Festa della Libertà 2008: tutte le foto e la seconda parte del torrenziale reportage

Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte

Seconda parte - la prima è qui - del torrenziale reportage dalla Festa della Libertà del Lido a Milano. Proseguo, non sono ancora entrato nei due salotti dell'evento. Il Lido, per darvi un'idea non è un posto enorme: è più come una grossa piscina comunale con giardino, gli spazi in cui vengono spesso organizzati questo genere di riti politici sono più ampi. In questo caso credo le alte sfere abbiano dovuto scegliere per fretta - come spiegavano anche su 02blog - un luogo in cui si potesse organizzare il tutto, utilizzando quelle tensostrutture rapidissime da alzare e da smontare che erano l'ambiente principale della Festa, quello dove ha parlato anche Fini. E credetemi, stavolta è davvero torrenziale.

Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte
Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte
Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte

Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte
Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte
Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte

Curiosato lo stand della sicurezza, proseguo, e trovo dei ragazzi di Azione Giovani: chi meglio di loro potrebbe spiegarmi perchè è finita l'egemonia della sinistra nelle università, o anche nei licei?

Quanta gente si ferma, va bene lo stand?
Guarda assolutamente, si, si, nei momenti di massima affluenza c'è molto interessamento per le nostre iniziative. Poi essendo noi il movimento giovanile di riferimento nel centrodestra da sempre, c'è molta curiosità.
Da quando fai politica?
Io faccio politica del 2001, e ho ventitrè anni.
Come è cambiata la politica da quando hai iniziato ad occupartene?
Io devo dire che ci sono state molte evoluzioni che ho condiviso, e devo dire che assolutamente ad oggi, vedo che quel percorso che aveva intrapreso il nostro mondo di riferimento tanti anni fa è approdato in un soggetto talmente grande che rappresenta la maggioranza degli italiani.
Parliamo di gggiovani. Da quando hai iniziato ad oggi le nuove leve si interessano di più o di meno?
Secondo me, nonostante quello che qualcuno vorrebbe far credere, ovvero questa tendenza verso l'antipolitica, il menefreghismo, i giovani sono interessati, ma da chi gli propone cose reali, da chi è capace di farli sognare, chi propone progetti, anche concreti, chi fa politica ogni giorno. Chiaramente non sono attratti magari delle ruberie o dai giochi di palazzo, non gli frega niente dei giochi di palazzo.
Perchè è finita l'egemonia della sinistra nelle università e nelle scuole?
Perchè la sinistra viveva di rendita da troppo tempo, viveva di rendita su progetti che potevano avere un appeal tanti anni fa, non ha saputo rinnovarsi, parlare al cuore della gente, e ha parlato sempre più a sè stessa, ed è diventata sempre più autoreferenziale, si è distaccata troppo dal vivere reale.
Voi siete tutti volontari, quant'è l'impegno, quanto dovete sbattervi, per dire, a settimana?
Dipende...nel senso che ognuno dà quello che può e che si sente, io sento di fare politica ventiquattro ore su ventiquattro. Al di là del tempo che poi materialmente spendo, in ogni caso la politica la vivo in maniera totalizzante, tutti i giorni dell'anno, abbiamo fatto presidi anche il 31 dicembre...
Il momento più bello dal 2001 ad oggi, quando è stato?
Fammici pensare, ce ne sono stati tanti. Certo il 2 dicembre 2006 (il giorno della manifestazione contro Prodi a Roma, cui parteciparono circa un milione e mezzo di persone, ndr) eravamo una folla gigantesca, poi il viaggio per arrivare...questa atmosfera che si crea nelle trasferte...da comitiva, da gita, da gruppo di amici. E niente poi, questo corteo gigantesco in cui ci sentivamo tutti uniti dagli stessi ideali, dalla stessa voglia di libertà.

Saluto Carlo di Azione Giovani e vado verso i cessi della manifestazione: ci sono due lavoratrici di cooperativa, Anna e Leyla, ferme davanti all'ingresso della toilette.

Voi tenete puliti i cessi. Mi sembrano più puliti del solito, possibile?
Si, più o meno si, non sono sporchi sporchi!
Voi avete fatto anche altre manifestazioni: qual è stato il posto più sporco che avete pulito?
Ma non lo so, ci capita di vederne di ogni! Comunque qui non è poi tanto male, sono educati.

Nel mentre passa poco lontano Gianfranco Fini, accompagnato dalla moglie, da Ignazio la Russa e da una piccola serie di gerarchi minori di quella che era AN, come De Corato, attualmente vice sindaco di Milano.

Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte
Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte
Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte

Malgrado le folle sembrino impazzire per l'arrivo del Presidente della Camera, la sua presenza mi lascia del tutto indifferente. Scattata qualche foto vado verso il bar, dove incontro Barbara Saltamartini, un'onorevole del PdL appena atterrata da Roma, suppongo. Ha una pizzetta calda davanti, non resisto e la intervisto mentre sta per addentarla

Voi siete qui al bar, parliamo un pò di cibo. Vedo che stai mangiando...
Sono appena atterrata
Ma non sentite un pò la mancanza delle salamelle?
Io sono appena arrivata, sono ospite qui della festa e non credo che la cosa più importante sia il cibo...
Però alle feste il momento del cibo, la convivialità, quando ci si ritrova tutti insieme, è importante!
Si però alla sera, al pranzo, non è tanto il momento conviviale del cibo, il momento conviviale è vivere insieme queste giornate, il cibo è un contorno!
Cercando di non far freddare la tua pizza, diciamocelo: qui si è voluto portare avanti la Festa dell'Unità, no?
Io sono ben contenta invece che non abbia nulla a che fare con la Festa dell'Unità, nessuno voleva copiarla, sono feste diverse, vivono di persone e organizzazioni completamente differenti.

Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte
Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte
Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte

Mah. Riprendo a vagare, forse dovrei mettermi alla ricerca di qualche classico elettore del PdL, forse è quello il motivo per il quale mi trovo qui. Trovo due anziani signori molto ben vestiti: le foto le trovate nella gallery, gli faccio qualche domanda, e loro, raccontano questo

Si mangia bene qui?
Non è la prima volta, noi andiamo a tutte le feste. Abbiamo provato anche a mangiare, e ci siam trovati bene, niente da eccepire.
Voi siete mai stati ad una Festa Unità? Si mangia meglio o peggio?
Insomma, insomma, siamo lì. No ascolta, perchè siamo andati a quella dell'Unità due, tre, quattro volte, per curiosità, per mangiare, Ma anche lì non è da disprezzare, certo, noi non siamo comunisti. Si viene qui perchè è una cosa del cuore.
Immagino voi siate del PdL...
Io di Alleanza Nazionale, da quando sono al mondo. Ho 78 anni
(interviene il marito, ndr) Mia moglie AN, io sono democristiano da una vita e ora berlusconiano. Sono del centro.
Voi cosa avete votato prima di Tangentopoli?
Io sempre MSI e poi An ( interviene il marito, ndr) Io sempre Dc
Quando nel 1994 Berlusconi è sceso in politica, cosa vi aveva convinto di lui?
Devo essere sincera: quando è sceso questo Silvio, chi è chi non è, anche perchè lui, diciamocela chiara, era appoggiato da Craxi, era socialista, e quando c'è stato da votare io ho votato AN, o se c'era ancora MSI. Poi piano piano mi sono un pò ricreduta. Ed ora sono sempre di AN, ma con Silvio Berlusconi.
Suo marito invece...
Quando è entrato in politica, io ho detto a mia moglie: sono per due sere assente, voglio ascoltare cosa mi dice questo signore che già avevo sentito dire prima, per le robe dell'Edilnord, poi ha fatto Milano Due, e dato che io a Milano Due volevo prendere la casa, conoscevo un pò...Berlusconi si è fatto i soldi perchè è bravo, non c'è niente da fare! Lasciamo stare che è il nostro Presidente e va rispettato per quello, e ogni presidente va rispettato. Quando è entrato in politica l'ho sentito per due sere, e decidere: e poi ho deciso, voto per questo matto, ma proprio così. Una persona così, capace. Primo nelle costruzioni, primo nel calcio, poi nella pubblicità, e in politica è stato il primo nel mondo che ha fatto un partito in quattro e quatr'otto, è uno che è capace ed è assolutamente al di sopra delle capacità altrui, Medio alto come capacità.
Per esempio però gli rinfacciano il conflitto di interessi
Sono tutte storie della sinistra. Mio papà era un fascista, nero come il carbone, come i miei zii. Nel settembre del '43 sono diventati tutti comunisti. Io non sto parlando di terze persone, di gente in forse, parlo di cose vere. Mio papà era nero come il carbone tanto è vero che nel 42 quando uscivo dall'oratorio mio papà era vicino, i signori gli han dato una scarpata "Sta cito che quel lì te denuncia, che l'è un fascista!". Poi è diventato un comunista.

Malgrado la non risposta all'ultima domanda faccia eco nel mio cervello proseguo ancora. Il salone dove deve parlare Fini, insieme a Paolo Mieli, è gremito. Ha ragione Andreolassi, quando dice che è un evento per eletti, non per elettori. Qui gli scambi e le strette di mano sono tra chi è già dentro la Casta, non tra chi l'ha votata. Vedo tutti i quadri dirigenti di AN a Milano, per esempio, nomi anche meno noti, ma ci sono tutti, c'è la Ferretto, c'è Borsani, poco davanti all'ingresso del Lido c'è un enorme camion tappezzato di manifesti di Prosperini, assente fisicamente, presente in forma cartonata.

Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte
Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte
Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte

E il pubblico? Ci sono i giovani, ben vestiti, potresti immaginarteli ad un galà di Milano Young, per esempio, e gli anziani, spesso cinti di quella eleganza borghese, senza tempo, ma borghese davvero, non quella della classe sociale che oggi crede di essere borghesia ma è in realtà ceto medio impiegatizio. Fermo il più giovane di tutti, mi sembra uno che potrebbe frequentare le scuole medie. All'inizio non vuole parlare, poi si convince

Cioè, mi registri, ma tutto questo rimane tra noi, vero?
Certo, hai la mia parola: partiamo. Tu sei uno dei più giovani, non ho visto tanti tuoi coetanei qui in giro, come mai?
Cioè...ma...perchè sono qui...perchè sono qui alla festa del Berlusc...
Quanti anni hai?
Quindici...ti viene da pensare che i giovani sono tutti per i collettivi.
Tu vai al liceo, immagino: com'è essere "dell'altra parte" in una scuola superiore?
Per me sono i primi mesi, non abbiamo ancora iniziato, sono in quarta ginnasio. Al classico. Le idee degli altri, quelli che vanno al collettivo? Mah, sprecano le loro ore per fare niente...e anche il Ministro Gelmini...secondo me non cambia idea anche se dei giovani manifestano contro di lei
Perchè tu hai scelto di essere di destra, quando l'hai capito?
Perchè non sono di sinistra...perchè quelli del PD, quelli che rappresentano la sinistra moderata...sono guidati da Walter Veltroni, dai comunisti di ieri...poi perchè, non sono tanto per Berlusconi, io sono con Formigoni
Tu sei di cl
Si!

Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte

Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte
Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte
Festa della Libertà 2008: tutte le immagini seconda parte

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO