La Gabbia, puntata 28 maggio 2014

La puntata del 27 maggio 2014 de La Gabbia

00.30 La puntata si chiude con l'editoriale 'cantato' da Paragone.
00.21 Ecco Paolo Hendel nei panni di Pravettoni.
00.18 In un servizio 'i nervosetti d'Italia'.
00.16 Barnard elenca una serie di dati che dimostrano come anche i Paesi considerati virtuosi non crescano e anzi soffrano la crisi: dall'Olanda alla Francia.
00.14 Torna Paolo Barnard, che esordisce così: "L'euro dovunque è andato ha portato distruzione".
00.06 Il reportage sul servizio di assistenza domiciliare ai disabili nel comune di Pomezia (sindaco del M5S).
fabio fucci
23.56 Il servizio satirico di Saverio Raimondo sulla festa post elettorale del Pd e sull'incubo M5S.
23.55 Emiliano commenta la notizia su Befera: "Un dirigente pubblico non puoi mandarlo via così, se lo cacci devi mandarlo da un'altra parte".
23.49 Spazio al pubblico in studio. Intanto Paragone fa sapere che Befera entra nel comitato di vigilanza di Eni.
23.47 Salvini: "Bisogna tagliare alcuni dipendenti pubblici al Sud". Poi insiste: "Dobbiamo tornare a vendere i nostri prodotti ad un prezzo giusto. Dobbiamo avere una moneta al servizio dell'economia".
23.46 Emiliano conferma: bisogna ridurre i costi inutili.
23.44 Per Gualmini la soluzione è la revisione della spesa pubblica, concretizzando il lavoro fatto da Cottarelli.
23.37 In un servizio ascoltiamo le storie dei piccoli imprenditori delle Marche, che fronteggiano la crisi e la burocrazia.
23.35 Sgarbi: "Il sindaco di La Spezia è la vergogna di Renzi. È un vandalo. Criminale. Neanche Alfano lo prenderebbe. Segatura. Sega". La colpa? Avrebbe speso 3 milioni di euro per costruire questi archetti di "merd@".
rhc
23.32 Sgarbi: "Grillo ha avuto il genio di dare un nome al non voto. Invece di scrivere merd@, scrive Grillo. Cioè merd@ uguale Grillo".
23.31 Sgarbi dà della tr0ia a Casini.
vittorio sgarbi2
23.29 Sgarbi: "Alfano è una merd@ secca, Cicchito... poverino. Che senso ha votare Alfano se dice le stesse cose di Renzi? Forza Italia è un partito di una salma". Sulla Lega: "Ha preso poco".
23.25 Un servizio ricorda le dichiarazioni dei politici in campagna elettorale. Dalle previsioni rivelatesi infondate alle affermazioni più che discutibili. Ci sono tutti, tranne Renzi: Grillo, Berlusconi, Toti e Cicchito.
23.19 Pubblicità.
23.15 Collegamento in diretta da Copenaghen, dove Mandarà sente aria di "progettazione di colpi di Stato". Adinolfi: "Caxxate".
23.15 Salvini: "Se Forza Italia cambiasse uomini e programmi tra un po' potremo metterci a discutere".
23.13 Secondo Salvini gli elettori del M5S sono poco d'accordo con le idee di Farage sull'immigrazione. Poi su Ncd: "Non lo considero centrodestra, Alfano è altra roba".
salvini la7
23.11 Salvini: "L'euro ha ancora un anno di vita, non di più". Poi auspica che l'Europa introduca i dazi.
23.10 Gualmini: "Salvini ha avuto un buon risultato ed è stato l'unico nel centrodestra a sostituire un leader". La politologa poi osserva che Farage alle politiche scorse si è sgonfiato.
23.08 Per Gualmini affermare che la Bilderberg ostacola la commissione europea e non dò lavoro è una "bestialità".
23.05 In studio i lavoratori di Klinker Sire, alcuni dei quali non percepiscono da mesi la cassaintegrazione per problemi burocratici: "Noi siamo pronti a mettere in ballo il nostro Tfr".
23.03 Il retroscena di Nessuno su Bilderberg: "Il Parlamento europeo non conta nulla".
23.01 Salvini: "Quando Renzi dice che cambia l'Europa mi viene da ridere. Dovrebbe dire alla Merkel che di agricoltura ce ne occupiamo noi, come del commercio".
22.57 Salvini: "Alcune banche stanno facendo ancora strozzinaggio". Adinolfi: "Devi dire quali".
salvini la
22.55 Gualmini: "Se hai qualcosa che non va non puoi fare l'educatore". Poi fa notare che la teoria del complotto seguita da M5S e Lega non è stata premiata alle urne.
22.54 Beha commenta il servizio: "Questi della reputazione se ne fregano".
22.52 In studio anche Salvini.
22.45 In un servizio si dà conto della lezione tenuta da Alessandro Profumo, Federico Ghizzoni e Carlo Messina (Unicredit e Intesa San Paolo) sull'educazione finanziaria ad alcuni giovani.
carlo messina
22.41 Pubblicità.
22.35 Tocca a Paolo Barnard, che rivela il decalogo di Goldman Sachs e JPMorgan. Poi dice che gli italiani che hanno votato Pd si sono sparati sui piedi: "C'è un'Italia stupida".
paolo barnard la7
22.30 In un servizio vediamo i lavoratori di Eutelia non ricevuti dal ministro Guidi. Uno di loro si appella esplicitamente a Renzi affinché risolva anche questa vertenza.
22.27 Gualmini: "Non si può chiedere a Renzi che è al governo da 80 giorni di risolvere tutto".
gualmini
22.25 Emiliano se la prende con il presidente della Regione Campania che non risolve il caso Jabil: "Io a casa mia i problemi come il suo li ho risolti".
22.22 I lavoratori di Jabil in studio: annunciati 440 licenziamenti.
22.20 Emiliano: "L'Unione europea non funziona, ieri c'è stato un braccio di ferro tra Italia e Germania. Stiamo cercando di cambiare le politiche monetarie". Beha: "Chiedo a Renzi di schierarsi contro la Tav domani, come farebbe qualsiasi persona normale".
22.17 Beha: "Renzi non ha la bacchetta magica, spero che faccia bene perché sono italiano e sarei scemo a sperare il contrario".
22.16 Altri ospiti in studio.
22.13 Le immagini della manifestazione no-Tav in Francia.
in francia
22.07 Un servizio si occupa di Tav e della "marchetta europea all'alta velocità". Si parte dal processo ai danni dei No Tav per gli scontri con la Polizia.
grafico1
22.01 Pubblicità.
21.57 In un servizio si ironizza sulla tendenza dei politici italiani a passare con Renzi dopo il successo elettorale.
21.56 Secondo Sgarbi ci vuole un contenimento della spesa. E per spiegarlo racconta che il suo assistente in treno ha pagato una bottiglietta di acqua 1,50 euro.
21.54 Emiliano difende il processo che ha portato all'Unione europea ma dice che bisogna chiedere alla Merkel di cambiare il modo di fare politica economica.
talk show la gabbia2
21.52 Emiliano: "Io dal primo minuto ho fatto il vestito a Monti, non ne parliamo più".
21.49 Fusaro: "Se non siamo sovrani non possiamo fare investimenti". Poi aggiunge: "Ci sono italiani che non si vendono per 80 euro". Adinolfi: "Ma come fai a insultare i milioni di italiani che hanno votato il Pd?".
21.47 La ministra Giannini: "Una sconfitta molto netta". Giudice: "Il partito da ora sarà più unito".
21.43 Un servizio racconta il flop elettorale dei montiani e la sconfitta del M5S con il parlamentare Currò che invita Grillo a lasciare la politica. Il giornalista chiede anche un commento agli esponenti di Ncd, soddisfatti comunque del 4,4%.
currò
21.41 Adinolfi ricorda che "i no euro hanno preso il 6%" alle Europee.
21.41 Sgarbi dà della testa di caxxo a chi ha ideato l'euro.
21.38 Il piano di Renzi. Fusaro: "Ha vinto un partito euro-servo. Questo non è un rilancio, è un'elemosina".
piano renzi
21.37 Sgarbi propone: "Abolire le tasse".
21.34 Sgarbi attacca i consiglieri regionali che "non fanno nulla" e auspica l'abolizione delle Regioni:

Regione Piemonte a fancul0. La Regione Toscana ti sembra utile? Sono regioni di ladri, che rubano.

21.32 Paragone: "L'Europa resta una gabbia". Per dimostrarlo porta in studio un guinzaglio.
guinzaglio
21.32 Adinolfi: "Chi si è astenuto non conta, ha sbagliato".
21.31 Adinolfi: "La novità è che l'Italia può discutere con la Germania e può all'interno dello schieramento della sinistra europea fare la voce grossa".
21.29 Emiliano su Renzi: "Ha un intuito quasi militare nel capire le cose e reagire. Ed è fortunato".
emiliano la7
21.26 Paragone presenta gli ospiti in studio. C'è anche Diego Fusaro, docente di filosofia.
21.19 La puntata si apre con un servizio dedicato all'alto astensionismo in Sardegna. Ascoltiamo la rabbia di lavoratori e disoccupati che palesano schifo nei confronti della classe politica italiana.

la gabbia 23 4 14 12

Torna questa sera alle ore 21.10 su La7 l'appuntamento con La Gabbia, il talk show condotto da Gianluigi Paragone. Nel corso della puntata, seguita in liveblogging da PolisBlog, si analizzeranno i risultati delle Europee in Italia e non soltanto.

Ad animare il dibattito in studio saranno Matteo Salvini (Lega Nord), Michele Emiliano (Pd), la politologa Elisabetta Gualmini, Vittorio Sgarbi, Oliviero Beha e Mario Adinolfi.

È previsto l'intervento del giornalista Paolo Barnard e quello satirico di Paolo Hendel nei panni di Carcarlo Pravettoni.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO