Christian Poncelet: anche la Francia scopre la sua "casta"


Stando ai clamori della cronache, sembrerebbe che quello dei costi della politica sia un problema tipicamente italiano. Ogni denuncia della "casta" viene infatti puntualmente corredata di paragoni, di norma impietosi, con gli altri paesi europei. In questi giorni però anche uno dei paesi con cui più spesso finiamo per confrontare il nostro - la Francia - sembra scoprire la sua "casta", attraverso una serie di scandali che riguardano il suo Senato.

Il caso più eclatante è quello che riguarda l'ex presidente dell'assemblea, Christian Poncelet, cui è stato assegnato dal 2004 un appartamento di 200 metri quadrati nel centralissimo 6° arrondissement parigino, di cui potrà disporre vita natural durante. In seguito alle polemiche, Poncelet ha annunciato che farà le valigie molto prima, nel 2014. Ma non è finita qui: il Senato si rifiuta infatti da anni - in spregio alla legge - di trasmettere il suo bilancio alla Corte dei Conti, perchè questo ne controlli la qualità. Esisterebbero poi fondi ingentissimi (si parla di 537 milioni di euro), accantonati nel corso degli anni dalla seconda camera francese, il cui scopo ufficiale sarebbe quello di garantire una pensione ai senatori.

Ma non ci sono solo le riserve finanziare: il Palais de Luxembourg è infatti titolare di un notevole patrimonio immobiliare consistente di edifici ed appartamenti nei quartieri più richiesti di Parigi, acquisiti nel corso degli anni per ospitare i principali dignitari e gli alti funzionari del Senato. Fino a poco tempo fa esso disponeva anche di una parte della Reggia di Versailles, utilizzato come luogo di villeggiatura e di ricevimenti per i parlamentari più importanti e per i loro ospiti.

Il neo-eletto presidente del Senato Gérard Larcher (dell'UMP, il partito di Sarkozy) ha promesso, a fronte delle crescenti polemiche, di operare al fine di una maggiore "trasparenza". Chissà se rispetterà il suo impegno oppure se le cose andranno come in Italia, dove dopo le ultime elezioni il tema dei costi della politica sembra essere scomparso dalle agende dei media e dei partiti.

Foto: Cyril_Plapied, Flickr.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO