Anno Zero : Italiani brutta gente

Seconda puntata di Anno Zero ieri sera, aperta come di consueto da Marco Travaglio (nel video sopra tutto il suo intervento) che ha spiegato come la tolleranza zero del governo equivalga alla certezza della pena per gli innocenti, i veri protagonisti di ieri sera. Ospiti gli amici di Abdul, il ragazzo ucciso a sprangate a Milano, i due ragazzi che erano con lui quella mattina. Ospite Emmanuel, lo studente pestato a Parma da vigli urbani in borghese.

In diretta da Castevolturno Sandro Ruotolo ha dato voce ai ragazzi africani che vivono a Castelvolturno in semiclandestinità, amici dei sei trucidati la scorsa settimana, nella tenaglia tra camorra e l'odio degli altri abitanti del luogo. Completavano la serie di ospiti in studio Flavio Tosi, il sindaco leghista di Verona di fama "tolleranza zero", Daniela Santanchè, coerentissima esponente de La Destra/Pdl e Gad Lerner, giornalista di La 7, oltre naturalmente alla renitente Granbassi, rea di non aver dato ascolto ad un arma dei carabinieri evidentemente in cerca di visibilità mediatica con le sterili polemiche sulla sua presenza in televisione.

Rispetto all'anno scorso l'innesto di giornalisti come Corrado Formigli ha dato più qualità all'informazione, e un taglio più agile e approfondito. Momenti più interessanti ieri le testimonianze dei giovani ragazzi amici di Abba, di Emmanuel di Parma e del padre, e dei ragazzi africani clandestini da CastelVolturno. Gli episodi di ieri a Roma confermano un razzismo dilagante, che produce una violenza fine a se stessa, spinta dalla vigliaccheria di politici che puntano il dito indicando gli "stranieri" come capro espiatorio. Un esempio arcinoto? Gentilini (qui, da peacereporter, le parole dell'ultimo comizio per cui è stato indagato).

I momenti più frizzanti poco dopo l'inizio, in cui Gad Lerner ha "sfidato" la Santanchè e Tosi, rappresentanti secondo il giornalista di quella parte politica che butta benzina sul fuoco dell'intolleranza. Dalla loro i due politici di destra hanno risposto affermando la centralità per la destra di legalità e certezza della pena. Sarebbe stato interessante se qualcuno avesse ricordato a Tosi che fa parte dello schieramento che ha votato il lodo Alfano, altro che certezza della pena...

In conclusione le vignette di Vauro, come al solito una delle parti migliori della trasmissione per qualità della satira, sorrisi che strappa e genialità delle rappresentazioni.

  • shares
  • Mail
62 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO