Quanto guadagnano i ministri del governo Renzi

Rispetto a quelli del passato, un esecutivo quasi spartano.

Tempi duri per i ministri. Ovviamente relativamente al passato, non in senso assoluto. Soprattutto perché chi è ministro ma anche parlamentare percepisce solo quest'ultimo stipendio, niente più cumuli, e soprattutto perché in tempi di spending review i tanti che hanno dovuto lasciare le loro attività private ci hanno smenato anche parecchio. Nel complesso, però, nessuno degli attuali ministri aveva redditi milionari, e quindi il crollo non dev'essere stato di quelli insostenibili.

Il ministro Federica Guidi è quello che ha subito la maggiore riduzione: da amministratore delegato dell'azienda di famiglia, la Ducati, percepiva uno stipendio da quasi 300mila euro l'anno, da ministro si deve accontentare di 114mila euro lordi. Parecchie rinunce anche per Pier Carlo Padoan, titolare dell'Economia, che da economista capo dell'Ocse arrivava a 216mila euro (dichiarati nel 2012). Stessa situazione per il titolare del Lavoro, Gianluca Poletti, che quando era a capo delle Coop rosse percepiva 192mila euro. Chi ci ha guadagnato è invece Matteo Renzi, che è vero che ha dichiarato 145mila euro nel 2012, ma da sindaco percepiva 90mila euro, gli altri arrivano dai diritti sulla vendita dei suoi libri. E questi diritti adesso si vanno ad aggiungere a uno stipendio da primo ministro che è ovviamente più alto di quello da sindaco.

Chi ha perso poco è invece Maria Carmela Lanzetta, ministro per gli Affari Regionali, che nel 2012 aveva percepito 114mila euro dalla farmacia di proprietà. Chi nel 2012 era parlamentare, come il ministro della PA Marianna Madia, ha mantenuto anche adesso lo stesso identico stipendio, in virtù della legge per cui chi diventa ministro da parlamentare lo stipendio precedente.

E le auto? Niente di eccezionale, tutti (o quasi) all'insegna della sobrietà. Renzi una macchina nemmeno ce l'ha, usa quella della moglie, Maria Elena Boschi invece possiede una Mercedes classe B del 2011, così come una Mercedes possiede Padoan. Da buon capo delle cooperative, Poletti circola su un'utilitaria, una Peugeot 207 (ha anche un camper e una roulotte), mentre Madia gira addirittura su una Fiat Panda. La Panda ce l'ha anche il ministro Lanzetta, che però ha anche una Pajero del 2002 e un'Alfa Romeo 147 del 2008.

Matteo Renzi Government To Face Confidence Vote At The Italian Senate

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO