Cassazione: per i piccoli spacciatori possibilità di rideterminare la pena

Le sezioni unite penali hanno accolto il ricorso di un condannato recidivo per piccolo spaccio.

La Corte di Cassazione ha oggi accolto il ricorso della procura di Napoli contro la decisione del tribunale che aveva negato a un condannato recidivo per spaccio di droghe leggere di ottenere la rideterminazione della pena in seguito alla sentenza del 2012 della Consulta che dichiarava incostituzionale la norma della legge cosiddetta "Fini-Giovanardi" che vietava la concessione delle attenuanti prevalenti nei caso dei recidivi.

Questo significa che d'ora in poi tutti coloro che sono in carcere per piccolo spaccio, anche se recidivi, potranno farsi ricalcolare la pena. La decisione della Cassazione si basa sul fatto che la norma della "Fini-Giovanardi" che vietava l'applicazione delle circostanze aggravanti permanenti nel caso degli spacciatori recidivi di droghe leggere è incostituzionale. La parte della norma che non distingueva le droghe leggere da quelle pesanti è stata infatti abolita per aveva come effetto l'aggravio della pena anche in caso di piccolo spaccio.

Grazie alla decisione assunta oggi dalle sezioni penali riunite della Corte di Cassazione, presieduta dal primo presidente Giorgio Santacroce, migliaia di detenuti che si trovavano in carcere per piccolo spaccio potranno tornare in liberà se otterranno l'accoglimento della loro richiesta di revisione del trattamento sanzionatorio.

Secondo fonti della Suprema Corte ora aumenterà il lavoro dei magistrati dell'esecuzione della pena, che in genere spetta ai tribunali (e in misura minore alle corti di appello). Questa novità, come fa notare il direttore del massimario della Cassazione Giuseppe Maria Berruti, fa in modo che l'Italia sia al passo con l'Europa, in particolare la nostra giurisprudenza d'ora in poi sarà in regola con la Carte dei Diritti dell'Uomo.

La decisione della Cassazione non permette in alcun modo che anche i grossi trafficanti, ossia coloro che sono in carcere per spaccio di droghe pesanti commesso con l'associazione a delinquere, si possano avvalere della possibilità di chiedere la rideterminazione della pena, perché questo vale solo per i piccoli spacciatori di droghe leggere.

Cassazione su riduzione pene piccoli spacciatori

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO