomma".
stima
22.28 Mirko: "Renzi non l'ha votato nessuno, Monti idem. Lorenzin anche".
22.27 Un giovane racconta la gaffe di Epifani che a Spoleto ha parlato di comune decadente attribuendo la colpa alla passata amministrazione. Che però era di centrosinistra.
22.25 Yassine: "La classe politica è lo specchio della nostra società, ce la meritiamo".
22.20 Collegamento anche da Roma, dove Renzi ha parlato da Piazza del Popolo. Il Premier ha parlato di questione morale:

Qualcuno crede di poterci dare lezioni sulla legalità. Noi pensiamo che la legge sia uguale per tutti, anche per i parlamentari del Pd. Giù le mani da Berlinguer, non hanno nemmeno la titolarità di pronunciare quel nome. Sciacquatevi la bocca.


rrxrx

22.18 Bertazzoni in collegamento da Milano, dove Grillo sta chiudendo il comizio. Ne ascoltiamo uno spezzone:

Renzi mi fa pena, è completamente finto.

22.18 Di Pietro insiste: "Meglio un ricambio della politica piuttosto che avere persone che avevano le mani in pasta".
22.16 Di Pietro dice che sarebbe servito lasciare il reato di falso in bilancio e di concussione per induzione.
di pietro
22.14 In un servizio lo scambio di mazzette tra Cattozzo e l'imprenditore Maltauro.
22.08 Di Pietro commenta: "È illusorio pensare che le mazzette si prendono solo con le emergenze".
22.06 Antonio Di Pietro in studio. Un servizio introduce il tema dell'Expo e delle presunte speculazioni edilizie.
22.01 Pubblicità.
22.00 Lorenzin: "Oggi nei partiti dovrebbero esserci meccanismi automatici per controllare le persone che ne fanno parte. Ma non è sempre facile. Bisogna mettere regole: chi sbaglia deve andare via".
21.58 Exit Poll dall'Olanda: affluenza al 37%, la destra xenofoba euroscettica sarebbe al terzo posto.
21.56 Dario Pennino vive da tre anni a Londra.
21.53 In onda la seconda parte del reportage sull'Inghilterra di Farage: il confronto tra un tassista che voterà UKIP, il partito per l'indipendenza, e alcuni immigrati dell'Est.
21.52 Lorenzin: "Io parlo per me stessa. Ognuno di noi è esempio per se stesso".
21.49 Lorenzin ammette: "La legge non è uguale per tutti. Dipende molto da dove nasci".
21.45 Mariano: "Io non ci vado a votare, mi dispiace". Anche Stima la pensa come lui: "Non hanno fatto mai niente per me, non capisco perché dovrei andare a votare".
21.44 Lo spot danese che mira a convincere gli indecisi.
so
21.42 Il padre di Mariano non può permettersi il busto, che costa 200 euro. Lorenzin: "Non è normale, se non ha reddito lo Stato deve pagarlo".
21.40 Lorenzin ribadisce che andare a votare significa difendere la democrazia e la libertà.
lorenzin1
21.39 Lorenzin: "Non c'è una famiglia in Italia che in questo momento non abbia un problema". Il ministro spiega perché il giovane dovrà andare al seggio: "Se non va a votare ci sarà sempre qualcun altro che voterà per lui".
21.38 Lorenzin chiede a Mariano quali titoli di studio abbia. Terza media.
21.33 Inizia il talk tra i giovani. Mariano esprime disgusto nei confronti della politica: "Dei politici non me ne frega un caxxo. Pensano solo ai fatti loro".
mariano
21.33 Giulia Innocenzi saluta il ministro Lorenzin.
21.27 Farage: "Il nostro Paese deve essere libero, indipendente e sovrano. Non possiamo continuare ad accogliere ogni anno in Gran Bretagna mezzo milione di immigrati".
farage
21.22 La copertina si apre con un viaggio nella Londra di Farage. Ascoltiamo alcuni inglesi che insultano immigrati ed Europa.
21.17 Pubblicità.
21.16 Santoro non apprezza il paragone fatto da Vespa con l'ospitata di Berlusconi a Servizio: "Lui ha fatto il 30% in più di Rai1, noi il 7-800% in più di La7". Poi la chiosa:

I giornali che dopo la puntata con Berlusconi di Servizio Pubblico: "Avete resuscitato il Cavaliere" dopo l'incontro fra Grillo e Vespa hanno fatto i complimenti. E tutti a parlare della rabbia buona, del sorpasso di Grillo a Renzi. Perché come spiegò Feltri in questo studio, in tanto centrodestra c'è la voglia di votare il Movimento per battere Renzi. Pensatela come volete ma non è stato solo un discorso di share: è la dimostrazione che sorpassare a destra, in questo Paese, si può. Tanto le europee non contano un cazzo. E poi accada quello che deve: perepepè.

santoro la7
21.15 Santoro ironizza anche sui 900 euro di pensione citati da Grillo a Porta a Porta.
21.14 Per Santoro, Grillo da Vespa faceva tenerezza. Poi paragona la coppia a Fazio-Littizzetto.
21.13 Inizia la puntata. L'editoriale di Santoro.

marco travaglio1

Si intitola 'valgono un voto?' la puntata di stasera, giovedì 22 maggio 2014, di Announo. Ospiti di Giulia Innocenzi sarà Beatrice Lorenzin, ministro della Salute ed esponente di punta del Nuovo Centrodestra (è candidata alle Europee). Nel corso della puntata, seguita in liveblogging da PolisBlog a partire dalle 21.10, è inoltre prevista un’incursione a sorpresa di Antonio Di Pietro, leader di Italia dei Valori.

I temi in discussione tra e con i 24 giovani presenti in studio saranno quelli legati alla campagna elettorale, con lo scontro tra Renzi, Grillo e Berlusconi, a poche ore dal voto in programma domenica 25 maggio.

In apertura di puntata non mancherà l'editoriale di Michele Santoro, così come in chiusura le vignette di Vauro. Nel mezzo l'intervento di Marco Travaglio e quello di Gianni Dragoni.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO