Piazzapulita, puntata 26 maggio 2014

La puntata di Piazzapulita del 26 maggio 2014 in diretta su PolisBlog

00.31 Formigli saluta il pubblico e dà l'appuntamento a settembre per la quarta stagione di Piazzapulita. Finisce la puntata.
00.26 Pubblicità.
00.20 Formigli dedica la puntata e l'intera stagione (che si chiude stasera) a Andy Rocchelli, il fotoreporter ucciso in Ucraina.
AndyRocchelli
00.16 Pubblicità.
00.15 Luttwak: "Il fiscal compact non va toccato, è un trattato solenne firmato dall'Italia".
00.12 Freccero: "Renzi ha fatto della politica un talent. Oggi in conferenza stampa è stato bravo, mi sembra un missionario che cerca di convertire il suo avversario. Fa le scarpe a tutti e vuole ringraziare tutti per essersele fatte fare. Renzi è l'erede di Berlusconi".
00.11 Aveva ragione Mieli. Santanchè: "Si vede che mi avevano dato i dati sbagliati".
00.04 In onda un reportage sui giovani che prendono parte ai provini di X Factor. Alcuni ignorano che si è votato per le Europee.
x factor
00.03 Per Santanchè Fitto è stato il più votato, per Mieli invece lo è stata Bonafè. A quanto ci risulta ha ragione il giornalista.
00.02 Santanchè: "Alfano, al netto dell'Udc, vale un milione di voti. Oggi il problema delle primarie non è un problema".
santanc
00.00 Ghisleri riflette sulla leadership futura di Forza Italia e nega che le sia mai stato commissionato un sondaggio su una personalità per sostituire a Berlusconi. Santanchè: "Abbiamo problemi nel centrodestra, ma non quello della leadership".
23.58 Serracchiani ribadisce: "La sede di Roma, acquistata 30 anni fa, costa zero perché abbiamo subaffittato alcune stanze ad altre Regioni. Ed è fondamentale- C'è gente che vi lavora, fa le fotocopie, usa i computer. Non li possiamo mica lasciare per strada".
23.51 Pubblicità.
23.48 Boeri: "C'è un problema delle rappresentanze delle Regioni in Italia, in effetti".
23.47 Santanché: "Ma noi non siamo il metro di paragone". Poi a Serracchiani: "Vada a dormire in albergo quando viene a Roma".
23.45 Formigli ricorda a Santanchè che il governo Berlusconi aprì le sedi dei ministeri a Monza.
23.43 Freccero sponsorizza Pusceddu, chirurgo sardo. Santanchè: "Il debito pubblico è dovuto soprattutto alle spese sanitarie. In questo Paese è impossibile diminuire le spese, visto quello che dice la Serracchiani".
23.40 Boeri: "Il governo Renzi ha difettato nel metodo". Mieli chiede a Serracchiani perché la sede di rappresentanza della Regione Friuli a Roma, di fronte a Palazzo Chigi, non venga chiusa. La risposta: "Ma stiamo scherzando? La sede di rappresentanza a Roma è importantissima. Ed è a costo zero".
sesr
23.35 Luttwak: "La massa impiegatizia delle Asl e dei Ministeri si mangia i soldi". Boeri: "Nella sanità italiana ci sono differenze enormi. Ci sono grandi margini per migliorare l'efficienza. Possiamo migliorare la distribuzione del personale pubblico".
23.33 Mieli: "Ho l'impressione che proprio in questo periodo le cose siano tornate a complicarsi. Non siamo fuori dalla crisi". Poi ricorda che Renzi, tranne gli 80 euro, non ha mantenuto le promesse, ad oggi.
23.32 La rabbia di una dottoressa.
dottoressa1
23.28 Ascoltiamo anche la testimonianza di Orietta, operata due anni fa al seno per un cancro. Da un anno attende l'operazione per ricostruirlo.
psos
23.25 In onda un reportage sulle condizioni scandalose di un pronto soccorso di un ospedale di Roma. E sulle strutture sanitarie del Lazio abbandonate a se stesse o quasi.
23.18 Pubblicità.
23.18 Freccero: "In Francia la rivolta all'Europa è totale. I francesi sono pigri, lavorano poco e si sono ritrovati poveri".
23.12 In un servizio si racconta il successo di Marie Le Pen in Francia.
front national
23.09 Mieli incalza Serracchiani sui tempi del decreto sulla revisione della spesa
23.07 Mieli: "Andare in Europa e battere i pugni sul tavolo per cambiare le cose è un'illusione". Per il giornalista il problema è il debito pubblico, per cui serve un piano di taglio di spesa pubblica.
23.04 Boeri spiega che i pagamenti farebbero "aumentare il debito e non il deficit", ma il problema sono i ritardi.
23.02 Per Santanchè Merkel non ha vinto perché in Germania il partito no euro ha preso il 7%.
serracchiani santane
23.00 Santanchè tira in ballo il pagamento dei debiti della pubblica amministazione nei confronti delle imprese. Serracchiani: "Una parte di pagamenti, circa 30 miliardi, è stata fatta. Entro l'estate si concluderanno i pagamenti".
22.59 Serracchiani cita il caso del Canada che con i soldi di banche e assicurazioni ha finanziato un piano keynesiano di opere.
22.56 Serracchiani: "Il Pd ha fatto comprendere ad una fetta di italiani che rafforzano il Paese in Europa, in Europa alcune condizioni sarebbero cambiate".
22.55 Per Boeri Draghi dovrebbe puntare sulla svalutazione dell'euro rispetto al dollaro.
22.52 Boeri sul piano da 150 miliardi annunciato da Renzi: "Mi sembra abbastanza difficile da realizzare, ma può rivedere l'utilizzo dei fondi strutturali".
22.47 Boeri: "Ora Renzi in Parlamento europeo conta di più e in esso i popolari sono tallonati da vicino dai socialdemocratici nel cui gruppo il Pd conta di più. Renzi è percepito come un argine al populismo. Quest'ultimo non c'è stato solo nei Paesi di grande disoccupazione, ma anche al Nord".
22.45 Santanchè: "Luttwak nelle scorse settimane parlava di complotto internazionale ai danni di Berlusconi". Poi dice che la giustizia italiana è "mal messa".
santanche
22.38 Luttwak: "Questi numeri sono un eccesso di dettaglio". Poi dice che è "inspiegabile" agli stranieri che Berlusconi sia ancora in politica nonostante la condanna definitiva per frode fiscale. E precisa: "Lo dico io che ho sempre pensato che la metà dei processi a Berlusconi siano nati per odio politico".
22.37 Ghisleri: "I voti di Grillo in piccola parte sono andati a Pd, Lega, Tsipras e una parte importante nell'astensionismo. I voti di Forza Italia in buona parte sono andati al Pd (600 mila voti)". Santanchè: "Non mi risulta".
22.36 Ghisleri: "Il Pd 2 milioni e mezzo in più di voti li ha presi dal Pdl, dal M5S (quasi un milione) e da Scelta Civica".
22.28 Pubblicità.
22.27 Luttwak: "Grillo non vuole e non può governare". Santanchè: "Gli italiani hanno pensato che quello a Grillo fosse inutile".
22.26 Mieli: "L'errore di Grillo è stato aver usato argomenti surreali e non parlamentari".
22.25 Freccero: "Nel net bisogna sempre trovare i colpevoli, odiare qualcuno. Solo attraverso questa retorica il M5S è arrivato a queste cifre. Ma una parte di arrabbiati, più arrabbiati di lui, non è andata a votare".
22.17 In un servizio viene analizzata la strategia aggressiva di Grillo e Casaleggio. Dagli attacchi a Renzi alle espulsioni, fino agli insulti agli avversari politici.
22.14 Ghisleri risponde rivendicando le buone previsioni del suo istituto di ricerca su Alfano, su Forza Italia, Fratelli d'Italia e sull'affluenza.
22.13 Mieli contro i sondaggisti: "Vi influenzate a vicenda. Non avete colto che il primo partito ha doppiato il secondo".
mieli ghisleri
22.11 La sondaggista Ghisleri se la prende con la par condicio e precisa che dava il M5S dal "25,8 al 29,4" e non alle percentuali rese note da Rondolino sabato scorso.
22.08 Freccero: "Casaleggio inquieta, è un personaggio del net, non della tv. Lui che parla di Berlinguer è sconvolgente". Poi spiega: "Grillo non può essere maggioritario perché è esclusivo, non inclusivo, come Berlusconi e Renzi".
22.06 Le immagini delle dichiarazioni di Casaleggio in piazza San Giovanni e dell'invocazione di Berlinguer.
22.02 Santanchè: "Queste elezioni non spostano un voto in Parlamento". Poi ribadisce che Forza Italia non intende tirarsi indietro dalle riforme.
22.02 Serracchiani ipotizza che in Parlamento nelle prossime ore ci saranno spaccature nei gruppi, anche del M5S.
22.01 Serracchiani: "Il Pd può prescindere da Berlusconi per le riforme, anche se non ci conviene".
serracchiani santanche
21.59 Mieli: "I nostri sondaggisti si comportano come gli aruspici di un tempo".
21.58 Serracchiani: "Io dissi che avremmo fatto un risultato straordinario, dal 34% in su. Ma calcolavo il M5S tra 4-10 punti di distanza".
21.56 Serracchiani: "Questo è un governo di centrosinistra: abbiamo tagliato le tasse alle imprese, alzato quelle alle rendite finanziarie".
21.50 Freccero dice che i sondaggisti davano "risultati falsi". E spiega che le intenzioni di voto degli italiani sono maturate ai tempi delle primarie del Pd.
21.45 Pubblicità.
21.41 Edward Luttwak: "Grillo è come tutti i populisti: urlano e hanno paura di governare". Poi precisa: "Questa non è una vittoria della sinistra, Renzi non è visto come uno di sinistra".
Edward Luttwak
21.38 Serracchiani rivendica di aver fatto campagna elettorale nel territorio. Mieli: "M5S ha preso quasi quanto Le Pen in Francia. Anche il centrodestra non è in condizioni disperate".
21.37 Mieli nota: "la sinistra dai tempi di Togliatti non si schiodava massimo dal 33%".
21.36 Secondo Mieli piazza San Giovanni del M5S non era pienissima, mentre piazza del Popolo del Pd "era quasi imbarazzante".
21.34 Mieli: "Mai creduto al sorpasso, il boom dei 5 stelle era del tutto inventata".
mieli
21.32 Santanchè: "Gli italiani giustamente hanno avuto paura di Grillo".
21.32 Santanchè: "Noi siamo delusi del nostro consenso, anche se Berlusconi ha fatto campagna elettorale non da uomo libero".
21.32 Santanchè: "Mi sono molto stupito di Grillo, che aveva detto che avrebbe smesso con la politica se avesse preso un voto in meno del Pd".
sabt
21.31 Per Serracchiani il governo andrà avanti fino al 2018. Santanchè: "Dipenderà dall'azione del governo". Poi aggiunge: "Molti governi hanno durato perché non facevano niente".
21.30 Serracchiani dice che il voto di ieri dà "legittimazione democratica a questo governo".
21.27 Formigli illustra anche i dati delle regionali: Abruzzo e Piemonte, dove il Pd è in vantaggio. Quindi le comunali: a Firenze Nardella verso il successo al primo turno, a Bergamo ballottaggio.
21.26 I dati definitivi.
dati finali
21.26 Formigli inizia così: "Diciamo la verità: non avevamo capito niente". Poi presenta gli ospiti in studio.
21.24 Quindi anche le reazioni ai risultati delle elezioni da parte del Pd e del M5S.
matteo renzi le
21.18 La copertina contrappone le ultime ore di campagna elettorale di Grillo e Renzi.
formigli

Questa sera su La7 nella puntata di Piazzapulita, seguita in liveblogging su PolisBlog a partire dalle ore 21.10, ci sarà l'occasione per commentare e analizzare il voto delle Europee e delle Amministrative. In studio insieme a Corrado Formigli ci saranno Deborah Serracchiani del Pd, Daniela Santanché di Forza Italia, l'esperto di comunicazione Carlo Freccero, il presidente di RCS Libri Paolo Mieli e gli economisti Edward Luttwak e Tito Boeri.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO